Il sonno del corpo desta l’Anima

Ogni giorno Tu affranchi i nostri spiriti dai corpi
rendendoli lisci come tavole piallate.
Ogni notte apri agli spiriti la loro gabbia,
senza che dominino o che vengano dominati.
Di notte il recluso ignora la sua prigione,
così come di notte il re non sa d’essere sovrano.
Nessuno si cura di quel che perde o di quel che guadagna,
nessuno pensa a questo oppure a quell’altro.

Simile è lo stato del sapiente, anche da sveglio.
Dio dice: “Pensi ch’egli sia sveglio,e invece dorme.”
Quanto alle cure mondane, egli dorme notte e giorno,
e scorre come penna in mano allo scrittore.
La mano che verga lo scritto neppure la vede.
Colui che non vede la mano mentre muove la penna
suppone che sia il moto della penna a causare lo scritto.

Se il sapiente divulgasse i dettagli di questo stato
la gente comune sarebbe privata in perpetuo del sonno.

La sua anima vaga in un deserto che non ha eguali:
sia l’anima che il corpo trovano una pace perfetta.
Non desidera più nè bere, nè mangiare,
come un uccello sfuggito alla gabbia e alla catena.

Quando però lo riattaccano alla catena
è allora che chiede aiuto all’Onnipotente.
Jalaluddin Rumi

 

8 Risposte

  1. L’augurio di una Felice giornata, caro Gabriele…

  2. Rumi. Un Uomo degno di essere chiamato Uomo!

  3. “…Se il sapiente divulgasse i dettagli di questo stato
    la gente comune sarebbe privata in perpetuo del sonno…” : imparerebbe l’arte dell’introspezione, attraverso le Immagini, Arte della Memoria… 🙂
    Il sapiente è l’ Immagine dell’archetipo, elemento vivo della psiche che acquista nel Sè/ deserto/ ventre materno e vita vissuta/ punto di partenza e di arrivo, i caratteri essenziali della bipolarità: conscio-inconscio, giorno-notte, veglia-sonno,… mano-penna … Il suo corpo e la sua mente sono sincroni, senza tempo, in quel “deserto”; in quel deserto mette ordine e a lui “sono soggetti sia la psiche di colui che conosce, sia ciò che è conosciuto nella percezione”.

  4. Caro Luigi, ricambio lo stesso augurio. Con affetto.

  5. Buon Giorno Carissimo Prof. Gabriele
    il sonno è il portale spazio/temporale che se saputo controllare, può permette alla fenice di volare coscientemente nei mondi soprasensibili.

  6. Carissimo Prof. Gabriele,
    su certe tematiche, se ritiene opportuno, la pregherei benevolmente di correggere il mio dire/affermare se non è in sintonia con il suo pensiero.

  7. Raffaele carissimo, puoi esprimere e dire ciò che vuoi, anche se non è in sintonia con il mio sentire, ovviamente sempre nel rispetto reciproco. Baci

  8. Meravigliosa poesia, il poeta che scrive spinto da impulso divino. La catena . . . lo zodiaco, i suoi segni e il passaggio dall’ uno all’altro per poi ricominciare. . .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...