Anima Animae 11

Ancora un nuovo appuntamento con Anima Animae, la mia trasmissione in onda su Cinquestelle tv tutti i giorni alle ore 20:45 circa tranne il martedì, e con “Lo spirito del sesso” di Thomas Moore, ed. Sonzogno. Sarà, in questa puntata, proprio Afrodite Callipigia a ri-donarci la ricchezza del “corpo dell’amore”.

Annunci

16 Risposte

  1. Sei un angelo, Gabriele… un Iniziato!

  2. Sei molto caro, Luigi. Baci

  3. potessi, assistere ad una trasmissione di persona nel totale silenzio, ascoltare lei… di persona ove le energie tutte, parlano dai movimenti a gli occhi, dalle fiamme dei suoni del suo dire comprensibile a tutti, perfino per me! la sua alta vera Infinita Grandezza secondo me la più difficile, consiste proprio nell’arte del farsi comprendere, come l’acqua potente delle cascate ove ogni anima riesce a sentirne, percepirne le vibrazioni, la bellezza! Quando un uomo comunica come lei comunica, allora ha raggiunto L’umiltà… che è la grandezza dei saggi, dei sapienti! lo credo sinceramente, non le faccio un elogio bambinesco, anche se i bambini hanno meno barriere!!! Un Saluto… mio Professore… 🙂

  4. come la comprendo prof, infatti in un’altro post, ho scritto sulla potenza del vero Amore sia come atto, che come nel tutto!!! ove il tempo non più esiste ove avviene la ricongiunzione, divenendo una sola cosa, l’androgeno… ritrovato!!! il tutto in quell’Amore, quell’Amore nell’AMORE!!! ho qual Paradiso, che è stato!!!

  5. ero in ginocchio mentre ero in quello stato, meglio eravamo con l’Amata, perchè la magia si svela solo quando le due anime si fondono, si vive quella magia del due in UNO!!! viceversa, è altro!!!

  6. Bellissimo. Impossibile aggiungere altro che sia bellissimo allo stesso modo, con la stessa intensità e premura con cui ti rivolgi a chi ti ascolta.
    [non c’è nulla per cui la sincerità sia più pericolosa di quanto lo è per se stessa: può essere presa per qualsiasi altra cosa in qualsiasi momento per qualsiasi motivo]
    L’unica cosa che non mi mette a disagio aggiungere è questa canzone in cui, Sinéad O’ Connor, la Venere d’Irlanda, confida, con la tuonante delicatezza della suo voce, la più limpida delle gratitudini.

    Thank you for hearing me
    Thank you for loving me
    Thank you for seeing me
    And for not leaving me
    Thank you for staying with me
    Thank you for not hurting me
    You are gentle with me
    Thanks for silence with me
    Thank you for holding me
    And saying I could be
    Thank you for saying baby
    Thank you for holding me
    Thank you for helping me
    Thank you for breaking my heart
    Thank you for tearing me apart
    Now I’ve strong strong heart
    Thank you for breaking my heart

  7. Grazie, grazie e ancora grazie, Giuseppe carissimo. Baci

  8. il dentro è sempre nato, Professore prima d’ogni libro, lei lo sa meglio di me!!!!

  9. Buon pomeriggio CARISSIMO Giuseppe

  10. Ascoltando questa puntata, Prof, mi è venuta in mente “Piccola America” di Neruda… Gioiosità, sensualità, danza, vita! Narciso che è riuscito a raggiungere se stesso oltre lo specchio…

    Quando osservo la forma
    dell’America sulla mappa,
    amore, vedo te:
    le alture del rame sulla tua testa,
    i tuoi seni, grano e neve,
    il tuo fianco sottile,
    veloci fiumi che palpitano , dolci
    colline e praterie
    e nel freddo del sud i tuoi piedi terminano
    la loro geografia d’oro duplicato.
    Amore, quando ti tocco
    non solo hanno percorso
    le mie mani la tua delizia,
    ma rami e terre, frutti e acque,
    la primavera che amo,
    la luna del deserto, il petto
    della colomba selvaggia,
    la soavità delle pietre consumate
    dalle acque del mare o dei fiumi
    e il rosso intrico
    della fratta dove
    fame e sete stanno in agguato.
    Così la mia lunga patria mi riceve,
    piccola America, nel tuo corpo.
    E più ancora: quando ti vedo distesa
    vedo nella tua pelle, nel tuo color d’avena,
    la nazionalità del mio affetto. […]

  11. Caro professore, ascoltare le sue esperienze descritte in modo cosi’ dolce e’ bellissimo. Infatti l’ Amore che unisce due persone all’ unisono e’ il dono piu’ bello che possa capitarci. Avvertire l’ unione che ci accompagna a ogni sguardo e a quella condivisione d’ intenti, gioire della sua presenza, nel sfiorarsi le mani, del sorriso dell’ amato che riempie i nostri pori con la sua essenza; baciarlo per unire quel fuoco. . .percepire anche quando si e’ lontani questo Amore, questo stato di grazia.

  12. Eh sì, cara Laura… la tua descrizione è “perfetta”…

  13. Non scordarlo più in un Rimpianto di Gioia, d’aver Amato immersi NELL’AMORE!!!!

  14. …………………………………………….1993
    Quanti Angeli
    vi erano in quella
    stanza, quante ali
    aveva quel letto
    quelle le notti
    della grazia
    la Grazia dell’Amore.
    quanto ho pianto di
    gioia nel guardarti
    dormire, nello
    scolpire il tuo
    corpo già Scolpito
    quanto ho pianto
    della tua anima in
    me!
    ebbrezza del vino
    che il vigneto
    dell’Amore ci ha
    permesso saggiassimo
    abbondantemente
    il cuor pareva scoppiarmi
    sinuose labbra, sinuoso collo
    pennelli i tuoi occhi, freschezza
    il tuo riposo, elettricità le mie carezze
    incontenibile fiume di Bellezza
    incontenibile, pazzamente incontenibile
    quando dormendo con la mano mi cercavi
    quasi sapessi ero li ad osannarti, mi portavi
    per mano a rimettermi sdraiato accanto a te
    in un corpo solo s’abitava…
    la tua mano, il mio braccio
    portava a se cinturandoti in un abbraccio..
    diventando fiamma.
    Cosi M’addormentavo
    senza terreni pensieri,
    in quelle Notti Eterne!!!

  15. mi sentivo creatore
    di bellezza
    cosi come senza domande
    nell’immersione della stessa
    non vi sono Domande
    nell’Incanto D’Amore
    non vi sono Dubbi…
    Mia stella, mia luna…
    mio sangue servito
    nella coppa del cuore
    non moriremo mai
    poiché Amore ci ha
    resi Eterni…
    non importa se è passato
    per il tempo stupido di questa
    nostra esistenza, quel che è stato
    per sempre Sarà!!!! Sarai sempre L’amore
    sarò sempre l’Amore, lo so come tu lo sai
    e le bracci che ci stringeranno, dopo di noi,
    saranno un futile continuo, fatto di sola Umanità
    il Divino ci ha unito, L’amore ci ha esaudito,
    nell’Umano tornati, ma per sempre Noi due
    Immortalati!!!!

  16. perdonate la semplicità, del mio scrivere, perdonate la poca elaborazione delle mie “Poesie” che infatti io chiamo scritti! quel che Importa è aver Amato, ed esser stati Baciati DALL’AMORE, quell’Amore che realmente, frena ogni percezione di tempo, le aste dell’orologio vengono spezzate…. l’infinito appare finito nel senso, che viene colto pienamente, senza stupore, sentendosi Armoniosamente parte di tutto! Non importa se poi c’apparirà tutto come un sogno, se Ermes tutto rimescola,… quel che è stato Divino, non apparterrà mai alla Morte!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...