Natale

Non ho voglia di tuffarmi
in un gomitolo di strade
Ho tanta stanchezza
sulle spalle

Lasciatemi così
come una cosa posata
in un angolo
e dimenticata

Qui non si sente altro
che il caldo buono

Sto con le quattro capriole
di fumo del focolare.

Giuseppe Ungaretti

Advertisements

25 Risposte

  1. Auguri di Serene Feste caro prof Gabriele La Porta. Mirka

  2. «Caro Rainer, ti ringrazio! Sai che Natale è “dei grandi” solo se improvvisamente giunge un ricordo – è come se un filo d’argento di un invisibile albero di Natale fosse rimasto appeso da qualche parte e portasse con sé una moltitudine di piccoli ricordi scintillanti, proprio come la confusione che si è soliti far pendere dall’albero di Natale e che solo grazie al filo d’argento di colpo si trasforma in una festosa unità.»

    (Tratto da una lettera inviata da Lou Salome’ a Rilke – Gottingen, 28 Dicembre 1909)

  3. Un abbraccio pieno di affetto a tutti i viaggiatori. …alla redazione ed al carissimo Gabriele. …

  4. Grazie Bianca. Auguri anche a te. Gabriele

  5. Ciao Beatrice. Grazie da tutti noi. Gabriele e redazione.

  6. “Qui non si sente altro
    che” il buon caldo…

    “niuno trema più né geme
    più: sono al caldo”.
    ..

    😉

  7. Cara Beatricccce, bentornata, tu sei un pezzo di storia, in questa accademia, dove si cerca di educare l’ anima, il pensiero e la volgarità.

    Bea, non mangi più il cannolo ? Eeeeeeeeeeeee… .

    Eppure ti piaceva, tanto, così dicevi. Ti ricordi ? Ne mangiavi due, tre al giorno. Però non ricordo come lo prendevi, allo zabaione, oppure, alla ricotta, alla panna.

    Eri affezionata, diciamo così, al dolce siciliano.

    Non ti nascondo che anch’ io, lo mangerei, però, sai, ho 66 anni… , bisogna stare attenti, preferisco il brodino… ;

    per esempio, prendi la banana è un frutto troppo zuccherato, non fa per me, per il discorso diabete… . Lo prendesse… . Non mi viene il nome…. . E’ la vecchiaia….. .

    Se i cannoli non sono più di moda, allora, per Natale ti manderò, come regalo, un bel e grosso GELATO, lo vorresti, in coppetta, oppure ti piacerebbe al cono ?

    Dai Beatrice, non pensare alla linea, siamo sotto Natale, bisogna spezzare i dogmi, le malelingue, il sentito dire, il disinteresse e simultaneamente essere positivi.

    Ma veramente ci apriamo a delle sciocchezze ?

    CARISSSSSSIMA, IL MONDO SI VINCE SOLO SE RIUSCIAMO A VEDERE CHE TUTTO CIO’ CHE CI DISTURBA, CI INGANNA E’ UN PARVENZA, UNA MENZOGNA E PURTROPPO CI TOGLIE LA SERENITA’.

    NON CI DOBBIAMO FAR DOMINARE DAI FATTI DEL MONDO.

    MA CI DOBBIAMO DISSOCIARE, DA TUTTO CIO’ CHE NON E’ NOSTRO… .

    Speriamo che la tua venuta, porti vittoria, alla Lazio che sta andando bene… .

  8. una delle poesie di Ungaretti.neno carsica.Il guerrirero,è stanco e desideroso di tranquillità davanti ad un fuoco finalmente di pace
    Che gran poeta questo Ungaretti,degno di Nobel,non datogli perché fascista.Un uomo di una grandissima umanità.Caro Gabriele,io avevo pensato di conferire dei N.P,Nobel postumi ai poeti che pur notevoli,per ragioni non artistiche non lo avesse ingiustamente potuto ottenere

    Serena notte

  9. Un sereno Natale, caro Prof. La Porta, a Lei e famiglia, alla redazione ed a tutti gli amici di casa-blog.

    AUGURI!

  10. […] “La Fata dai capelli turchini restituisce al suo caro Pinocchio i quaranta soldi e lo ringrazia tanto del suo buon cuore”. […] 😀

    (Da “Le avventure di Pinocchio”, di Carlo Collodi)

  11. Grazie Anna da tutti noi!

  12. Un augurio anche a te Anna Ferrara e a tutti!

  13. Un anno ancora corre alla fine dei sui splendori così come corre per morire e poi risorgere dalle sue nascoste invisibili e visibili tangibili sconfitte. Ma sempre rimane l’incancellabile traccia, l’imprinting che la sperimentata via dissemina con ogni capito o non capito piccolo o grande passo esistenziale di piccola o grande cosciente consapevolezza. E’ la Vita che in questo piano esistenziale, in questo piano di coscienza, sposandosi con l’inesorabile illusorio tempo lineare, nel circolarcome anche nel verticale tempo, collassando su se stessa, condensa e si dispiega come un telo bianco in tutto ciò che da qui chiamiamo Spazio. Spazio assai necessario su cui scrivere le proprie armoniche e/o distoniche vibrazioni, note musicali fino a raffinare ogni suono per quelle richieste ottave maggiori.

    E’ quasi un continuo partorire per poi rinascere con tanto travaglioso cosciente morire per tanto incosciente necessario vivere. E’ quella sempre giusta strada maestra che sempre si mostra attrattiva per accogliere tantissimi esseri inconsapevoli che sperimentano la scala evolutiva. Ma è anche vero che tantissimi Angeli/Daimon e Maestri, per tantissimi necessari equilibranti affini attrazione, giungono da ogni parte del creato per seguire i passi degli uomini. Angeli Daimon e Maestri Indefinibili che da sempre sacrificano la loro infinita coscienza cosmica assai più elevata, scegliendo questa piccolissima infinitesima necessaria terra, come umile campo di battagliosa / contrastante / frapposta dimora comparativa, ma soprattutto per essere un vivo reale trampolino di lancio, affinché prima o poi possa affluire quella maggiore celestiale luce nel cuore duro cieco e sordo degli uomini.

    Insomma….. dopo queste sentite sincere giuste o ingiuste strane parole……. Che sia questo il tempo del tanto atteso SANTO NATALE che attraverso le Sante Stellari Diamantine Divine Spirille, ci permetterà finalmente di vedere il SOLE DI MEZZANOTTE attraverso il nostro stesso risvegliante celato e mai nascosto radioso sole interiore…. Affinché quella divina innata celata e mai nascosta radiosa luce dell’anima possa finalmente mostrarsi fuori con tanto amore e soprattutto con tanta Sentita Percepita Capita Compassionevole Consapevole Cosciente Coscienza Conoscenza INTERIORE.

    Per ultimo, non potevo esimermi di Ringraziare vivamente tutti i fantastici collaboratori di questa radiosa illuminante casa sorretta da un grande luminare, il Nostro Carissimo Prof. Gabriele e di Michele il nobile giusto seguito di una grande numinosa discendenza. Le loro sempre incentivanti riflessioni per tutte sante liriche di risveglianti analisi interiori che ci mostrano continuamente, sono una vera richiamante luce, un incitamento a ricercare risposte soprattutto dentro di noi.

    Carissimo Prof. Gabriele , debbo anche scusarmi, e ringraziarla per il tantissimo spazio che benevolmente ha concesso sempre a tutte le mie strane (e forse anche insensate) parole 😀

    Ringrazio Clara ed Egidio come anche il nuovo erudito prof. Massimo Lanzaro , i sui Fantastici Beniamini, e se mi è concesso, direi anche i nostri Preziosi seppur Silenti Collaboratori, che tanto tempo ci hanno e dedicato per dare spazio alla voce del nostro grintoso interagire, del nostro sentire, del nostro capire e del nostro cuore senza mai mostrarsi da tutte le nostre critiche. Con l’augurio che possano farlo perché sarebbe assai bello sentire anche la loro preziosa voce…… 😀

    Ringrazio tantissimi antichi Amici / Amiche, la portentosa erudita Valeriona, l’amabile Beatrice, la dolce Anna, il poetico errante cuore di Giuseppone e tanti e tante ASSENTI ma sempre presenti ed assai preziosi al cuore che sono stati e sono sempre attenti tracciatori attivi di tante meditate contemplative ed anche contrapposte acritiche e critiche Riflessioni che hanno dato voce anche al mio ribelle immortale cuore .. 😀 E fra questi perchè negarlo, il mio prezioso amabile romantico grintoso scherzoso LUIGGGIONE che con grande sincero spirito di opposizione è il nemico e soprattutto l’amico più leale e grande di tante battagliose parole.

    Ringrazio Tantissime Amiche del Cuore… che spesso con una sola erudita/sincera grintosa intuitiva parola hanno dilettato e destato anche il mio essere interiore. 😀

    L’albero si riconosce dai sui frutti, ed i vostri, carissimi amici e amiche sono assai sublimi ed assai profumati. Profumati di una dolcissima fragranza che come una amorevole rara preziosa voce, penetrando i veli delle apparenze per arriva a dissetare come una salvifica goccia di cristallina diamantina acqua che tanto bene fa all’anima. Certo è anche vero che qualche volta non sono stati sempre fiori profumati… ma come ho sempre detto, C’E SEMPRE DAIMPARARE DFA TUTTI , anche e soprattutto per tante altre comparative confrontanti vie che passano per tante intuitive percezioni / vibrazione che dal sacro immortale cuore arrivano all’intelletto per mostrarsi fuori 😀
    ___________..☆
    ___________☆☆
    __________☆.*.☆
    _________☆•*.*`•☆
    ________☆¸.•**`•..☆
    _______☆.•**•**•*•.☆
    ______☆¸.•**•.**¸.**•☆
    _____☆¸.•*¨*•.**¸.**`•.☆
    ____☆•*¨*•.•.•**•…•*¨*•.☆
    ___☆¸.•*¨*`•*☆☆•-.•**`•.☆
    __☆¸.•*¨*•*.☆☆☆☆¸.•**`*•..☆
    ☆☆¸..•BUON – NATALE •– ☆☆
    __☆¸.•*¨*•*.☆☆☆☆¸.•**`*•..☆
    (¯`v’¯) ☆☆
    `•.¸.•’
    ¸.•’¸.•’¨)¸.•*¨)
    (¸.•’ (¸.•’ .•’¸¸.•’¯`•-> ___ Un Buon Santo Natale e un Buon Fine ed Inizio Prosperoso Nuovo Anno al Vostro Prezioso Cuore ed al Cure dei Vostri Immensi Amori Terreni e Celestiali, compresi i nostri amabili amorevoli fratelli più piccoli che sono amorevoli frammenti incarnati dei nostri stessi celati sublimi sentimenti…. 😀 😀 😀

  14. Buon Natale a Lei Prof. e a tutti gli amici del blog

  15. E Rieccoci, per questo nuovo Natale…. quindi, AUGURI a lei carissimo Professore La Porta e famiglia, Auguri a tutti gli Amici della redazione di questa casa “Anima” e per ultimo ma non ultimi, a tutti gli amici che la frequentano con i loro apporti e conoscenze varie e variegate. Buon Natale Ancora…….. 😉 🙂 😀

  16. Grazie Viki. Ricambio gli auguri. Baci baci

  17. Caro Raffaele, buone e sante feste anche a te. Gabriele

  18. Carissimo Gabriele, tanti auguri, a te , alla tua redazione, a Rafeluzzzzzzu, che mi fa incazzrae ma gli voglio bene, a tutti i ” turisti ” e i viaggiatori, NESSUNO ESCLUSO, del tuo prestigioso, autentico e austero, blog.

    Caro Prof, ti auguro dal profondo del mio cuore tantissimo bene, perchè sei una PERSONA CHE SA AMARE E CHE SA PERDONARE.

    Non tutti sanno perdonare, esso è un DONO di rari uomini, coraggiosi ed evoluti culturalmente. E’ una delle operazioni più nobile, più alta, dell’ esistenza umana, ma è anche l’ operazione più difficile, in quanto, con il perdono, si supera e si vince la dimensione dell’ orgoglio e dell’ odio..

    Carisssssimo Gabrielle, stasera ti manderà un messaggio OCCULTO, della Madonna, sul potere e la potenza di San Gabriele.

    Non è un messaggio di lacrime, di battersi il petto, e di ” chiesa “, si potrebbe definirlo un discorso filosofico e psicoanalitico.

    LA VERGINE PARLA DELLA NOSTRA ANIMA, DEI NOSTRI PROBLEMI E DELLE NOSTRI LOTTE INTERIORI, LE CUI INSIDIE, SI ESPRIMONO NEL FUNESTO QUOTIDIANO.

    Ecco cosa dice :

    “Gli Angeli del Signore hanno una parte molto importante da svolgere nel mio disegno vittorioso. Ecco quale è la loro funzione: AI MIEI ORDINI COMBATTONO UNA TERRIBILE BATTAGLIA CONTRO SATANA E TUTTI GLI SPIRITI CATTIVI e con perfetta aderenza ai piani dei due grandi ed opposti condottieri: la Donna vestita di sole ed il dragone rosso.

    Compito di San Gabriele è quello di rivestirvi della stessa fortezza di Dio. Egli combatte contro l’insidia più pericolosa di Satana, quella di indebolirvi, portandovi allo scoraggiamento e alla stanchezza.

    E’ la debolezza che vi conduce al dubbio, all’incertezza, alla paura, al turbamento. Questa è la tentazione del mio Avversario, per rendervi inoffensivi, chiusi in voi stessi e fermi sui vostri problemi

    L’Arcangelo Gabriele ha il compito di aiutarvi a crescere nella fiducia rivestendovi della fortezza di Dio. E così ogni giorno vi conduce sulla strada dell’ eroismo, della fermezza e del coraggio.”

    Prossimo messaggio, si parlerà di San Raffaele e di San Michele.

  19. Buone feste anche a tutti voi, amici del Blog!

  20. Grazie, Inno. Ricambio gli auguri con affetto. Baci

  21. Storia di “natale” di Bruno Ferrero

    Questa è la storia vera di una bambina di otto anni che sapeva che l’amore può fare meraviglie.
    Il suo fratellino era destinato a morire per un tumore al cervello. I suoi genitori erano poveri, ma avevano fatto di tutto per salvarlo, spendendo tutti i loro risparmi.
    Una sera, il papà disse alla mamma in lacrime: “Non ce la facciamo più, cara. Credo sia finita. Solo un miracolo potrebbe salvarlo”.
    La piccola, con il fiato sospeso, in un angolo della stanza aveva sentito. Corse nella sua stanza, ruppe il salvadanaio e, senza far rumore, si diresse alla farmacia più vicina. Attese pazientemente il suo turno. Si avvicinò al bancone, si alzò sulla punta dei piedi e, davanti al farmacista meravigliato, posò sul baco tutte le monete.
    “Per cos’è? Che cosa vuoi piccola?”.
    “È per il mio fratellino, signor farmacista. È molto malato e io sono venuta a comprare un miracolo”.
    “Che cosa dici?” borbottò il farmacista.
    “Si chiama Andrea, e ha una cosa che gli cresce dentro la testa, e papà ha detto alla mamma che è finita, non c’è più niente da fare e che ci vorrebbe un miracolo per salvarlo. Vede, io voglio tanto bene al mio fratellino, per questo ho preso tutti i miei soldi e sono venuta a comperare un miracolo”.
    Il farmacista accennò un sorriso triste. “Piccola mia, noi qui non vendiamo miracoli”.
    “Ma se non bastano questi soldi posso darmi da fare per trovarne ancora. Quanto costa un miracolo?”.
    C’era nella farmacia un uomo alto ed elegante, dall’aria molto seria, che sembrava interessato alla strana conversazione. Il farmacista allargò le braccia mortificato. La bambina, con le lacrime agli occhi, cominciò a recuperare le sue monetine.
    L’uomo si avvicinò a lei. “Perché piangi, piccola? Che cosa ti succede?”.
    “Il signor farmacista non vuole vendermi un miracolo e neanche dirmi quanto costa… È per il mio fratellino Andrea che è molto malato. Mamma dice che ci vorrebbe un’operazione, ma papà dice che costa troppo e non possiamo pagare e che ci vorrebbe un miracolo per salvarlo. Per questo ho portato tutto quello che ho”.
    “Quanto hai?”.
    “Un dollaro e undici centesimi… Ma, sapete…” aggiunse con un filo di voce, “posso trovare ancora qualcosa…”.
    L’uomo sorrise “Guarda, non credo sia necessario. Un dollaro e undici centesimi è esattamente il prezzo di un miracolo per il tuo fratellino!”.
    Con una mano raccolse la piccola somma e con l’altra prese dolcemente la manina della bambina. “Portami a casa tua, piccola. Voglio vedere il tuo fratellino e anche il tuo papà e la tua mamma e vedere con loro se possiamo trovare il piccol miracolo di cui avete bisogno”.
    Il signore alto ed elegante e la bambina uscirono tenendosi per mano. Quell’uomo era il professor Carlton Armstrong, uno dei più grandi neurochirurghi del mondo. Operò il piccolo Andrea, che potè tornare a casa qualche settimana dopo completamente guarito.
    “Questa operazione” mormorò la mamma “è un vero miracolo. Mi chiedo quanto sia costata…”.
    La sorellina sorrise senza dire niente. Lei sapeva quanto era costato il miracolo: un dollaro e undici centesimi… più, naturalmente l’amore e la fede di una bambina.

    “Se aveste almeno una fede piccola come un granello di senape, potreste dire a questo monte: Spostati da qui a là e il monte si sposterà. Niente sarà impossibile per voi”. Vangelo di Matteo 17,20.

  22. Un caro e buon augurio a Gabriele, Michele e redazione e a tutto il blog!

  23. Grazie per la bella storia che ci hai inviato. Tanti auguri da parte di tutti noi!

  24. Cara Anna,ho letto attraverso un velo di lacrime questa tua storia.Ad un certo punto ho creduto non fosse un miracolo ma una coincidenza,poi ho compreso che se era solo una fortunata coincidenza,era ancora più improbabile coincidenza di coincidenze.Un vero miracolo ,dunque.Che grande regalo ci hai fatto.
    Grazie.Serenissimo Natale.
    Anche a te,caro Gabriele: TERRIBILIS LOCUS ISTE.

  25. Grazie a tutti per l’aurora boreale che spostate nel cielo sopra di noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...