Il silenzio

Mi parve che, questo del silenzio, fosse un diritto naturale che ci era stato tolto. Pensai con orrore a quanta parte della vita se ne va, calpestata dalla cacofonia che ci siamo inventati con l’illusione che ci faccia piacere o compagnia. Ciascuno dovrebbe, ogni tanto, riaffermare questo diritto al silenzio e concedersi una pausa, una pausa di giorni di silenzio, per risentire se stesso, per riflettere e ritrovare un po’ di sanità”.

Tiziano Terzani, “Un indovino mi disse”

Advertisements

6 Risposte

  1. …intimità….

  2. “Hai mai provato a scollegarti da ogni rete
    Con la sola connessione dei tuoi occhi e della pelle.
    Con il tuo istinto a farti da navigatore
    e un suono basso dentro il petto a ricordati che ci sei.
    Hai mai provato a calcolare tutto il tempo che hai perduto e a simulare i desideri che non provi.
    Ma te lo immagini il volume insopportabile
    la somma di ogni grido che non hai sfogato mai…” (da “Non è vero che l’amore cambia il mondo”, Marco Masini)

  3. …il 16 Agosto 2015, scrivevo agli Amici della Rassegna stampa:

    Alla festa di ieri segue il silenzio di oggi (mi riferisco ai quotidiani).

    Consideriamolo un dono prezioso.

    Durante i 12 mesi dell’anno succede piuttosto raramente.

    Buon Oggi e buona Settimana a voi tutti.

    Giovanna Vitale

  4. E’ difficile evitare che le nostre orecchie siano investite da rumori, suoni sgradevoli.
    Eppure ogni suono riproduce la natura di colui che lo emette.
    Quante volte riproduciamo frasi e sgradevoli pensieri mentre distratti fantastichiamo ad occhi aperti.
    E quanto può rivelarsi più consistente quel silenzio che emerge progressivamente quando osserviamo le nostre cacofonie.

  5. Cos’è, in fondo, l’abisso se non l’improvvisa consapevolezza di essersi frantumati sul limite della mancanza di spazio_tempo per riflettere su un probabile dietrofrot? Cos’è quest’attesa, in balia di una vertigine causata da tempi sbagliati, mai in armonia con i tempi dell’altro?

  6. … L’abisso tra il prender tempo quando non è il momento di tacere e il concedere tempo al silenzio: il diritto è un dono reciproco non un arbitrio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...