“Impressioni di settembre” secondo Franco Battiato

Advertisements

8 Risposte

  1. …E’ impressione anche mia che… tutte le strade portano al centro, anche se alcune sono confuse… Ma non è forse vero che “…nelle cose confuse l’ingegno si desta a nuove invenzioni’”? Il monocolo, per esempio, è stata una bella invenzione! E’ molto pratico soprattutto in certe occasioni. Dopo gli …”anta” è meglio andare a memoria, però, e se certe cose confuse restano tali, forse è perchè sta cambiando qualcosa all’esterno e l’orgoglio provvede a stendere un velo pietoso su di esse, che offusca ma, vivadio!, non oblia del tutto. …’Che c’è sempre speranza finchè c’è vita!
    Perdonatemi!

  2. Brano molto bello.
    Grazie.

  3. Bellissimo video immagini, d’altronde Il famoso successo di Franco Battiato è sicuramente ispirato agli insegnamenti del maestro esoterico Gurdjieff assieme al suo allievo e discepolo Ouspeskij, infatti il cantautore italiano attinse a quella scuola ispirata a questi due maestri e alle conoscenze della cosiddetta “Quarta Via”.

  4. A chi non conosce gli insegnamenti della Quarta Via, di cui ho accennato qualcosa in alcuni post, anche se non ancora in maniera approfondita, posso solo consigliare di fare ricerche in merito, perché si tratta di retaggi di antiche scuole filosofiche ed esoteriche fondamentali per chi si inoltra nel sentiero della ricerca della CONSAPEVOLEZZA.

  5. La serendipità!

  6. no è serendipità carissima Valeria perché niente succede per caso, quindi meglio sarebbe dire SINCRONOCITA’ che ci conduce ad esplorare una certa via….

  7. se non è casuale ed è causale non è sincronicità, altrimenti la connessione tra la fine e l’inizio causerebbe il sovrapporsi, nella coscienza, della causa sull’effetto. In effetti succede questo quando si scambia il sintomo con la malattia, la quale rimane sul fondo… Come la paura di perdersi, di confondersi, ergo di non riconoscersi quando ci si incontra…
    Che poi il caso non esista, e sia più corretto dire “a-causalità”, implica anche che la connessione tra due campi, o l’incontro tra due vite, non sia casuale poichè come risultato, l’unico osservabile, è l’osmosi. A tutti i livelli! Serendipità, quindi, che è la sintesi di tutte le vie, chiamata Quarta Via! Ma, certo, ognuno sceglie la propria e la guida più congeniale a Sè… Poichè è Il Sè che sceglie le proprie guide. A pelle, proprio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...