Chi sei tu…

Chi sei tu, che nel buio della notte osi inciampare nei miei più profondi pensieri?

William Shakespeare

 

4 Risposte

  1. Nessuno, se non il sogno che riponi in me.

  2. Ah, quella naturale inclinazione dell’Anima!…
    Si assiste alla side-razione della memoria personale, fecondità dell’Anima in potenza; in quel sentirsi scossa nelle viscere, è il manifestarsi di qualcosa che “sovrasta, in quanto precede, la sessualità”. E’ ancora un “grumo” che crea un addensamento di energia, che non immobilizza la coscienza … Questa concatenazione, rimando e sincronia, tra Anima e Coscienza, non è torsione su se stessa: Giulietta non dice “che cosa è?”, ma dilige “quello” e chiede “chi sei?”. Ah, questo fidare sè all’Altro!

  3. Auguri a tutte le mamme, sopratutto a quelle in difficoltà…

    “[…] là, voci di tenebra azzurra …
    Mi sembrano canti di culla,
    che fanno ch’io torni com’era …
    sentivo mia madre … poi nulla …
    sul far della sera”.

    G.Pascoli

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...