La figlia perduta

Mandate fuori i banditori,
andate al mercato delle anime.
Udite, udite, voi tutti
al colonnato degli amanti, udite:
la figlia dell’ebbrezza
è perduta da diversi giorni.
Chiamate a raccolta
i vostri amici!
Chiunque l’avvicini
è in pericolo.
La sua veste è color rubino;
la sua chioma è fatta di spuma;
è colei che toglie il senno;
state all’erta; attenti a lei!
Trovate quell’amara fanciulla
e, in dono il più dolce,
prendetemi l’anima.
Se è scesa agli Inferi,
quello è il luogo
in cui addentrarsi.
Ella e la donna della notte,
spudorata, malfamata,
infiammata.
Se la trovate, portatela,
vi prego, alla casa di Hafiz.

Hafiz

Trova quella fiamma

Trova quella fiamma,
quell’esistenza,
quell’Uomo Meraviglioso
che può bruciare sott’acqua.
Nessuna altra luce
potrà cucinare il cibo
di cui
hai bisogno.

Hafiz