L’esperienza del male

L’esperienza del male porta a una conoscenza più precisa del Bene in quegli individui nei quali la potenza è troppo debole per poter conoscere il male con pura scienza ancor prima di averlo provato”.

Plotino

Advertisements

41 Risposte

  1. Penso che quando una persona fa esperienza del male, abbia la possibilità di conoscerlo e di distanziarsene.
    Se il male tocca altre persone, chi ha compassione riesce a fare la medesima esperienza di conoscenza del male.
    Chi non vede il male dentro se stesso, penso possa vederlo tramite la scuola della vita.
    Se la realtà fisica è lo specchio di noi stessi, si potrebbe azzardare che l’esperienza del male, finalizzata alla conoscenza del bene, sotto questo profilo sia necessaria.

    Ovviamente, non giustifico affatto le azioni malvagie, assolutamente deplorevoli in ogni loro forma.

  2. Tentativo di provocazione a mezzo di mie manipolazioni del pensiero di Sant’Anselmo d’Aosta e di San Tommaso… E sì che non sappiamo nemmeno usare i metri interiori!… Dunque…

    Ma… nessuno col desiderio e con lo studio tende a qualche cosa se non ne ha prima notizia. Allora la domanda esatta è: cosa fare quando l’anima non è munita dell’arma della serenità e dell’imperturbabilità per opporsi al male che ha da venire o riconoscere un bene che oltrepassa lo stato della vita presente?
    Dico che uno potrebbe cominciare a pensare che esiste qualcun altro che è munito di tale arma perché anche un insipiente, se è in grado di intenderlo, quando lo sente parlare, saprà che un’arma così è prodotto dell’intelletto di qualcuno di cui non può pensarsi qualcosa di maggiore.
    Ma poi la tranvata fa così male che, sì, è vero che la conoscenza di un male così forte si può fare anche nella realtà e non soltanto nelle intenzioni di un saggio. E per la proprietà transitiva del male è anche vero che gli uomini, la cui potenza è troppo debole per conoscere il male con pura scienza, possono fare conoscenza del bene per immediato sollievo ma anche perchè, se passa, devono ammettere che anche loro sono muniti dell’intelligenza della fede. Altrimenti si scorderebbero anche del male.

  3. Commento serio…
    Mi piace la possibilità, per la nostra mente, di diventare proprietaria di un super attico nel quale coabitare con il Bene, che ogni giorno celebra la sacralità dell’essere vivente non perchè sia necessario ricordarglielo, alla mente, ma per non renderne conto al male. Che altrimenti diverrebbe tale. ‘Che tanto l’essere vivente non gli deve più niente, poichè è stato riscattato nella sua interezza dal Bene.

  4. A Plotino ci si inchina sempre e se si ha il cappello lo si toglie,ciononostante credo che,il distinguo,anche se sottilissimo,lo si percepisca nella propria anima prima ancora di averne fatto reale esperienza. Poi…se di vuole… si esperimenta per accertarle l’esattezza dellz percezione.Bianca 2007

  5. già il fatto che nel paradiso terrestre l’albero della conoscenza del bene era tuttuno con quello della conoscenza del male,la dice lunga sui legami tra i due,caro GabrieleMi intriga anche che il personaggio che in sogno combatte con Giobbe abbia uno zoccolo di capra simile a quello del demonio,e che quel personaggio sia Dio.

  6. E’ che il satana e il Dio combattono nell’Homo faber… con armi molto diverse e da prospettive diverse. Entrambi scommettono… Non distinguerli non significa necessariamente non aver letto il Libro di Giobbe o rinunciare a redarguire lo sprovveduto di cuore e occhi nuovi, ma rendere questo Libro drammaticamente attuale e vivo.

    Dunque… “carnem alienam pro carne sua…” (S. Tommaso D’Aquino)… Pensavoanche al Sisifo, al Fedro ma resto al Giobbe che, “sazio di inquietudine, rinuncia alla carne e rende la sua fede del tutto disinteressata… Il Dio vince la scommessa senza aver… “alzato un dito”: né per sconvolgergli la vita, né per salvargliela, né per puntarglielo contro e nemmeno per ricattarlo. E’ risaputo che il Dio sia un ingenuo, se continua ad amare l’uomo e a credere che andrà a cercarlo sin nelle viscere della terra per dialogare con lui…
    Chi si è affannato molto in superficie, invece, è il satana e gli amici “saggi”, i quali hanno “compiuto prodigi, ha dato loro vittoria la loro destra e il loro braccio santo” e che svaniranno, senza… “dimora”.

    […] Si oscurino le stelle del suo crepuscolo,
    speri la luce e non venga;
    non veda schiudersi le palpebre dell’aurora,
    poiché non mi ha chiuso il varco del grembo materno,
    e non ha nascosto l’affanno agli occhi miei!
    E perché non sono morto fin dal seno di mia madre
    e non spirai appena uscito dal grembo?
    Perché due ginocchia mi hanno accolto,
    e perché due mammelle, per allattarmi?
    Sì, ora giacerei tranquillo,
    dormirei e avrei pace
    con i re e i governanti della terra,
    che si sono costruiti mausolei,
    o con i principi, che hanno oro
    e riempiono le case d’argento. […]
    (Lal libro di Giobbe , cap. 3, …)

  7. Iddio avrà anche vinto,ma avuto anche una lezione che ricorderà per tutta l’eternità.Infatti da quell’episodio nei libri sacri non c’è più traccia di ulteriori Suoi colloqi con l’uomo.Si è ammutolito.Brutto segno. Dio- Una biografia: Miles Jack Garzanti * “Suicidio di Dio-Swif

  8. 😀 … poiché non mi ha chiuso il varco del grembo materno, 😀

  9. E quale lezione, lette le premesse e il finale? E’ da umani pensare che Dio avrebbe dovuto insistere di più con l’uomo che si sente allo sbaraglio perchè non è capace di dare un senso al manifesto, figuriamoci se lo trova ascoltando il silenzio.

  10. … In effetti il senso panico che dà il silenzio è un aspetto di Dio che mette l’uomo difronte all’assenza di punti di riferimento interiori che alterano la percezione di sé. A cominciare o a finire con Giobbe, sembra che mai l’uomo si sia parlato addosso così intensamente come quando ha tentato di riempire un vuoto con dei segni…

  11. Correggo:
    “è un aspetto di Dio che mette l’uomo difronte all’assenza di punti di riferimento interiori che ALTERA la percezione di sé…”

  12. Si apprende da fonte autorevole alternativa alla mia cialtroneria che
    l’ultimo personaggio biblico a ricevere l’onore di parlare con Dio è Giosuè. Come una messa a fronte della coscienza…

    “tutti ipersonaggi successivi, siano essi re o profeti,ricevono messaggi in sogno, in visione o attraverso intermediari divini. La fine della comunicazione diretta tra Dio e gli uomini segna il confine, nella storiografia ebraica, tra tempo del mito e tempo della storia propriamente detta, quello in cui Dio non parla più con gli uomini”
    (Dal sito: http://www.academia.edu/4357294/Tra_mare_e_deserto_il_viaggio_di_Giona )

  13. Se da un momento in poi non c’è più colloquio diretto tra uomo e Dio, questo potrebbe essere causato da una capacitá che nell’uomo è venuta meno.
    In fondo non è detto che debba essere l’uomo a procedere verso Dio, ma il contrario. Quale merito avrebbe altrimenti l’uomo?
    Certo, se noi ci consideriamo esseri separati da Dio, questo colloquio diretto, questa progressiva risalita, appare ardua se non impossibile. Ma se, diversamente, ci consideriamo appartenenti a Lui..allora la cosa assume un aspetto completamente diverso e realizzabile.

  14. ..mi correggo
    ” in fondo non è detto che debba essere Dio a procedere verso l’uomo, ma il contrario”.

  15. Nella stessa misura in cui siamo inconsapevoli dell’intelligenza che ci venera come un dio nei nostri universi e mondi interiori, così per una proprietà rispecchiante di frattale similitudine COME SOTTO SOPRA, COME DENTRO FUORI, del dio inconsapevole del macro cosmo in cui siamo tutti immersi come infinitesime particelle cristalline di divina acqua diamantina.

    Ma è anche vero che la divina intelligenza ed il divino amore che anima ogni cosa della creazione, la forza elettrodebole che opera non solo per il bene, ma anche per quelle forze opposte che sono vibrazioni necessarie a mantenere l’energia sempre in movimento ed in continuo cangiamento come una perenne batteria o meglio sarebbe dire POLARITA’ (che nei mondo tridimensionali è anche condivisa in minore o maggiore misura nella DUALITA’ di ogni biologica o non biologica manifestazione) che si mostra in ogni micro o macro fluttuante espressione della creazione.

    Il primo stadio è che l’essere umano (o meglio sarebbe dire l’attore) incarnato ancora in uno stadio in una parte assai primitiva diciamo (animalesca dove vice inizialmente il principio di sopravvivenza) prima o poi tramite un processo di raffinazione delle VIBRAZIONI che conducono all’individualizzazione o ad una vera trasformazione attraverso una vera e propria metamorfosi da animale ad animale intellettualizzato, pervenga prima o poi a quella conoscenza / coscienza delle forze opposte per raggiungere il successivo stadio per accogliere con più consapevolezza il successivo stadio evolutivo del SUPER UOMO più vera natura molto più vicina ed assai cara agli DEI in quella ricercata / ricercante conoscenza che conduce alla COINCIDENZA DEGLI OPPOSTI. Coincidenza che prima non poteva esserci e che era stata demandata alla normale evoluzione di ogni aspetto pratico che passa per ogni aspetto del male e del bene di ogni cosa.

    In poche parole ogni santo di questo mondo con certezza matematica, di sicuro è stato un grande diavolo in una vita precedente, in poche parole solo dopo aver sublimato praticamente questi due aspetti assai contrapposti si arriva all’IMPERSONALE DIVINA MAESTRIA

    In poche parole come dice giustamente il grande pensatore PLOTINO è proprio vero che L’esperienza del male porta a una conoscenza più precisa del Bene. E’ quasi una necessaria via pratica ma fino ad un certo grado evolutivo, soprattutto IN QUEGLI INDIVIDUI NEI QUALI ANCORA LA POTENZA DELLA COSCIENZA E’ TROPPO DEBOLE O ADDORMENTATA PER POTER ESSERE CONSAPEVOLE DELL’INCONSAPEVOLEZZA CHE FAVORISCE L’IGNORANZA CHE ALIMENTA IL MALE O I PROPRI TIRANNI ASPETTI EGOICI. INVECE PER UNA COSCIENZA CHE SI E’ APPENA RISVEGLIATA, E’ COME UNA RISCHIARANTE ILLUMINANTRE LUCE CHE GRAZIE AD UNA MAGGIORE CONOSCENZA PERMETTE DI OSSERVARE CONSAPEVOLMENTE GLI ASPETTI FLUTTUANTI DEL BUIO E DELLA LUCE CHE SI MOSTRA COME OGNI SOLE NASCENDE. Alla fine la vera gnosi, la vera conoscenza è PURA EVOLUTIVA esplorativa SCIENZA che ne scruta tutte le leggi che operano in questo mondo come in tutti i mondi materiali della manifestazione per andare oltre e sempre più vicino alla coscienza dell’essere IO SONO CIOME ANCHE VOI LO SIETE anche se non ne avete giusta memoria.

    In poche parole è l’essere che è stato artefice di tutta la creazione. E’ l’essere che consapevolmente si è intercalato per sperimentare da inconsapevole ogni aspetto della sua stessa creazione. Ed è sempre l’essere che prima o poi prendendo sempre più coscienza farà in modo da integrare in una FUSIONE VIBRATORIA consapevole, l’attore, l’osservatore/spettatore ed il proprio regista.

    Ovvero l’uomo, l’anima e lo spirito immortale. Il SE’ superiore L’ATMA (la divina madre, il divino amore) e BUDDHI (il divino padre, la divina intelligenza) QUALI DIVINE ESPRESSIONI DEFRAMMENTATE DELLA MONADE SUPERIORE DI OGNI ESSERE (Anch’essa divina individualizzata cosciente indefinibile particella di quell’infinito tutto che inconsapevolmente da qui chiamiamo DIO)

    https://www.google.it/search?q=ATMA+BUDDHI&sa=X&rlz=1C1WZPL_enIT588IT592&es_sm=122&biw=1536&bih=772&tbm=isch&tbo=u&source=univ&ei=nw28VN2fL8LvasH6gNgD&ved=0CEQQsAQ

  16. La risalita è uno scavare dentro: altre volte è l’attesa. Ma non c’è peggior cieco di chi non vuol vedere e allora un Dio che entra nella Storia, e si fa prossimo dell’uomo più fragile, sembra infrangere il libero arbitrio e rimettere in discussione tutte le categorie a priori e la relazione stessa tra queste e una causa prima.

  17. SEMPRE IL MALE TRAVESTITO, DI BENE.

    Le pure fanciulle avevano fatto capire agli italiani che andavano in Siria, per aiutare i bambini dalla guerra; veramente una grandisssssima azione, da far piangere i cuori duri, azione abile, sensibile e nobile, brave, brave, brave; solamente, è successo che, da provate intercettazioni, le due santarelline andavano per sostenere al Qaeda.

    EBBE’.

    Che ca..o vorresti dire ? Non c’ e nulla di cattivo. E’ LA LORO CIVILTA’.

    Se però, invece del mitra, hai appeso sul tuo collo un crocifisso, non va mica bene ? Certo ! Offendi, chi non appartiene alla tua religione. Tu devi perdere te stesso, la tua storia, la tua cultura, la tua civiltà, il tuo sé, in quanto ci deve essere UNO SOLO CHE COMANDI.

    Se però non sei d’ accordo, che comandi un solo pensiero, allora vuol dire che sei un fascista ? Se ti difendi, da questa nuova dittatura del bene, del bene, del bene, sei un carnefice.

    Atttttttennnnzzzzzzione.

    Però i terroristi (si può dire ?) che uccidono, i bambini in Pakistan e i giornalisti francesi, per una caricatura, questi guerrieri, DEL BENE, sono vittime.

    Commento da un anonimo missionario

    “Adesso è pienamente provato che le ragazze, rapite in Siria, sono state liberate dietro un pagamento di 12 milioni di euro. Erano andate in Siria non come crocerossine (con tutto il rispetto delle vere crocerossine per il paragone), erano andate lì per sostenere e quindi partecipare a modo loro alla guerra siriana.

    Questa è finalmente la verità e questo indica la gaffe spropositata di questo governo italiano per avere pagato una somma così elevata, togliendola agli italiani onesti, poveri, malati e bisognosi di medicine, disoccupati e insomma a tutti gli italiani.

    È come una ferita per decine di milioni di italiani il pagamento di questo riscatto, solo qualche accecata in tutti i sensi può difendere le due ragazze, perché quella scelta l’avevano fatta consapevolmente e si trovavano in Siria non per fare volontariato ma per sostenere una guerra.

    Lo avevano scoperto i Ros dei carabinieri da almeno nove mesi nelle intercettazioni tra le due ragazze e alcuni musulmani che vivono in Italia e che sono dormienti, cellule dei guerriglieri.

    Quello che scrivo è un inno alla verità e una lotta all’ipocrisia dei soliti radical chic falliti italiani. Falliti e frustrati, accecati e spietatamente anticlericali. Trascrivo da un quotidiano:

    «Greta e Vanessa sarebbero state rapite proprio da chi volevano aiutare. Le due ragazze infatti, riporta “Il Fatto Quotidiano”, erano partite per la Siria non per aiutare i civili, le vittime della guerra, ma per sostenere i combattenti islamici anti-Assad con kit di salvataggio.

    È il retroscena sul sequestro delle due volontarie che si legge in alcune informative del Ros dove vengono riportate alcune intercettazioni di aprile tra Greta Ramelli -che stava organizzando il suo viaggio in Medioriente- e un siriano di Aleppodi 47 anni, Mohammed Yaser Tayeb, pizzaiolo di Anzolo in Emilia, che gli investigatori considerano un militante islamista legato ad altri siriani impegnati in “attività di supporto a gruppi di combattenti operativi in Siria a fianco di milizie contraddistinte da ideologie jihadiste”.

    In sostanza il progetto delle due cooperanti era “rivolto a offrire supporto al Free Syrian Army ora supportato dall’occidente ma anch’esso composto da frange di combattenti islamisti alcuni dei quali vicini ad Al Qaeda”, a sostenere “un lavoro in favore della rivoluzione”, e non a dare un aiuto neutrale.

    Si legge nell’informativa una telefonata tra Greta e Mohammed Yasser Tayeb così sintetizzata dai carabinieri: “Greta precisa che un primo corso si terrà in Siria con un operatore che illustrerà ai frequentatori (circa 150 persone tra civili e militari) i componenti del kit di primo soccorso e il loro utilizzo. la donna dice che ha concordato con il leader della zona di Astargi di consegnare loro i kit e cje a loro volta li distribuiranno ai gruppi di combattenti composti da 14 persone in modo che almeno uno degli appartenenti a questi gruppi fosse dotato del kit e avesse partecipato al corso”.

    Tayeb secondo gli investigatori si attivò concretamente per aiutarle e le mise in contatto con un altro siriano residente a Budrio, Nabil Almreden, nato a Damasco, medico chirurgo in pensione. Tayeb gli chiede di inviare in Siria una lettera di raccomandazione per Vanessa, “verosimilmente -annota il Ros- un accredito presso una non meglio istituzione all’interno del territorio siriano”».

    Dinanzi una verità così sconvolgente come ha potuto il governo italiano pagare una somma elevatissima?
    Le ragazze avevano scelto di prendere parte insieme ai guerriglieri ad una guerra in Siria?
    Bene, se questa era la loro scelta non c’era altro da fare che farle vivere quella esperienza. Perché le domande che legittimamente si pongono gli italiani sono molte: e se il loro rapimento fosse stato un trucco per fornire ai guerriglieri 12 milioni di dollari e proseguire la guerra ma anche per sostenere i fanatici kamikaze contro l’Occidente?

    Mi fermo qui, ho scritto già troppo su questa ipocrita vicenda, però se un italiano viene rapinato dai criminali italiani e chiedono un riscatto, non solo vengono messi sotto sequestro i beni della famiglia per non pagare alcun riscatto e i beni dei parenti, ma il governo non fa nulla per ottenere la restituzione del sequestrato.”

  18. le due sciocchine se volevan o far del bene,dovevano farlo in qualche zoina depressa italiana:così hanno aiutato col loro ingente riscatto proprio i terroristi. E i loro i babbini dovevano mostrare più saggezza e amore verso di loro,impedendo,loro di partire per un cosi pericoloso
    posto

  19. Prima di partire – per l’Italia – avrebbero dovuto fare un corso di sopravvivenza alle polemiche e alle dietrologie. Bisogna sempre sapere di avere il sedere al riparo come quando si sparano minchiate a mezzo stampa, o internet. C’è il serio pericolo che l’infiltrato si sporchi della melma che è andato ad indagare e il medico curi le ferite del terrorista.
    Quando non c’è più religione tutto è più comprensibile, perchè impugnare la libertà del laico ricopre con una coltre di immunità chiunque. Mentre un volontario che esprima la sua, di volontà, rischia seriamente di partecipare a qualcosa di più grande… E di più grande rispetto a lui c’è soprattutto la “sindrome di Giona” di cui noialtri siamo affetti.

  20. Caro Gilibbbberto, se le pie ragazze, le pie eroine, invece d’ essere tifose dei nobilissssssssimi cavalieri islamici, fossero state tifose per il cristianesimo, per atti terroristici, tutta la stampa mondiale e tutti gli anticristi del mondo sarebbero scesi in piazza a portare odio, tragedie, morte e fuoco.

    GLI ANTICRISTI, PER QUELLO CHE E’ SUCCESSO, ALLE DUE ATTRICI, NON HANNO DETTO NULLA.

    PENSANO UNA SOLA COSA : ” E’ LA LORO CIVIILTA’ ”

    GRANDIOSI.

    Criticare il cristianesimo, basta essere vili, paurosi e senza palle, certo, i preti non ti faranno nulla.

    Nell’ islam, invece, basta dire che è un crimine mostruoso sposare bambine di sette anni, ci vuole coraggio.

    Criticare Cristo e bestemmiarlo, non succede nulla, anzi sei un uomo forte, per i fessi…. però.. .

    Fare una semplice battuta, sul profetisssssimo Maometto, TI COSTA LA VITA.

    In questi giorni hanno ucciso dei bambini che vedevano una partita di calcio.

  21. 13 bambini,per la precisione,perché guardavano la tv,probabilmente per l’Islam strumento di Shaitan…

  22. stamane in parlamento, una Pd,si stracciava le vesti perché la gente,stampa e media,non le avevano fatte sante subito ma avevano detto alle due sciocchine che si erano beccate cio’ che meritavano..Ci sono costate120 miliardi di riscatto,in un momento di penuria e fame per la gente.

  23. I commenti avevano preso una piega…interiore.
    Peccato, vorrá dire che il Sé latente dovrá attendere ancora per rendersi ..manifesto.

  24. Valeria carisssssima, hai scritto : ” Prima di partire – per l’Italia – avrebbero dovuto fare un corso di sopravvivenza alle polemiche e alle dietrologie.”

    Hai ragione !

    Non meritavano tante polemiche dal popolo italiano, le giovanissime ragazze erano andate per aiutare, CI SONO LE INTERCETTAZIONI DEI ROS, e, per fare beneficenza ad al qeda.

    E’ stato un gioco di parole, che non abbiamo capito, loro volevano aiutare i bambini dalla guerra, ma poi le hanno protette i santi di al quaeda.

    Meglio di così ?

    Nessun graffio… . Che grandi uomini e quanta onestà.

    Sono stati veramente dei signori… . Veramente, dei signori perbene… .

    Questa è vera storia e le donne nei paesi islamici vengono trattate benisssssimo.

    Molte fanno le crocerossine, per carità, queste invece sono state super crocerossine, in quanto portatrici di 18 milioni di euro, che sinceramente , come sono i tempi, diciamo le cose come stanno, siamo onesti, equivalgono a 18 milioni di lire, una cifra povera e direi bassa.

    Forse questo è stato uno sbaglio , avrebbero dovuto triplicare la cifra. Il popolo italiano e le super crocerossine sono stati un pò tirchi.

    Pensandoci bene.

    Io mi scuso se le ho criticate, così si deve scusare anche tutto il popolo italiano.

    Le due super crocerossssssine vanno a fare una misssssssione di pacccccce e d’ ammmmmmore, e, molti come me vanno a criticarle ?

    Non è giuuuuuuuuusto.

    Valeria, grazie che mi hai fatto tanto capire e mi hai fatto tanto ridere.

  25. 120 mi-li-ar-di!? A 180 miliardi… di euro… ammonta, invece, l’evasione fiscale in italia… Se tutti, ma proprio tutti, donassimo tre centesimi potremmo istituire la guardia nazionale degli evasori da investire come inviati speciali ovunque nel mondo ci sia bisogno di aiuto. Dovessero chiedere il riscatto per qualcuno di questi inviati speciali, sono già stati pagati. Potessero davvero andare a fare qualcosa di utile, sono già stati pagati. Volessero tornare, sono già stati pagati, non possono: è l’unico rischio del mestiere.

  26. Un mio conoscente, stamani, mi ha inviato un articolo non di pace…, sinceramente, non vorrei leggere fatti di guerra e fatti di cronaca nera, tuttavia, non conoscere e non sapere, non significa aver risolto i propri problemi … .

    SE CONOSCI IL PROBLEMA POTRAI PRENDERE UNA DECISIONE, SE NON CONOSCI IL PROBLEMA, NON POTRAI PRENDERE NESSUNA DECISIONE.
    ———————————————————————————————

    ” In questi giorni abbiamo ascoltato una rivelazione del ministro degli esteri italiano, gli sarà sfuggita probabilmente perché subito qualcun’altro ha cercato di mettere una pezza ma ha causato un danno maggiore. Il ministro ha detto che i terroristi islamici sono infiltrati tra gli immigrati. Chi non lo sapeva in Italia? Più che rivelazione è una presa di coscienza.

    I politici italiani se ne stanno accorgendo adesso… temono probabili attentati contro l’Italia ma però già annunciati dagli imam.

    Per capire la reale gravità della presenza di miliziani dell’Isis in Italia e il fallimento del dialogo con gli integralisti islamici, è opportuno ascoltare questa dichiarazione di guerra dell’imam di Londra contro l’Italia Non teme di annunciare la conquista di Roma da parte dei musulmani. ​Nel video allegato.

    Il ministro italiano ha ammesso una verità che tutti gli altri hanno cercato maldestramente di insabbiare, rimane comunque il dato del numero elevatissimo di immigrati entrati in Italia nel 2014: sono stati centoquarantamila, di cui solo sessantamila registrati, di tutti gli altri non si conosce il nome e rimane un mistero la loro destinazione, non si conosce nulla di decine di migliaia di persone.

    A me dispiace molto pensare agli immigrati che vagabondano privi di una casa dove dormire, un pasto caldo, abiti puliti e la pace nel cuore. Mentre gli immigrati registrati vivono comodamente negli alberghi e nelle case di accoglienza a spese dello Stato italiano e per ognuno arriva a pagare anche 70 euro al giorno.

    Anche la persona meno preparata capisce che c’è qualcosa che non quadra, tutti ci domandiamo perché trattenerli in questo modo, causando aspettative di vita agiata agli stessi immigrati (per quanto durerà) e riducendo alla fame milioni di italiani che ricevono una pensione misera dopo decenni di duro lavoro!

    Esprimo la mia vicinanza agli immigrati che cercano legittimamente di migliorare la loro vita, solo che in Italia proprio milioni di italiani vivono ancora peggio degli africani, perché questi sono abituati ad accontentarsi del necessario e sono fortunati, mentre moltissimi italiani soffrono terribilmente l’impossibilità di continuare uno stile di vita al di sopra della loro condizione economica.

    Cosa succederà prossimamente continuando questo andazzo? L’imam di Londra ne prefigura uno che non si potrà realizzare completamente: i musulmani vogliono raggiungere il potere e dominare tutto il mondo, vogliono prendere possesso di Roma ed affermano che lo ha rivelato Allah…

    Come reagiranno gli sfaticati italiani, difensori di quanto è contro la Chiesa, quando saranno colpiti dai musulmani?

    È tempo di pregare molto e di chiedere con insistenza alla Madonna la pace nel mondo. È in corso una violenta lotta tra il Bene e il male, a livello di spiriti si cerca il predominio e San Michele Arcangelo guida la schiera dei potentissimi ed invincibili Spiriti Celesti. Tutti sono al servizio della Celeste Condottiera, tutti attendono con trepidazione i comandi della Madre di Dio.

    I potenti del mondo si illudono di ottenere una vittoria che sarà immancabilmente del Cuore di Gesù, con il trionfo del Cuore Immacolato di Maria. Non possono capire né prevedere questo i potenti, anzi trovano espedienti e nuovi progetti per islamizzazione l’Europa ma qualcosa è già sfuggita al loro controllo, l’invasione islamica si sta trasformando in una disfatta per loro, simile a quella di Caporetto del 24 ottobre 1917.

    Proprio nell’anno delle apparizioni di Fatima e l’ultima delle sei apparizioni era avvenuta undici giorni prima.

    Questo è il tempo di Fatima, si manifesterà anche il segno di Garabandal e saranno rivelati i dieci segreti di Medjugorje.

    Questo è il tempo per deciderci seriamente per Gesù e pregare molto, ditelo anche ai vostri familiari. Forse qualcuno vi dirà che siete un po’ fissati, non preoccupatevi, lo dicevano anche di Gesù: “È fuori di sé”.

    Gesù emanava l’Amore perfetto e solo i buoni potevano comprenderlo, così solo i buoni vi comprenderanno nel vostro apostolato.

    È tempo di fare con equilibrio apostolato ovunque: invitate tutti alla preghiera e fate riflettere sui segni dei tempi! ”

  27. “Dal libro il Rosario per scoprire il volto di Dio”:
    —————————————————————————————–
    “ Quando nel 1945 fu sganciata la bomba atomica su Hiroshima, una piccola comunità di 4 gesuiti, situata in una canonica distante solo 8 isolati dallo scoppio della bomba, la chiesa rimase illesa e nessuno dei 4 padri rimase contaminato dalle radiazioni, mentre non scampò alcuna persona nel raggio di 1,5 km dal centro dell’esplosione.

    200 scienziati ed esperti indagarono per diversi anni per individuare le cause scientifiche. Non arrivarono a nulla, poiché in quella casa c’ era solo una cosa diversa dalle altre : si recitava ogni giorno il rosario. “
    ——————————————————————————–
    Pregare è dificilissimo, in quanto l’ inconscio, la bestia ti fa distrarre inutile la preghiera, utilizza la pigrizia, la noia, la pesantezza, la stanchezza, il fastidio, la tristezza, ma soprattutto utilizza i piaceri e dispiaceri del mondo.

    Invece di recitare 10 Ave Maria, l’ essere si apre a ciò che lo domina, a ciò che lo ” tortura “, contro l’ incoscio dobbiamo essere astuti, l’ insidia che ci procura, non bisogna sentirla veraaaaa, ANCHE SE LA SENTIAMO VERISSIMA, ma bisogna spezzare il colloquio e praticare la tecnica del NON SENTIRE.

    L’ uomo deve fare tutto nella sua vita, deve essere padrone della sua esistenza, ma deve pur mettere una goccia del Divino nel suo cammino, proprio per vincere il mondo e le sue tenebre.

    Chi si rivolge al Divino può tutto, il male viene incenerito.

    I fatti che stiamo vivendo sono apocalittici e tragici, tuttavia non dobbiamo arrenderci, nemmeno davanti alla bomba atomica e nemmeno davanti all’ inferno.

    MI POSSONO FARE A PEZZI, MA NON MI ARRENDO. CERCO SEMPRE LA VITTORIA.

    PERCHE’ DEVO SENTIRE LA SCONFITTA, STARE MALE, NON VOLER LEGGERE CERTE SITUAZIONE, MOLLARE, E SSERE DOMINATO, VIVERE CON LA PAURA, ecc. ?

    I frati di Hiroshima ne sono la prova.

  28. Se qualcuno volesse sapere qualcosa in più, del miracolo riguardante, i frati gesuiti, basti andare su google e scrivere ;

    ” gli 8 frati salvi dalla bomba di hiroshima “.

  29. Aiutati perchè nessun Dio Misericordioso ti Aiuterà Mai. Le Prove… Basta guardarsi attorno, basta osservare quello che sta succedendo, come anche su quello che è già successo nell’ultimo olocausto… Le cause prime scatenanti sono da ricercarsi nella Storia……., ma non in quella scritta dai vingitori, ma su quella scritta nel cuore degli uomini 😀

  30. Una Lazio potente, inarrestabile e travolgente, è stata promossa dal piano eterico come la vera e unica stella del cielo di Roma.

    Questa immagine sacra, del calcio italiano, ha spedito nel Purgatorio Adriano Galliani, all’ Inferno tutto il milan, compresa, la fidanzata del cavaliere, Francesca Pascale.

    La dama, in questione, portava con sè, una valigia piena di corni rossi… .ognuno pesava tre chili ed era lungo 50 cm; in un’ altra valigia portava viagra, giornali e oggetti pornografici, per il suo fidanzato.

    Ad aprire le porte dell’ inferno, c’ erano gli uomini del’ Isis e c’ era pure, in questa esperienza di fortissimo caldo, ebbè, uno scugnizzzzzzzo sicilianoooooo, che diceva di essere un DIO moderno e divertente, senza sacrifici, senza lavoro, senza crisi, senza morte, senza resurrezione dell’ anima e senza misteri.

    Tutto facile !

    Insegnava ai suoi discepoli, di inventarsi ognuno un Dio, a sua immagine e somiglianza, in quanto ce ne erano tantissssssimi, uno vale l’ altro.

    PERO’ RACCOMANDAVA AI SUOI DISCEPOLI, DI CREARE UN DIO SENZA MIRACOLI E SENZA AIUTARE GLI UOMINI, PERCHE’ L’ UOMO E’ DIO E SI AIUTA DA SOLO.

  31. Carissimo Stimato Prof. Gabriele, al solito mio, avrei da riportare una lunga esposizione, non solo per rispondere al nostro comune carissimo fantastico amicone Luigggione, ma anche per essere posta al vaglio della sua preziosa persona e di tutti i ricercatori d’anima che frequentano questa sua illuminante preziosa necessaria radiosa casa.

    L’esposizione essendo abbastanza lunga vorrei che fosse approvata dal suo saggio consenso, con la precisante nota che quello che riporterò, di sicuro potrebbe far male a tanti Cristiani che hanno una fede e credono in tutto ciò che questa nostra Chiesa ci ha trasmesso. Ma è anche vero che così come ci fu detto: “solo le verità ci potranno salvare e finalmente solo le verità ci potranno aiutare a manifestare il vero sincero impersonale immortale altruistico cuore.”

    Nell’attesa di una sua gentile risposta, assai gradita mi è l’occasione per Salutarla Calorosamente ed Affettuosamente con un Cordiale Sincero Sorriso da trasmettere anche alla Sua Preziosa Famiglia ed ai suoi (come anche nostri) Fantastici Collaboratori.

    Raffaele

  32. Eccomi, Raffaele. Pubblica pure la tua esposizione. Un abbraccio. Gabriele

  33. Posso chiedere a Raffaele e al nostro caro prof di pubblicare l’esposizione a puntate in modo da poter leggere e capire con calma quanto ci viene propinato? Grazie

  34. Cara Valeria, certo. Penso che anche Raffaele non abbia nulla in contrario. Baci baci

  35. Carissimo Prof. La Porta, Carissimi Amici e Carissime Amiche di questa preziosa casa, mi scuso, ma non posso proprio pubblicare quanto il mio ribelle cuore voleva dire….. proprio nel giorno significativo del mio festeggiato sessantesimo anno ho dovuto accompagnare colei che mi ha dato la vita in questa vita, la mia adorata mamma, dall’altare di questo mondo ai mondi trascendentali dell’anima…il consiglio che ho percepito da quella maggiore luce, mi suggeriva che ancora il mondo della Cristianità non è pronto per accogliere certe antiche nuove rivelazioni…
    Scusatemi
    Raffaele

  36. Carissimo Raffaele, sentite condoglianze da tutti noi. Ti siamo vicini in questo triste momento. Gabriele e redazione

  37. carissimo amico Gabriele ti sono empaticamente vicino in questa tristissima circostanza per la perdita della persona che in famiglia si ama di più.Ti abbraccio caldamente e ti auguro molta serenità.
    Gilberto

  38. Caro Raffaele,
    ti ringrazio per aver condiviso anche con me il dolore per il distacco dalla madre. E’ proprio vero che la vita sembra prepararci, malgrado la nostra volontà, all’arduo compito di lasciar andare le persone a noi care. E’ l’unico compito al quale è scontato ribellarsi perchè non possiamo dire che sia ingiusto, in quanto dobbiamo farcene una ragione ed accoglierlo per non scaricare su qualcun altro le responsabilità che esso comporta e che qualcuno deve comunque assumere su di sé. E’ che questo compito viene assegnato senza dare la possibilità di prepararsi adeguatamente a riceverlo. La preparazione è sempre stata propedeutica alla conoscenza e tutto ciò che prima non prepara va perduto, perchè la mente e il cuore si alleano per instaurare la dittatura delle negazioni, alla vita e a tutto ciò che viene dopo. Meglio sarebbe tacere, tanto sarebbe come non condividere niente che si possa sentire, ma ancora una volta qualcosa che si debba accettare ciecamente.
    Ancora ti ringrazio per aver condiviso con noi anche questa giornata.
    Valeria

  39. leggo in questo momento Raffaele,
    le mie sincere condoglianze

    ettore

  40. Un abbraccio affettuoso Raffaele, questi momenti sono molto difficili, stai vicino alle persone a te care, permetti loro di starti vicino anche se in questi situazioni molto dolorose uno tende a chiudersi in se stesso come prima reazione. Tua mamma è sempre lì vicino al tuo cuore e nei ricordi. La rabbia e la frustrazione anche se sono sentimenti naturali in questi casi è meglio accettarli e poi lasciarli andare e non portarseli dietro come compagni a lungo, meglio sfogare e lasciare andare. So che le parole non servono a niente in questi casi, ma spero l intenzione di portare conforto ti arrivi. Ci saranno tempi migliori, non dubitarne. Coraggio!Un abbraccio al tuo generoso cuore.

  41. GRAZIE A TUTTI VOI CON VERO SINCERO VIBRANTE EMOZIONATO CUORE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...