Nessuno può conoscermi

Nessuno può conoscermi
Come tu mi conosci

Gli occhi tuoi dove dormiamo
Tutti e due
Alle mie luci d’uomo han dato sorte
Migliore che alle notti della terra

Gli occhi tuoi dove viaggio
Han dato ai gesti delle strade un senso
Separato dal mondo

Negli occhi tuoi coloro che ci svelano
La solitudine nostra infinita
Non sono più quel che credevan essere

Nessuno può conoscerti
Come io ti conosco.

Paul Éluard

Advertisements

12 Risposte

  1. Nessuno può conoscere se ha paura di entrare in relazione con l’altro, se non esce da sé, non si apre…
    Lo sguardo che guarda ed è guardato rivela la saggezza dell’amore che riconosce l’alterità dell’altro pensandolo come parte del (proprio) mondo. È un colpo d’occhio che svela l’intima natura dell’insieme e cambia la sorte… E’ uno sguardo sincronico.

  2. Apprezzo la profondità assai poetica di uno sguardo, di un pensiero che si rispecchia e riflette parte dell’intima natura animica, ma, ma può mai l’espressione, la personalità, l’individualità conoscere effettivamente la vera divina essenza che deframmentatosi in diversi piani e reincarnandosi perdendo la memoria anche su questo piano si raffronta e vibra di armoniosa affinità attrattiva ?

    Ipotesi, supponiamo che la mia assai affine amorevole attrattiva passionevole dolce venere che conosce tutto di me stesso e che in questa vita amo più di me stesso, in una vita precedete era stata la donna o l’uomo che disprezzavo più di ogni cosa……. a quale conoscenza mi riferisco effettivamente affermando…. nessuno può conoscermi Come tu mi conosci ?!?????!!!????

    Tutto questo per niente vuole sminuire quello che il poeta esprime nella sua bellissima lirica, ma è solo una domanda che ho fatto a me stesso e che sottopongo anche alla vostra giusta critica….

  3. Accetti la mia tagliente ironia? Se sì, leggi tutto il post; se no, procedi dritto.

    —————————————————————————————–

    Ti riferisci ad una conoscenza frutto di un processo logico che suppone la veridicità di un’ipotesi per confermare la propria tesi. Nelle intenzioni il processo logico intende deframmentare l’unità per capire la sua intima natura, ma nei fatti si ferma dinanzi alla possibilità che “il tutto è più della somma delle singole parti”: il processo logico non è capace di una visione d’insieme ed esclude ogni elemento irrazionale poichè cade nel parossismo…
    Per esempio: se la tua venere fosse stata la donna o l’uomo che più disprezzavi e avesse scelto ancora te, allora vorrà dire che il “senno di poi” non è una scienza esatta e che tutti, esclusa la tua venere, ti conoscono in un altro modo e che sei a loro congeniale soltanto in un ritratto. Ergo, smettila di farla arrabbiare e tienila unita a te per l’Eternità, cioè finchè si potrà contemplare questa coincidenza di opposti; che è cosa rara oggigiorno checché le congiunture astrali e articolari giurino di no.

  4. Nulla di più intenso intuitivo immediato..
    “Amor est magis cognitivus quam cognitio”.

  5. Raffaele,
    se sono “io” espressione di passione animale, non sono amore, e sono soggetti alla legge del ritorno karmico.
    Altra cosa è l’amore, non possessivo, che sa solo dare; espressione del cuore, di un’emozione superiore.
    Allo stesso modo, la mente superiore, immediata ed immaginativa, noumenica, differisce da quella inferiore, che dalla eikasia passando per la pistis al massimo può essere dianoia, fredda spietata, arrogante ed ignorante logica.
    🐍🌳😀

  6. 😀

  7. so cosa è il sentire, l’amore perché l’ho “conosco” in ogni sua parte, se pur proiettati nell’amore e nel concederlo, questo lo si può fare solo se, e senza se, si conosce l’altra parte, ossia quella sete D’Amore Infinito e pur umano.

  8. Non rispondere,
    Se dico sei Bell..
    non è una imposizione
    lascia solo echeggi
    oltre le parole scritte
    come vento tra i capelli
    sulle braccia ancora
    estive, loro sentono
    quanto non permesso
    alle orecchie..
    Lascia che lo soffi
    Ancora & ancora…
    poiché dalla Bellezza nulla
    chiedo. Cosa dovrei chieder
    di più di ciò che già mi Dona.

  9. Dopo che, del resto poco importa
    quando in te s’aprì quella porta
    rimisi le ali giunsi gioioso
    sino al Sole e d’oro
    ricopri il mio Volo…

  10. nelle alte vette del
    nostro sentire
    inutile s’affannano
    le pagine che siamo
    al vento commissioniamo
    la strana voglia….
    sì, bello al sentire
    il fianco della creatura
    rovente poggia la tua
    mano… sino a che
    gli occhi si chiudano
    ai minuti, quel fianco
    bruci insieme alla
    tua mano….

  11. Cosa vedono i tuoi occhi
    cosa impedisco ai miei
    cosa batte nel tuo cuore
    quale ritmo… qual canto?
    cosa non vuoi che sobbalzi
    lasciarsi cogliere dall’attimo
    nel coglierci….
    Siam già per aria, nei mari..
    siam già in salita discesa
    Da sempre, da sempre…
    d’essere allegri? perché
    No? In ogni stanza
    luogo,….. di padre in figlio/a
    di Luna & terra….
    Sia, Sia..
    il suo Segreto….
    Di cosa blatero, chiedi?
    II
    **********************(….)
    Dove andremo stasera
    nell’insieme delle altre…
    sta_sera andremo nella
    Bugia. e diremo…
    Questa sera, è la vera sera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...