Abbi cura di te

Ma se l’amore non torna
presto chi mi salverà
Ed io lo so, di questi giorni
che conto ad uno ad uno
ad uno non c’è n’è uno che
ritorni
e guardo avanti, ho stretto i
denti perchè sconfitto ogni
dolore ritorna a battere il
mio cuore
e adesso guardo le mani e
le sento più libere
cerco e ritrovo la voglia di
ridere
io, io senza te
ti ho dato tutto chiedendo
ben poco da te
hai preso la parte migliore
di me ma è colpa mia, è
stata colpa mia
Ma se l’amore non torna
presto chi mi salverà
da questo andare a letto
presto che ancora
m’imprigiona

Ti ho amato tanto, ti
avevo in testa e quante
volte ho messo in dubbio
anche la stima di me
stessa
poi ho capito che nei tuoi
gesti ho visto solo quel
che eri, il re di tutti gli
egoisti da quel momento i
miei occhi hanno smesso
di piangere ho ritrovato la
voglia di ridere

io, io senza te
e la mia anima offersa non
si fida più
di una mano tesa non si
fida più
è colpa mia, dimmi se è
colpa mia
ma se l’amore non torna
presto chi mi salverà
da questa notte di buio
pesto che ancora mi imprigiona
ma se l’amore non torna
presto tu… abbi cura di te,
abbi cura di te.

Abbi cura di te, io lo dico
a me stessa
davanti allo specchio c’è
un’altra promessa
di strada da fare ancora ce
n’è, avrò cura di me
avrò cura di me, del mio
lato migliore
da quando per luna mi
basta un lampione
di strada da fare ancora
ce n’è
avrò cura di me.

Ma se l’amore non torna
presto chi mi salverà
da questo andare a letto
presto che ancora m’imprigiona.

(Testo di Marco Conidi)

Ruvida e fragile

Siediti qui amica fragile
Il mondo qui non ti puo’ raggiungere
Non puoi cadere qui

Tengo di te
La tua migliore fotografia
Le braccia aperte sorridi a me

E un mondo che non e’ a fuoco mai

Tu lo sai, tu lo sai, tu lo sai
Quanto costa vivere la fragilita’

Tu lo sai, tu lo sai, tu lo sai
Che nessuno e’ libero veramente qua

Tu lo sai,
Lo sai
E in questo addio
Tu sarai tu io solo io

Siediti qui ruvida e fragile
Chi ha detto che
No tu non puoi spegnerle
Le notti che non dormi mai

Tu lo sai, tu lo sai, tu lo sai
Quanto costa vivere la fragilita’
Tu lo sai, tu lo sai, tu lo sai
Che nessuno e’ libero veramente qua

Tu lo sai,
Lo sai
E in questo addio
Tu sarai tu io solo io

Guarda quelle stelle
Guarda se son belle
Guarda le tue mani
Stringile ancora fino a domani

Quelle stelle guarda se son belle
Guarda le mie mani
Stringile che arriva domani
Che arriva domani.…

 

Marco Conidi
(testo musicale)