I luoghi del cuore: Dina Mosca

Castel del Monte

Torniamo nella magia della Puglia con la condivisione di Dina Mosca, che ci apre la porta del “non-castello” di Federico II, che domina, dall’alto, l’amata terra dell’imperatore:

Caro Prof. colgo l’oppurtunità per inserire un luogo della storia e del cuore con una lirica dell’andriese Pasquale Cafaro che sublima il Castello federiciano.

“IL CASTELLO”

In vetta al colle solitario, sparso
di radi pini e d’asfodeli in fiore,
saldo solenne appare contro il cielo
Castel del Monte.

Or che l’accende il sole in tutta gloria,
tempio di un nome sembra, e nel mistero
de le muraglie una segreta fede
pare che chiuda.

Da la corrosa pietra anche tenace
ecco si desta l’anima dei secoli:
da le dischiuse bifore si affaccia
il tempo antico.

I biondi falchi roteando lenti
ne la rapace maestà del volo
fanno al regale romitaggio eccelso
corona alata.

Pasquale Cafaro