Non capirsi è terribile

Non capirsi è terribile –
non capirsi e abbracciarsi,
ma benché sembri strano,
è altrettanto terribile
capirsi totalmente.

In un modo o nell’altro ci feriamo.
Ed io, precocemente illuminato,
la tenera tua anima non voglio
mortificare con l’incomprensione,
né con la comprensione uccidere.

Evgenij A. Evtusenko

Annunci

6 Risposte

  1. Mi sento di dire Abraxas…

    Buonagiornata.

  2. Allora c’è di meglio che comprendere ma non fidarsi dell’Altro. Perchè…

    “E’ un tormento troppo solitario, il dubbio, per riconoscere nella fede la sua sorella di sangue.
    “E’ un trovatello infelice e smarrito, il dubbio, e se anche sua madre dovesse ritrovarlo ed offrirgli il suo abbraccio, lui si ritrarrebbe pieno di timore e di sospetto.
    Perchè il dubbio non conosce la verità fino a quando le ferite che esso scava in se stesso non si rimarginano e non guariscono completamente.” (Gibran)

  3. http://www.famigliacristiana.it/articolo/firenze-2015-il-testo-integrale-del-discorso-alla-chiesa-italiana-di-papa-francesco-.aspx

    Non capirsi è terribile, …soprattutto quando non c’è la volontà di farlo…

    Come è direttamente riscontrabile sul sito di Famiglia Cristiana, il Papa, di recente, dopo aver dichiarato che ” Il nostro dovere è lavorare per rendere questo mondo un posto migliore e lottare”, si è espresso contro lo gnosticismo, etichettandolo quale “tentazione”.

    Ora, premesso che a mio parere:
    – per rendere migliore questo mondo occorre migliorare se stessi e non far la guerra agli altri;
    – a tal fine, un buon inizio è abbandonare l’idea di essere migliore degli altri ed aprire il proprio cuore alla conoscenza, scacciando l’ignoranza;
    – pur rispettando l’opinione del Papa, personalmente la ritengo lontana dalla verità,

    Gentile Prof.
    potrei conoscere la Sua opinione sul perchè la Chiesa abbia tanta paura dello gnosticismo?

    La ringrazio affettuosamente, 😖⭐

    Ettore

  4. Caro Ettore, penso che sia per la sua incapacità di amare fino in fondo. La possibilità che diventa realtà è il significato più alto verso il divino. Un abbraccio. Gabriele

  5. Grazie, Prof.

  6. Dal testo integrale del discorso alla chiesa italiana di Papa Francesco:

    “La differenza fra la trascendenza cristiana e qualunque forma di spiritualismo gnostico sta nel mistero dell’incarnazione. Non mettere in pratica, non condurre la Parola alla realtà, significa costruire sulla sabbia, rimanere nella pura idea e degenerare in intimismi che non danno frutto, che rendono sterile il suo dinamismo.”

    Sì, non ascoltarsi è non capirsi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...