Con un sorriso…

“Tutti devono uscire di scena un giorno e quello non deve essere un momento di angoscia, bisogna andarsene con un sorriso e un inchino ma, per farlo, serve molta preparazione. Lasciare tutto ciò che si è ottenuto e accumulato durante una vita intera è un compito molto duro quindi preparatevi sin d’ora scartando, uno dopo l’altro, tutti gli attaccamenti alle cose. Voi vedete molte cose nei sogni e potete anche avere potere e posizione eppure, quando vi svegliate, non piangete per averli perduti anche se erano molto reali e vi davano gioia e soddisfazione vere; voi dite a voi stessi “Era solamente un sogno” e continuate a vivere normalmente. Cosa vi impedisce, durante lo stato di veglia, di trattare con la stessa indifferenza tutto ciò che avete raccolto? Coltivate un atteggiamento simile e, quando il sipario si chiude, lasciate il mondo con un sorriso !”
(Sai Baba)

Chi sono io?

“Voi avete capacità latenti immense che aspettano di essere usate, avete molti talenti che devono essere portati a manifestazione, sentite l’urgenza di amare tutti gli esseri, di dividere la gioia con i vostri simili, di conoscere di più e soddisfare la curiosità dell’intelletto, di affacciarvi al di là dell’angoscia e degli interrogativi che la Natura induce.
Voi siete capaci di raccogliere informazioni su tutti i tipi di cose da tutti coloro che incontrate nel mondo ma siete inconsapevoli di ciò che accade ai visitatori della vostra mente. Voi sapete riconoscere tutto il resto ma non conoscete la risposta alla domanda elementare “Chi sono io?”. Senza conoscere questo, le persone vanno in giro giudicando frettolosamente, etichettando e persino denigrando gli altri! Ognuno dovrebbe chiedere a se stesso e cercare la chiave di questo enigma sulla propria realtà.”
(Sai Baba)