“Ricorda, corpo”

Sopra: Egon Schiele, “Nudo maschile seduto”, 1909

Carissimi amici, oggi lasciamo parlare il corpo grazie alla memoria palpitante di Costantino Kavafis (1863-1933):

“Ricorda, corpo…”

Ricorda non solo quanto fosti amato, corpo,
non solo i letti sopra cui giacesti,
ma anche quei desideri che per te
brillavano negli occhi apertamente,
tremavano nella voce – resi vani
da qualche impedimento casuale.
Ora che tutto è parte del passato,
è come se ti fossi concesso
anche a quei desideri – ricorda il brillare
negli occhi volti verso te,
tremare nella voce, per te,
ricorda, corpo.

Annunci

15 Risposte

  1. Ti auguro una splendida giornata, Gabriele caro. Un grande abbraccio!

  2. Buona domenica a tutti! con l’augurio di ricordare senza rimpianti. http://www.youtube.com/watch?v=dP3KCiE9fX4

  3. Il corpo è un argomento che mi tange parecchio. Caro Gabriele ieri Bari mi ha dato la sicurezza di recuperare il dito, ma la matrice ungueale si è distrutta. Mi è difficile accettare questo verdetto…….Sono sempre stata una salutista, una attenta al proprio corpo, alla sua cura,sono agile, scattante……ed ora. Il primario mi ha detto che bisognava fare una scelta o l’amputazione o il male minore e poi mi ha aggiunto che non si può avere tutto! Mi sento inadeguata adesso che scrivo, è come se non fossi più la “Rosa” di sempre. Il Corpo è importante e la riflessione di oggi lo conferma. Buona giornata. Ciao amici. Ciao Bea.

  4. Cara Anna,
    grazie del sorriso. Baci baci!

  5. Cara Rosa,
    non devi sentirti assolutamente inadeguata. Nessuna matrice può smentire la ricchezza e la bellezza che il tuo essere trabocca. La cosa più importante è che tu riesca a superare questo ostacolo e, a livello interiore, farne, per assurdo, un rafforzamento delle tua persona.

    Credimi, lo dico con il cuore. Buona domenica!

  6. Buona domenica anche a te, cara Anna! Senza rimpianti… Baci

  7. Caro Luigi,
    grazie, anche a te!

  8. Permettetemi una digressione, a proposito de “I ponti di Madison County”.
    Nel 2004, alla Fiera del Libro di Torino era presente, pubblicata da “Stracci”, una mia recensione al libro “I ponti di Madison County”. Avevo scoperto quel libro per caso, senza sapere niente né del libro stesso, nè del film. E’ vero, gli attori, grandi attori, hanno reso il film super, ma leggere il libro è qualcosa di indimenticabile. Lo si legge e si rilegge tante volte, sempre con la stessa intensità, sempre con gli occhi pieni di lacrime. Caro Gabrile e cari amici del blog, spendere i soldi per comprare il libro non è uno sperpero, veramente! Una buona domenica a tutti.

  9. Cara Elena,
    grazie del tuo contributo. Sono assolutamente in accordo con te. Buona domenica!

  10. Cara Elena,
    credo che i soldi per acqusitare libri, siano quelli spesi nella maniera migliore!
    Adoro leggere…e sai che ti dico, che leggerò anche questo libro, che invece non mai preso molto in considerazione in quanto ho visto e rivisto invece il film! e ogni volta lacrime, lacrime…..
    Grazie per il tuo consiglio, un caro abbraccio

  11. WOW
    UNO DEI MIEI PEZZI PREFERITI!!

    YOu are the dancing queen..
    young and sweet
    just seventeeeeeeen

    (“per gamba”) 🙂 🙂 idealmente(!) grazie ad un uomo speciale..
    mooolto Ades….mooolto sexy….solo l’amore fa sentire così!
    E pazienza se lo penso solo io..
    Che importa tanto I will forever be a dancing queennnnnnn.

    Ora vado ……a farmi un tuffo pur’io…ABBESCO.

    GRAZIE!

  12. Ricorda il corpo.
    Il corpo ricorda .Ricorda il piacere.Ricorda il dolore .
    Il dolore può essere così grande da portare a rifiutare la bellezza della nostra fisicità xchè il corpo che ricorda , non ricorda il corpo. (non lo riconosce).

    saluti basalto.

  13. inutile die che il corpo ‘è costretto’ lui a ricordarsi in maniera stupida e superficiale, di se stesso, solo quando lo costringiamo a correre così tanto …..da doverci poi fermare in contemplazione della sua naturale bellezza, ‘soli’, circondati dalla Natura…

    🙂 solo allora la bellezza del nostro corpo viene ‘invasa’ dalla bellezza di tutta la Natura e ritorna a farne parte………..

    il corpo, è il vestito dell’emozione …. senza presenza di coscienza……

  14. il corpo è solo un mezzo del quale ci serviamo per palesarci e palesare pensieri, parole, emozioni, sguardi…un corpo è la nsotra immagine riflessa in uno specchio o nel viso di chi amiano;
    il corpo e le sue movenze, i suoi gesti o il suo abito sono il ricordo che lasciamo in noi e negli altri, in foto a colori o in bianco in nero, ma il corpo è solo un mezzo necessario per essere su questa terra, ma quello che esso esprime viene da dnetro….il corpo è apparenza, sensualità, ma ma noi siamo il nsotro cuore.e….
    E’ vero, quando incontriamo l’Amore ci innamoriamo prima del corpo, la prima cosa che colpisce, o meno, è la cd. attrazione fisica…ma per essere un Amore completo ci deve innamorare anche dell’Anima di quel corpo…se no è solo passione …..
    Innamorarsi dell’amnima del partner è indispensabile: un Amore senza Anima è un non amore o un amore a metà!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...