Sul conformismo

Al potere, come ci ricorda Nietzsche, interessa una società conformista, più facile da governare di una società  che, per effetto della cultura, pensa, e spesso è critica. La storia del Novecento, con i suoi fascismi, nazismi e comunismi, ha offerto truci e tragici esempi di società conformiste perché conformate col terrore. Società che poi sono crollate perché alcuni individui che le componevano intravidero anche altre forme di vita possibili, rispetto a quella dai regimi imposta, da conquistare anche al prezzo della vita. Oggi il conformismo non ha bisogno di quei mezzi truci e violenti per imporsi. Perché altre figure come l’egemonia della tecnica e l’egemonia del mercato impongono regole che non possono essere trasgredite, pena l’emarginazione economica quando non addirittura sociale. Questo conformismo, che neppure ha bisogno della violenza per imporsi, prende il nobile nome di “sano realismo”, per cui è “realistico” accettare senza esitazione qualsiasi lavoro precario, anche di breve durata, perché questo è quanto offre il mercato, divenuto il generatore simbolico di tutti i valori (non solo economici).

Umberto Galimberti

Annunci

7 Risposte

  1. Abbandono

    Volata sei, fuggita
    come una colomba
    e ti sei persa, là, verso oriente.
    Ma sono rimasti i luoghi che ti videro
    e l’ore dei nostri incontri.
    Ore deserte,
    luoghi per me divenuti un sepolcro
    a cui faccio la guardia.

    Vincenzo Cardelli

  2. Non asciugatevi, non asciugatevi,
    lacrime del sempiterno amore!
    Oh come a occhi che vanno asciugandosi
    il mondo appare squallido, smorto!
    Non asciugatevi, non asciugattevi,
    lacrime dell’ amore infelice!

    Johann Wolfgang Goethe

  3. il Prof Galimberti ha toccato un tasto molto dolente:il conformismoOggi cosa accade?Niente più principi condivisi cioè espressione di un consenso generalizzato,veritàNo! Menzogne considerate socialmente verità, piena affermazione di questi codici di vita sociale che non ammette nè deve ammettere persone di diversa opinione perchè si genererebbero eresie che vanno combattute con un sistema di efficacia immediata perchè mediatica:costruzione del fango.Si potrebbe continuare,ma il raccontare non è utile,è invece importante capire,non certo oggi,sino a qual punto il virus della menzogna entrato nel codice comportamentale avrà conquistato il cittadino italiano

  4. …Alfredo, sottoscrivo il tuo pensiero, ma mi viene una domanda, forse un pò banale, ma nella mia mente è in asse con le affermazioni di Galimberti.
    Il conformismo nella società odierna è qualcosa che ha quasi annullato gli individualismi e con esso l'”unicità” del singolo e le sue specifiche potenzialità…ma non ti pare che, sebbene con altri mezzi e in altre maniera, anche in altre epoche storiche vi sia stato un vero e proprio conformismo “imposto”, magari con la forza e la violenza? Per citare solo una tra le tante epoche basta ricordare il periodo della Santa Inquisizione! Insomma mi pare che fin troppo spesso gli uomini, per paura, pigrizia, forse anche una certa comodità psichica che facilita uniformazione, per denaro si siano sottomessi al conformismo.
    E poi, in ogni epoca l’anti-conformisma è sempre stato additato dai poter temporalie enon, come un eretico, un folle….
    nonostante ciò io sono fiera del mio anti-conformismo….e quando mi definioscono “folle” comprendo di essere me stessa e essere sulla strada della mia unicità di essere umano.
    Baci

  5. Per tutti NOI, che crediamo in noi stessi e nei nostri sogni….. che crediamo che la nostra vita sia la nootra più vera poesia…
    una canzone che è …una poesia!!!

    Roberto Vecchioni “Sogna ragazzo sogna”

    E ti diranno parole rosse come il sangue,
    nere come la notte;
    ma non è vero, ragazzo,
    che la ragione sta sempre col più forte
    io conosco poeti
    che spostano i fiumi con il pensiero,
    e naviganti infiniti
    che sanno parlare con il cielo.
    Chiudi gli occhi, ragazzo,
    e credi solo a quel che vedi dentro
    stringi i pugni, ragazzo,
    non lasciargliela vinta neanche un momento
    copri l’amore, ragazzo,
    ma non nasconderlo sotto il mantello
    a volte passa qualcuno,
    a volte c’è qualcuno che deve vederlo.

    Sogna, ragazzo sogna
    quando sale il vento
    nelle vie del cuore,
    quando un uomo vive
    per le sue parole
    o non vive più;
    sogna, ragazzo sogna,
    non lasciarlo solo contro questo mondo
    non lasciarlo andare sogna fino in fondo,
    fallo pure te..
    Sogna, ragazzo sogna
    quando cade il vento ma non è finita
    quando muore un uomo per la stessa vita
    che sognavi tu
    Sogna, ragazzo sogna
    non cambiare un verso della tua canzone,
    non lasciare un treno fermo alla stazione,
    non fermarti tu…

    Lasciali dire che al mondo
    quelli come te perderanno sempre
    perchè hai già vinto, lo giuro,
    e non ti possono fare più niente
    passa ogni tanto la mano
    su un viso di donna, passaci le dita
    nessun regno è più grande
    di questa piccola cosa che è la vita

    E la vita è così forte
    che attraversa i muri per farsi vedere
    la vita è così vera
    che sembra impossibile doverla lasciare
    la vita è così grande
    che quando sarai sul punto di morire,
    pianterai un ulivo,
    convinto ancora di vederlo fiorire

    Sogna, ragazzo sogna,
    quando lei si volta,
    quando lei non torna,
    quando il solo passo
    che fermava il cuore
    non lo senti più
    sogna, ragazzo, sogna,
    passeranno i giorni,
    passerrà l’amore,
    passeran le notti,
    finirà il dolore,
    sarai sempre tu…

    Sogna, ragazzo sogna,
    piccolo ragazzo
    nella mia memoria,
    tante volte tanti
    dentro questa storia:
    non vi conto più;
    sogna, ragazzo, sogna,
    ti ho lasciato un foglio
    sulla scrivania,
    manca solo un verso
    a quella poesia,
    puoi finirla tu.

  6. ciao Bea quanto hai scritto condivido pienamente.Io sono stato sempre anticonnformista perchè non mi piacciono nè le cariche nè gli onori.Godo una certa stima nel mio ambiente e noto che anche contattando le varie persone via internet condividiamo interessi e pensieri affini.La rubrica di Gabriele della Porta è per me una fonte di ricchezza e segui anche altre rubriche dove all’occorrenza contesto.Bea sono contento contentissimo di sapere che tu esisti bacioni alfredo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...