Enrico Cheli, “Le relazioni interpersonali”

copertina enrico cheliLE RELAZIONI INTERPERSONALI

Nella coppia, in famiglia, a scuola, sul lavoro

 

Presentazione del volume 

Le relazioni con gli altri sono uno degli aspetti più importanti della vita ma anche uno dei più difficili da gestire.

Nessuno ci prepara a tale fondamentale compito, e questo libro può esserci di notevole aiuto.

L’autore spiega con un linguaggio semplice perché relazionarsi è sempre più difficile e conflittuale, e mostra numerosi strumenti pratici per migliorare la qualità e la consapevolezza dello stare insieme:

-L’ascolto attivo e la comunicazione assertiva
-La presa di consapevolezza dei giochi di potere e il loro superamento
-La disidentificazione dalle maschere e dall’ego
-La comprensione e gestione delle proprie e delle altrui emozioni
-La comprensione e accettazione delle differenze tra noi e gli altri
-La risoluzione costruttiva dei conflitti

Esempi, tecniche ed esercizi arricchiscono questo succinto ma incisivo manuale della Collana Tascabili della Xenia Edizioni, con un costo veramente ridotto.

 

Enrico Cheli, LE RELAZIONI INTERPERSONALI. Nella coppia, in famiglia, a scuola, sul lavoro, Xenia Edizioni, 2009.

Vedi dello stesso autore Relazioni in armonia

Per maggior informazioni visita www.relazioniinarmonia.it

Advertisements

17 Risposte

  1. Il collettivo? Non me ne parli. La difficoltà relazionale di Arianna e Chiara espone Marina (madre che ama quindi difende, cavaliere di spade) alle miserie del mondo e alle fragilità/contraddizioni del sistema. Intanto, ho ordinato “Corpo e Anima” Krenheider…sono assorbita da Hilmann.
    Voglio partire…………..

  2. Sulle relazioni interpersonali, da una mia valutazione, le persone dovrebbero imparare a relazionarsi. Anch’io ho i miei difetti nelle interazioni con gli altri, ma è dovuto alla diffidenza che ho per certe situazioni e le tante esperienze che qualsiasi persona fa nella vita. E’ così difficile gestirle!
    Si potrebbero dire tante cose e tante sono le sfumature delle personalità delle persone, tante maschere che nascondono altri modi di essere.
    Le cose che non sopporto nelle interazioni è l’irrazionalità, il mancato equilibrio interiore, e l’apertura verso gli altri.
    Poi come al solito c’è di mezzo il potere, i soldi, la popolarità, l’interesse personale,ecc. che aiutano nelle interazioni intepersonali.

  3. L’equilibrio e l’apertura, Maria, agli altri è una meta da raggiungere. Non è una partenza.

  4. Marina, ti va Venezia? Andiamo a “Colle dell’Amor degli Amici”? Hai mai letto Corto Maltese?

  5. Vada per Venezia…oramai è un richiamo…mi sa che ci ha messo lo zampino la Sua Anima d’alchimista…
    No, non ho letto Corto Maltese, ma mi sono documentata sul Colle dell’Amor degli Amici, uno dei luoghi arcani di Venezia che magicamente catapulta in altre storie in altri luoghi!
    Io ci sarò, venerdì 8 maggio…e dopo andrò alla Libreria Iside e lì compererò il libro di preghiere alla Grande Madre che Le ho sentito descrivere una mattina di circa 2 anni fa su RAI 2…mentre Corto Maltese sarà ordinato e messo in lista d’attesa sul comodino.
    Un abbraccio.
    Acqua di Fiuggi…colica renale: ahi!
    Marina

  6. Professore,
    torno per informarLa di una simpatica iniziativa di un gruppo di giovani qui a Roma.
    Alle 19,00, Chiara è ritornata da una passeggiata in Centro con una delle sue “amiche speciali”: Elda. Elda è una donna grande e piena di entusiasmi (segno dei Pesci); è entrata in casa tutta pimpante e, mentre “sfornellavo” insieme con il mio severissimo aiuto cuoco Arianna, mi ha detto che veniva giusto giusto “da un abbraccio”… Pare che un gruppo di giovani, profumati e molto gradevoli nell’aspetto, si fossero piazzati a Piazza del Popolo all’imbocco di Via del Corso con un cartello con questa scritta: ABBRACCI GRATIS, anche in francese, tedesco e inglese.
    Lei e Chiara sembra che si siano fondate (una più folle del’altra….) ma Elda mi ha detto che molte persone, invece, restavano irrigidite ed alcune, addirittura, si dimostravano molto seccate e infastidite da questo tipo di “apertura…di braccia e cuore”.
    Dice Elda che forse sono ragazzi della facoltà di Sociologia…è proprio vero che i giovani sono meravigliosi in questo e come al solito quando affermo una cosa vera finisco per commuovermi, SNIF…
    Professore, Lei mi perdonerà, io ho 45 anni e Le devo confidare che non riesco proprio a ricordare di aver mai conosciuto un vecchio/vecchia che fosse veramente buono/a.
    Mi pareva carino dirLe di questa iniziativa, specialmente qui, su questo post.
    …..notte.
    Marinariannachiara…elda

  7. Marina spiaggiachiaranna, con Corto Maltese parti dall’inizio, ovvero dai primi fumetti e poi via via tutto il resto. anzi, comincia da “corte sconte detta Arcana”, vedrai, le porte che consentono di entrare in un’altra storia, in un’altra vita. Pratt era un incantatore a disegni.

  8. Marina, arienna, chiara, elda, quanto mi sono immaginato di stare in cucina con voi. abbracci gratis è troppo bello.

  9. Ma Ma dove andate voi? Marina e il cioccolatoso? Senza me? A venezia? Bene bene.!! Allora non mi resta che….ritirare tutti i miei abbracci gratis. 🙂 scherzo! marina dai sei troppo giovane x incontrare vecchietti buoni! Io invece sono una che sta sempre tra i giovani che sono straordinariamente meravigliosi! Però ho avuto modo di incontrare dei vecchietti/e dal cuore di bambino/a … sono deliziosi! Ma non tutti !!! Baci e abbracci e aspetto una foto dal colle d’amor degli amici! Domani sono a roma Marina! ! ! Ciao

  10. Pratt parlava di “calle”. qui, per colpa dei miei pasticci al cioccolato con la tastiere, i rendo conto che è diventato “colle”. Una premonizione? baci nella.

  11. prof mio carissimo …sapevo che era “calle” infatti diverse viuzze veneziane sono appunto calle….era giusto per regalarvi un sorriso Il sorriso è x me la migliore arma di difesa per non cadere nel buio! È linfa vitale per la mia anima! Ho un forte richiamo interiore nel sentire e vedere dentro di me solo i colori dell’arcobaleno (su un colle),che mi ricarica di ogni bene (dell’amore), da trasmettere a largo raggio a chi amo (degli amici)….questo è il mio pensare e fare positivo! ! Sa prof ieri sono stata a roma per lavoro, mi trovavo vicino campo dei fiori e ci sono andata, davanti a Giordano Bruno, ero ferma immobile ho sentito dentro di me una voce che mi parlava, era dolcissima soave , sono andata via di lì serena! Appunto una premonizione? Prof un bacio e un mazzo di “Calle profumatissime” … Ah dimenticavo a campo dei fiori ho acquistato delle spezie x fare il cioccolato speziato! 🙂 🙂

  12. Cara Nella, torna al momento in cui sei stata davanti al Maestro e lasciati fruire una immagine interna e poi osservala. Non ne fare parola con alcuno. Custodiscila. Poi ne arriveranno altren (IMMAGINAZIONE ATTIVA)

  13. Infatti prof. Non si può descrivere, tutto è custodito dentro di me! Ci ho provato e ci proverò sempre…sono immagini interiori e spesso mi capita di avere una nitida rappresentazione durante il sonno…. attraverso i sogni emergono! Si trasformano in voci che dettano in parole quello che si prova con le emozioni esterne…! Sono una persona serena, serena con me stessa e con il mondo esterno , x me tutto è molto bello! Bello, vero e buono! Vi voglio bene! Un bacio

  14. NELLA,
    sei stata a ROMA…peccato il non aver preso un tè con te… Io a VENEZIA ci vado, Cielo volendo, con i due Angeli, un’amica e un’amichetta di Arianna e, spero, con un “aiuto”.
    Ma vecchietti chi? A chi ti riferisci? Attenzione con questa parola, a me fa ridere benevolmente ma se la dici a mia nonna….apriti Cielo e sprofondati Terra! Fulmini e Saette! Che tipa, il mio vecchiardone!
    C’è un’altra cosa dal 7 Aprile al 14 Aprile saremo a PARIGI, Disneyland, CHARTRES…(quest’ultima ce l’ho infilata, prenderò un treno il “Lunedì dell’Angelo”…guarda caso…). Seguo le indicazioni dell’apprendista, dell’apprendista…sono sempre stata così: una spugna, una gazza ladra, un’antenna parabolica, un cae da caccia. Non è necessario ripetermi la stessa cosa due volte, tranne che con la questione di KORE, che poi è diventata TRILLY e che, invece, adesso mi rendo conto che era proprio KORE. Seguirò la mia propensione all’ascolto, quindi, che altrimenti perdo tempo.
    Se, poi, qualcuno vuole unirsi all’allegra combriccola, sul Colle dell’Amor degli Amici, sappia, in anticipo, che in quel gruppo sono presenti Angeli messaggeri della realtà invisibile…l’unica vera realtà. Per gli atei: percepiamo solo il 5% di quanto ci circonda…ma io mi riferisco a qualcosa che sovrasta e si compenetra a quel restante 95%.
    Triade in movimento…in progres.

    PS: io non sono un’Angelo, sono l’eterna fanciulla…

  15. Liquefarsi sorridendo. (Tutti noi volgiamo tornare a casa)

  16. Gentile Gabriele,
    gironzolando per i post mi è tornata in mente una questione. Un mio amico, quando viaggiavo con mio marito, mi chiedeva spesso perché sceglievamo certi posti, insinuando qualcosa che allora non afferravo bene. Per quanto concerne me personalmente, c’è un posto dove mi sento sempre ‘a casa’ – superfluo spiegarle cosa significhi. Mi ci sono recata ogni estate, e non solo, per una decina d’anni. Secondo lei è una semplice passione, si tratta di bei ricordi di famiglia e vacanzieri – oppure le brume del nord europa nascondono una mia qualche ‘origine’ (inimmaginabile, poiché sono siciliana)?? Impaziente dei suoi pregevoli commenti!

  17. Possibile, Simonetta! (Questa emozione, a me, la suscitano le Dolomiti)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...