Eraclito

Advertisements

13 Risposte

  1. Complimenti. Fascinoso intenso. Tracce di luce su cui camminare. Mirka

  2. Alla bellezza propria dell’opera di Eraclito hai aggiunto di tuo,caro Gabriele,fior di cultura,arte della recitazione,eleganza, simpatia , regia. e tecnica cinematografica, ed un p’ di tutte le nove Muse.
    Un lavoro di grande valore artistico ,a tratti emozionante
    ,specie per me che amo questo presocratico.
    Sulla sua oscurità bisogna intenderci.Io l’ho tradotto,ma non l’ho trovato oscuro.Io lo credo colui che per primo ha abbattuto i limina tra poesia e prosa.Ho trovato nei suoi scritti,un po’ di piacevole ermetismo,dovuto alla mancanza di punteggiatura,brevità,costruzione un po’ ardua ma sempre luminoso.
    Nel tradurlo,fin dove mi è stato possibile ho mantenuto la costruzione greca,e veste versificata.In alcuni punti liceale.Non mi sono pentito.
    ho modificato l’ordine dei frammenti:.l’incipit è stato questo:Ho indagato me stesso(fr.101) immaginando che rispondesse all’invito- imperativo del tempio di Delfi,”conosci te stesso.
    Ora riporto quale esempio di mia traduzione,il fr45.

    Dell’anima i confini
    andando non troverai
    pur ogni percorrendo strada
    così profondo ligos ha.

    Ti auguro un ricreante fine settimana
    Gilberto

  3. Solo tu Prof. dai. sublime finezza a Eraclito!!!
    Entusiasticamente grazie

  4. Grazie, Bianca. Baci

  5. Caro Gilberto, grazie e auguro anche a te un buon fine settimana. Gabriele

  6. Grazie a te, carissimo. Gabriele

  7. L’ha ribloggato su § feelings ♥.

  8. “Il male é il riflesso perduto, il miraggio imperfetto della luce nell’ombra…
    …. Il tetragramma cabalistico, Jodheva, esprime Dio nell’umanitá e l’umanitá in Dio”.
    (Elifas Levi)

    Come sempre, …grazie Prof.

  9. Nel video ho visto che comparivano alcuni labirinti.
    Ora poniamo che in un labirinto la strada si interrompa, e che non sia possibile tornare indietro. Né é possibile star fermi perché ciò equivarrebbe a tornare indietro. Il tempo, intanto, trascorre e ne resta poco.

    Qual é la soluzione dell’enigma? Cosa suggerirebbe il folle,…e cosa dipingerebbe l’artista?

    Confesso la mia ignoranza…

  10. Caro Ettore, probabilmente la stessa cosa: una lacerazione profonda al centro del cuore. Come rendere omaggio a tutte le persone che si identificano con le forze, che reputano “straordinario” la fuga in un mondo altro. Mai smettere di amare. Gabriele

  11. Grazie…di cuore…,
    Ettore

  12. … dice che la luce della coscienza lascia intatta l’eccezionalità del sogno e delle sue forze: “il miraggio imperfetto della luce nell’ombra” è il divino, è Dio che parla in sogno all’uomo ma è “velato”, si nasconde in lui e l’uomo in lui.

  13. https://gabrielelaporta.wordpress.com/2015/06/11/melanconia/

    cos’altro dire sulla notte saturnina…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...