Angeli e demoni (2)

Nell’epoca ellenistica e, successivamente in quella cristiana, il dualismo fra il bene e l’aspetto negativo del demoniaco divenne più pronunciato. Si cominciò così ad avere una popolazione celeste separata in due campi: i demoni e gli angeli, i primi schierati con Satana, i  secondi alleati di Dio. Sebbene tali sviluppi non siano mai stati interamente razionalizzati, doveva essere diffusa allora la convinzione che questo dualismo avrebbe reso più facile all’uomo tener testa ai demoni. Ma, se qualcosa viene acquisito attraverso questo dinamismo morale che contraddistingue l’epoca tardo ellenistica e gli inizi dell’era cristiana mediante la risoluzione della lotta fra il bene ed il male, nel dualismo fra demoni e angeli, molto va anche perduto. Va perduto soprattutto un aspetto importante e precisamente la classica concezione dell’essere visto come un tutto organico di potenzialità costruttive distruttive.

Rollo May

Annunci

8 Risposte

  1. Salve Prof. La Porta, ho letto volentieri ciò che lei ha pubblicato sul dualismo angeli e demoni, a tal proposito vorrei farle leggere una mia canzone riguardo questo argomento scritta non più di 2 giorni fa, che per coincidenza tratta proprio questo tema… mi farebbe piacere avere un vostro parere:

    Se fossi il diavolo mi darei in matrimonio
    per poter tradire con un bacio al plenilunio

    se fossi il diavolo amerei il piacere
    donne vino rosso scorre dolce come il miele

    ma se fossi il diavolo io non farei la guerra
    sennò come cazzo fai a goderti questa terra

    se fossi il diavolo indurrei in tentazione
    ma di me non c’è bisogno c’è il testosterone

    se fossi il diavolo non manderei all’inferno
    perchè mai punire i miei fedeli per l’eterno!?

    questa dannata contraddizione
    chi mi ha creato ha fatto un pò di confusione

    se fossi il diavolo sarei affascinante
    il mostro a tre teste se lo può tenere dante

    se fossi il diavolo mortalità infantile
    droga prostitute sfruttamento minorile

    no! se fossi il diavolo sarei meno banale
    il ruolo di monsignore vorrei interpretare

    se fossi il diavolo non ti farei ammazzare
    l’assassino vien da me ma tu vai dal creatore

    1-1

    non mi andrebbe di pareggiare
    all’apocalisse con più punti voglio andare

    questa dannata competizione
    dicono che non è un gioco ma c’è un vincitore

    il salvatore e il traditore
    e di cristo la passione

    al pacino e l’avvocato
    è di prada il mio vestito

    questi ruoli m’ hanno assegnato
    ma hanno un poco semplificato

    domandatelo al Pittore … un quadro senza ombre, è un quadro senza luci?

  2. caro proffi, siccome la mia ignoranza è immensità..ho letto a velocità laser alcune cose di Rollo May.
    Fa riferimento a Freud quando parlando di psicoterapia esistenzialista scrive in buona sostanza che Freud divide tra problemi reali e problemi stupidi, e cioè drasticamente aiuta il paziente facendo una bella cernita, e nello stesso tempo con il concetto di angelo e demone lui dice (May) che è impossibile credere di angelicare un percorso terapeutico , che questa roba (new age dico io) di elevarsi angelicamente non porti che a finire dritti “all’inferno” in un certo senso, percui io mi chiedo ma ci sarebbe un modo per definire piuttosto “il talento” di una persona nelle sue relazioni con l’ambiente e con gli altri invece che costantemente chiedersi quanto male c’è e quanto bene c’è? In quella persona?

  3. Che il Mattino t’ami in Eterno. Questo è l’augurio che a te rivolgo, Gabriele caro. Un abbraccio come l’arcobaleno…

  4. Grazie, carissimo. Baci baci

  5. Caro Carlo, la tua riflessione a “canzona” è molto interessante, può essere definita un inno ad Abraxas. Baci

  6. Il pittore Plasson, che per dipingere il mare usa l’acqua di mare…In “Oceano mare” di A. Baricco.
    …Dire il mare… oppure una parola qualsia del tipo “patatà”…
    Provare per credere…

  7. Cara map pina, mi trovo in accordo con te su diversi punti di vista. Però, tengo sempre a sottolineare la mia netta presa di posizione: il Male esiste, a volte è commisto al bene. Ma il Male assoluto non ha neppure una piccola frazione di luce. A volte, il Male può materializzarsi e poi svanire improvvisamente, come la soldataglia che cattura una donna col suo bambino. Prima la violentano, poi la uccidono e quindi tolgono la vita al piccino. Vanno via. Questa è la manifestazione del Male assoluto. Anche quando si allontanano il Male resta. Sono “presi” per sempre. Baci

  8. “Anche quando si allontanano il Male resta”….fa un po’ spavento questa affermazione..e una parte di me la condivide..potrà sembrare una domanda banale..ma c’è veramente un confine così netto fra bene e male?e gli Angeli..chi sono in realtà?per lei esistono angeli del male?ma poichè il male inganna..alcuni Angeli pure?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...