Per Raffaele

La madre

E il cuore quando d’un ultimo battito
avrà fatto cadere il muro d’ ombra,
per condurmi, Madre, sino al Signore,
come una volta mi darai la mano.
In ginocchio, decisa,
sarai una statua davanti all’ Eterno,
come già ti vedeva
quando eri ancora in vita.
Alzerai tremante le vecchie braccia,
come quando spirasti
dicendo: Mio Dio, eccomi.
E solo quando mi avrai perdonato
ti verrà desiderio di guardarmi.
Ricorderai d’ avermi atteso tanto,
e avrai negli occhi un rapido sospiro.

Giuseppe Ungaretti

Annunci

5 Risposte

  1. Grazie Infinite di Vero Sentito Sincero Cuore Carissimo Prof. Gabriele e Fantastica Redazione:D

    Forse non basterebbero tutte le parole di questo mondo per esprimere l’amore paterno e soprattutto materno che ci permette di sperimentare la vita 😀

    Così’ com’è anche vero che ogni sana morale famiglia di questo mondo rappresenta la massima espressione, la massima meta raggiungibile dai tutto ciò che da qui chiamiamo “AMORE” 😀

    GRAZIE A TUTTI VOI

    Raffaele

  2. Caro Raffaele, un abbraccio da tutti noi. Gabriele e redazione

  3. mi unisco all’abbraccio …
    il viandante

  4. Condivido il tuo pensiero, Raffaele, un abbraccio.
    “Dio non può essere ovunque è per questo che ha creato le madri” Leopold Kombert

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...