Poesia del prodigio 23

Molto tempo fa ti offrii il mio cuore,

Ma le tue delicate lacrime non lo consacrarono,

Né lo rinfrescò la rugiada dei teneri sentimenti.

I fiori sono appassiti

E nessuna ghirlanda adorna il tuo collo.

Mi sembrava di veder brillare

La tenerezza nei tuoi occhi

Ma svanì come i fiori appassiti.

Se, calpestando questa terra,

Un seme fosse caduto dalle tue mani –

Sarebbe tornato a te

Come nuova vita, come frutto immortale.

Tagore