Subpersonalità

Le diverse autoimmagini che noi abbiamo di noi stessi costituiscono altrettante nostre personalità. In psicologia si parla di subpersonalità. Ognuna a seconda degli ambienti in cui ci troviamo… Con tutte le persone e le situazioni con cui si viene a contatto. Situazioni diverse, personalità diverse, autoimmagini diverse.”

Giulio Cesare Giacobbe

Annunci

19 Risposte

  1. Vero. Capacità più o meno inconscie di adattarsi alle situazioni,agli eventi,a tutto ciò che si capta e mette in moto la personalità affermata o rinvigorita per aver raccolto il Visibile e il NoN visibile come carta assorbente e fatto cammino proprio via via verificato o semplicemente scartato come fattore d’intolleranza.
    Bianca 2007

  2. Secondo le tradizioni ermetiche si parla di anima frammentata e molteplicità dell’Io. Di diversi Io che hanno vita propria ed autonoma e che vanno in conflitto. La Via consiste nel diminuire questi Io, dando loro un’adeguata regia, che che vada nel senso dell’unità e della coerenza. Ma è tutt’altro che facile…

  3. Molti autori moderni e antichi parlavano di tante piccole personalità, tanti piccoli io, che tendono ad andarsene per conto loro, abbastanza senza controllo….importante sarebbe riunificarli sotto un IO più grande e maturo che decide consapevolmente quale personalità manifestare nelle diverse situazioni…

  4. E’ possibile Immaginare il “movimento”, il divenire, il maturare in Anima, attraverso le diverse “subpersonalità”, manifestazioni dell’esistenza stessa, di una crescita. Il Daimon, il “carattere”, governa questo traffico, che si ingorga quando non è possibile ascoltare la sua voce… e qualcosa ha impedito di “creare se stessi senza fine”.
    Mi chiedo, quindi, se le subpersonalità siano l’evolversi, nella trama, dello stesso mito.

  5. Scusatemi TANTISSIMO, ma penso ripenso ed ancora penso di non pensare affatto che la psicologia possa svelare ancora i misteri dell’IO SONO UNO NESSUNO E CENTOMILA….. Oltre al corpo, oltre ai vari gusci di protezione eterici o animico/spirituali, che sono vere e proprie autonome entità energetiche, nella stessa misura in cui lo sono ogni particella di energia, ogni cellula, ogni organo ogni corpo emozionale mentale o cinestetico….. quando ritorniamo in questo materiale mondo, altre entità in fusione eterica ci accompagnano…LUX di altri universi, di altri piani di coscienza….. Pensate proprio che siamo gli unici esseri senzienti di tutto il creato? O che la vita intelligente sia sola biologica come la nostra?…. Un’altra cosa che viene facilmente trascurata dalla stessa psicologia (a mio avviso ancora infantile per capire gli infiniti microcosmi di ogni essere) …. sono le FORME PENSIERO…. anch’esse vere e proprie entità che in qualche modo influenzano celatamente la stessa individuale personalità così come EGREGORE influenzano tutta una a coscienza collettiva di un una città di un paese di una nazione… Per non parlare dei tanti DISINGARNATI che essendo poco evolute, ancora vagano nel basso astrale, e per tanto ancora assai attratti dalle basse energie di questo nostro materiale mondo a tal punto da emanare influenze energetiche che per la legge di attrazione/repulsione entrano in risonanza di affinità con tante ancora loro pari anime inevolute. Così come anche se di ben altra natura solo le LARVE o ii GUSCI ENERGETICI ecc.. che come vampiri cercano di attingere energia EMOZIONALE da una personalità ancora inevoluta…

    Cosa pensate che siano i VALODORES?

    La consapevolezza, non di una individualità personalizzata, che a mio avviso è solo un attore, in una necessaria parte esistenziale, ma dal grado di coscienza cosmica risvegliata, dall’osservatore/spettatore trascendentale dell’essere IO SONO… dipende tutta la propria raggiunta conoscenza/scienza e soprattutto da quanto cuore si è espanso lungo il sentiero evolutivo della vita fisica o ultraterrena (in questo o in altri mondi, reami o piani di coscienza) , che prima o poi conduce ogni pellegrino alla fonte della sua propria personale individuale Indefinibile Monade o SE’ superiore…

    Insomma.. per me, quest’auto immagine non è altro che una semplice (un quasi istintivo) adattamento di atteggiamenti comportamentali che l’essere attua in funzione all’ambiente e che a mio avviso non hanno nulla a che vedere con la stessa personalità…

  6. Penso che ognuno conservi in se’ i ricordi relativi alle esperienze vissute durante le diverse età, e che queste, col tempo, costituiscano le molteplici personalità facenti parte del carattere di ogni persona.
    Ad esempio possiamo diventare, anche se, pure per poco: bambini, guardando un cartone animato, oppure reagire da eroi davanti ad un’aggressione, o ancora, rimanere insensibili al grido di qualcuno in difficoltà, magari solo per paura… In sintesi, suppongo che, i personaggi non sono altro che il riflesso dei sentimenti, che in noi, risvegliano i ricordi assopiti, di esperienze acquisite.

  7. “mi si fa sempre più chiara e più viva l’ipotesi che in conclusione tutte le forme delle piante si possono far derivare da una pianta sola”…

    “perchè in tanta ricchezza di vegetazione non dovrei scoprire la Urpflanze, la pianta originaria…?” (Goethe)

    …Con il modello e la chiave di questa pianta primitiva “si potranno inventare piante all’infinito, conseguenti, vale a dire che potrebbero esistere nella realtà, non ombre o parvenze pittoriche o poetiche, ma avranno una verità e una necessità interiori”: il rispecchiamento dell’unità nel molteplice e del molteplice nell’unità, la stretta unione tra materiale e spirituale, in un’immagine che rappresenta la possibilità di sviluppo dell’uno che non è perciò qualcosa di statico e immoto.

  8. “E’ impossibile , e la mia più intima vita si ribella, s’io voglio pensare che noi ci perdiamo.
    Io andrei errando millenni fra gli astri, mi vestirei in tutte le fogge, in tutti i linguaggi della vita, per incontrarti ancora una volta. Ma penso che ciò che si assomiglia si ritrova presto.”

    Holderlin – Iperione

  9. Penso che la personalità di ognuno sia composta dall’insieme di “io”. Gli “io” costituiscono le differenti sfumature di colore che costituiscono il dipinto in cui ci identifichiamo quotidianamente.

  10. Caro Rafeluzzzzzzu, giorni fa, leggendo i tuoi eruditi post, ti ho chiamato Profeta. Tu mi hai risposto, che non lo sei.

    Ed io non sono d’ accordo, SEI UN PROFETA, ANZI DI PIU’.

    Hai scritto che a tre anni conoscevi tutta l’ opera dello Steiner ;hai scritto che a 14 anni avevi previsto, questo disastro economico e questa Italia dominata da una morte continua; hai scritto che 2000 anni fa eri presente, all’ avvento cristico, sulla terra.. ; hai scritto che lo Steiner era tuo fratello.. , hai scritto che nell’ era mitologica, eri Achille; poi sei stato Schubert e hai composto l’ Ave Maria; ci insegni che Cristo non è morto ed è tutta un’ invenzione… , tu eri presente… , che oltre questo pianeta, ci sono altri dii, altre vite eccc, ecc.

    Rafeluzzzzzu, per me oltre ad essere un Profeta, sei un Iniziato.

    CONOSCI TUTTO, IO DI FRONTE A TE MI SENTO UN NIENTE, MA SOPRATTUTTO MI SENTO UNO SPIRITO CHE NON CONOSCE L’ EVOLUZIONE INTERIORE E I VERI MISTERI DELLA VITA E DEL COSMO.

    Ora ti faccio una domanda, terra, terra; una domanda che ti farà ridere, insieme a tantissime e altissime menti che viaggiano, su questo blog…. .

    Don Rafeluzzzzzzu, caro; se venisse da te, una persona, in quanto entusiasmata e travolta dal tuo profondo sapere e ti dicesse, che ha problemi interiori, soffre di paure, a volte pensa al suicidio, è fragile di dentro, le difficoltà della vita la dominano ; non riesce a trovare una via d’ uscita al suo dolore; non ha fiducia nella psicoanalisi, non ha fiducia nella guarigione dell’ anima, purtroppo, ha una crisi, di pensiero, che non riesce a capirla

    Tu grande veggente, per dargli una mano, a costui- costei, cosa gli risponderesti ? FAMMI CAPIRE !

    Grazie Maestro ! Un saluto alla Sthephane femminile.

  11. Carissimo Luiggggione TI PREGO di insultare (le alte definizioni) innalzandomi con queste altisonanti qualificanti elogiative definizioni perché alla fine sono uno come tanti 😀 Semmai, forse e di sicuro un po più tosto degli altri per la mia innata trascendentale guerriera natura, che in qualche modo si è anche bagnata di qualche barlume illuminante di antica memoria vissuta e risvegliata / rivelata. Come ogni persona che manifesta il SINCERO cuore senza pretese, innanzi tutto gli parlerei della sua divina immortalità, del perché e dello scopo della vita, e come risvegliare un po di questa consapevolezza, di questa luce interiore, soprattutto rivolgendosi alla sua preziosa invisibile guida spirituale. Magari gli suggerirei come fare…. gli parlerei del pensiero positivo che riesce a plasmare ogni paura come ogni desiderio.. così come gli parlerei della vera libertà dell’essere che non è quella che si mostra in superficie con tanti illusori depistanti offuscamenti, perché alla fine…. per quanto spesso la natura umana si rifiuta di accettare o di affrontare certe difficoltà come certe verità… tutto quello che ci accade nel bene o nel male sono veri celati saggi insegnamenti.. perché alla fine.. TUTTO E’ BENE NELLA CREAZIONE… con queste semplice deduzione/affermazione, forse sarebbe bene non dire proprio niente, perché ognuno alla fine ha un suo proprio personale sentiero da affrontare e da contemplare. E non mi chiedere perché io spesso parlo di certe cose perché per quanto io possa avere e manifestare quella forza dell’amore che mi viene dal mio personale Angelo della Presenza… ti ricordo e non lo nego che il mio forte ribelle Daimon è un guerriero di altri piani di coscienza…. Nell’universo esistono le divine caste spirituali che niente anno a che spartire con le nostre caste sociali / politiche o religiose. Qui, in questo piano, l’unica forza che possiamo mostrare è quella del CUORE, ma non di un cuore addormentato, o addolcinato, addottrinato o sottoposto alle basse facili influenze di natura psicologica, sia nel sociale, sia nella politica o nell’economia così come e soprattutto nella natura religiosa. Ti ricordo che tutte le grandi religioni di questo mondo sono state create dagli uomini e non da gli esseri superiori che sono ridiscesi in questo mondo per tante evolutive celate finalità, Ti parlo di quel SINCERO CUORE amorevole, altruista, compassionevole e soprattutto spontaneo e consapevole, così come ti parlo per necessaria contraddizione anche di un cuore coraggioso, pronto a donare se stesso per gli altri così come anche pronto a morire come anche ad ammazzare SE NECESSARIO per amore di pochi o tanti…. Ma come dicevo, questo cuore richiede anche consapevolezza della propria divina immortale coscienza non solo umana o extraumana, ma soprattutto cosmica. La vera libertà, come il vero amore o la vera saggezza è sempre una riscoprente conquista che deve passare per forza di causa/effetto per ogni via soprattutto pratica…..

  12. Carissimo Luiggggione 😀 è ovvio che intendevo dire … “ti prego di NON insultare….le alte definizioni, quali “veggente”, “iniziato” o quant’altro “Don”.. E poi, anche se non ne hai memoria, chi ti dice o chi ti potrebbe mai negare così come anche affermare che anche tu, in questo mondo, non abbia già avuto dei veri insegnamenti o di aver raggiunto la maestria del genio o dell’eroe ? Pensaci, e chissà che qualche giustificante ricordo non affiori dai celati e mai nascosti meandri della tua divina coscienza anche dalla tua dura testa (mente) che pensa ancora che la vita sia solo una ed una sola…. Sai, debbo confessarti con tutta la sincerità di questo mondo, che qualsiasi natura guerriera degna di essere chiamata tale, deve per forza di causa essere iniziata anche e soprattutto ai piccoli così come anche a grandi misteri… Misteri che in effetti sono solo una maggiore cosciente consapevole CONOSCENZA SCIENTIFICA che per un processo quasi naturale, spesso insipientemente certe verità sono stati classificati come “metafisico”, “miracolo” o definiti anche come “magia” finché nel tempo più proprizio per accoglierle, non è stata riscoperta la sua vera natura/essenza o legge naturale. Ora come ti dicevo.. senza quelle giuste conoscenze, ogni guerriero, ogni diavolo, ogni santo, ogni giusto così come ogni viandante di questo mondo soccomberebbe facilmente a tantissime forze oscure senza quella giusta conoscenza che gli permettono di superarle. Le paure, la mancanza di stima, l’inconsapevolezza ecc. sono tutti figli che nascono dalla non conoscenza… Ti faccio notare, così come è osservabile anche in qualsiasi ecosistema del nostro mondo che tutta la realtà che ci circonda (soprattutto quella invisibile alle nostre percezioni ordinarie) così come l’intero universo manifesto è ALTAMENTE PREDATORIO… è quello che bisogna controllare in ogni tempo, in ogni spazio, in ogni luogo, in ogni mondo, in ogni galassia così come in ogni essere è proprio L’EQUILIBRIO… E’ se la forza da contrastare è maggiore, vuol dire che nella prossima esistenza l’essere consapevole del suo stesso tracciato sentiero, prima o poi sarà iniziato a quella conoscenza… Che ci vuoi fare, non l’ho inventato io questa divina giusta legge mirante alla propria o all’altrui sopravvivenza… Che ci posso fare se ognuno ha un imprinting, una via, un raggio, uno scopo, una luce maestra a cui è aggregato…. Così come con tanta incredula superficialità ho sempre sostenuto che anche se sono l’ultimo del carro, faccio parte dell’Ordine dell’Arco un sacro ordine istituito dal grandioso interstellare THOTH ovvero da colui che in questo mondo ha avuto tantissimi nomi in tantissimi ruoli così’ come fu identificato anche e soprattutto come l’ ARCANGELO RAFFAELE… così come ti ricordo che per nulla al caso… mi chiamo Raffaele… Ti ricordo anche cosa ho detto un giorno in questa preziosa casa…. perché TUTTO E’ VIBRAZIONE nell’universo manifesto così come lo è negli atomi aggreganti, nelle cellule ed in tutto il micro cosmo di ogni dormiente angelico essere….. Anche le parole sono vibrazione, anche l’intuito è vibrazione anche l’immaginazione è vibrazione…. ANCHE IL PROPRIO SANTO NOME E’ quella particolare propria/unica innata vibrazione che prima di radicarci nel proprio nuovo corpo, nella propria nuova (celata è già potenziale) forma che ci avrebbe condotto a quella incosciente individuale personalità (che come ho già espresso, meglio sarebbe dire “pluripersonalità”) …., con silente alta voce abbiamo suggerito all’orecchio dei nostri genitori condizionandoli nella scelta del proprio nome…. Per la Santa legge dell’Ottava, ci sono una infinità di vibrazioni di vibrazioni (7 elevato a 7 all’infinito) ed ognuno ha la sua già unica stampigliata rata armonica, una firma molto profonda dentro di sé… Quello che oggi si sta cominciando a comprendere nel campo unificato delle vibrazioni, che in qualche modo ci collega tutti nei modi più belli…. è una risata…perchè questa è una delle più belle grandi vibrazioni esistenti in tutto l’universo… IN PRINCIPIO C’ERA UN SUONO ED ERA UNA RISATA… Una “risata” che ha creato ogni cosa ed era la più bella espressione della grande vibrazione della luce che abbiamo portato sul pianeta terrà. Hahahahaha 😀 perché pensi che ho anche affermato….. forse è meglio ridere su queste affermazioni che morire senza sapere 😀 hahahahah 😀 Dai unisciti, ridi insieme a me… devi credermi è la cosa migliore più bella ed assai più saggia che l’essere umano possa sperimentare sia a livello fisico/biologico/ emozionale/ sia a livello energetico/eterico/animico e spirituale .. hahahahaha 😀

  13. Raffaele, resta fermo così… : così, sì, che ti faccio una foto e con questa vado in giro a cercare un dottore dell’anima. Se non corrisponde a questa foto non permetterò che mi sfiori l’anima nemmeno gratis. Se la scienza non è aperta all’inspiegabile ragione per cui tu sei qui già da 2000 anni, ma crede negli ufo; se la religione invita l’umanità a fare dei miracoli ritualizzando nella storia la figura del Cristo per trascendere se stessa; perchè io non potrei avere fede nelle mie capacità di attraversare l’esistenza senza falsi profeti? Grazie per la foto, ovunque ti nasconderai, sappi che ti scoverò soltanto per dirti: – Grazie, per la foto! Ma c’era bisogno di sacrificare una mutina per farti riconoscere al tuo ritorno e adunare davanti a te i tuoi amici? Vedi, io sono la prova che è sopravvissuta e che ti aspettava soltanto per dirti grazie per la foto! – 😀

  14. Gli “Io” offuscano la “Coscienza.

    A proposito del Daimon e della Coscienza…

    Penso che il Daimon sia il nostro allenatore interno. Egli agisce come un istruttore che ci invita a seguirlo sul ring dove ogni volta ci pone di fronte un pugile con caratteristiche differenti.
    Il Daimon ci sprona a combattere. Noi dobbiamo avere l’intuito per sentire la sua chiamata e anche il coraggio di seguirlo sul campo di battaglia.
    Però, penso che chi combatte siamo noi, mentre il Daimon ci osserva.
    Egli ci porta sul ring dopo aver preparato per noi la sfida, ma poi lì abbiamo bisogno dell’assistenza del nostro Essere che possiamo richiamare solo attivando la nostra Coscienza superiore.
    La Coscienza superiore può essere attivata progressivamente anche cadendo per poi subito rialzarci e ricominciare la lotta.
    Credo che solo tramite la Coscienza superiore possiamo vedere l’avversario di turno nelle sue vere sembianze, spogliandolo dei coaguli psicologici con cui si presenta a noi, ora con le piume del pavone ora con le squame del coccodrillo. Con gli occhi della nostra Coscienza superiore possiamo guardare la nostra Medusa senza essere da lei pietrificati né affascinati.
    Dentro di noi c’è un intero affascinante mondo che, però, se seguissimo il Daimon “ciecamente”, potrebbe apparirci come un labirinto dal quale difficilmente ne usciremmo.
    Dunque, il Daimon ci offre la possibilità di ri-salire in noi stessi … col pericolo di scendere.
    Del resto, rintanarsi, rifiutare la vita e le sue difficoltà vorrebbe dire non approcciare nemmeno il bordo del ring.

  15. Grazie Carissima Valeria 😀 non ti scodare le sante parole…. SARO’ CON VOI FINO ALLA FINE DEI TEMPI COSI’ COME LO SIAMO STATI GIA’ FIN DALL’INIZIO DEL TEMPO…. non solo 2000 e passa anni fa, ma praticamente da sempre, dai tempi di Lemuria, dai tempi di Atlantide… così come anche ai tempi assai remoti in cui esisteva il pianeta TIAMAT…. Che bella storia è la storia dei mortali ma immortali divini umani 😀

  16. Raffaè, nun t’allargà, però! 😀

  17. Carissima Valeria 😀
    Assai giusta e saggia è la tua osservazione…. Però è anche vero ed innegabile che una volta compresa, sublimata ogni limitata realtà che si manifesta in ogni spazio/tempo lineare circolare e verticale… allora non ci sono più limiti che possono incatenare, limitare, privare o circoscrivere ogni vibrante libero immortale multidimensionale cuore 😀 hahahhaha 😀 E’ sempre valido quel detto…. mi illumino d’immenso perché celatamente e divinamente, immenso è l’essere spirituale che si mostra e va in manifestazione in ogni piano della consapevolezza…… 😀

  18. Ah, allora faccio la pedante anche io… 😀
    Certo: quando l’uomo fa esperienza con la Totalità, con l’archetipo, lo spazio e il tempo sono sincronici, forme a priori non dell’esperienza possibile per l’uomo, ma dell’esperienza in generale, sono quindi relativizzabili, parametri elastici, che superano la dogmaticità, e questo gli consente di rilevare l’oggettività empirica dell’illuminarsi d’immenso dell’anima…. Questa me la scrivo… Mi scrivo anche che quando mi illumino d’immenso sono “vestito” del mio Daimon e la coscienza superiore non può che restare a bocca aperta, pietrificata.

  19. 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...