Il pioppeto

Hanno abbattuto i pioppi, addio all’ombra
e al mormorio del fresco colonnato,
il vento piu’ non gioca ne’ canta tra le foglie,
la loro immagine piu’ l’Ouse non riceve.
Dodici anni fa scoprii un giorno
l’amato boschetto e la riva dei pioppi,
e ora nell’erba sono affondati,
e sedile mi fa chi ombra mi diede.
Il merlo fuggito ad altro riparo,
tra noccioli ha trovato rifugio alla calura,
piu’ non risuona la sua dolce voce
sulla scena che tanto mi aveva incantato.
Brevi scompaiono i miei anni,
presto coi pioppi dovro’ giacere,
una zolla sul petto, una pietra sul capo,
prima che un bosco sul posto rinasca.
La vista m’invita, piu’ d’ogni altra cosa,
a meditare sugli effimeri piaceri umani:
la vita e’ sogno, ma il piacere si consuma
piu’ rapido del respiro di un uomo.

William Cowper

Advertisements

13 Risposte

  1. non sono stato sempre buono con lei,
    anzidi solito ero un figlio di puttana.
    la amavo tanto e non sapevo cosa fare.
    invece di darle cio’ che sentivo,di colmarla,
    di quell’amore aspro,me lo inghiottivo.
    E’ una cosa che non riesco ancora a capire:
    il suo amore mi arrivava senza problemi,
    il mio invece non fluiva verso di lei.Credo che il suo amore
    reprimesse il mio.
    lei e il suo amore formavano una sostanza densa in cui
    il mio amore e io rimanevamo impantanati,allora diventavo
    una furia e lei non riusciva a capirlo.
    L’ho trattata male,molte volte,perche’ ero disperato
    ma l’amavo piu’ della mia stessa vita e quando se n’e’ andata
    la mia vita si e’ spenta.

    Efraim Medina Reyes

    ” un uccello posato su un ramo
    non ha mai paura che il ramo
    si rompa,perche’ la sua fiducia
    non e’ nel ramo,ma nelle sue ali”.

  2. ci dobbiamo convincere di appartenere ad un sistema predatore-preda,a ricircolo integrale,e che quando tocca a noi tocca a noi tocca a noi. Eutukìa

  3. Un è matematicamente provato che un calabrone non potrebbe fisicamente volare, eppure vola… Un guerriero come un uccello sa di essere sia un predatore come anche una facile preda, ma nella cosciente consapevolezza della sua immortale natura se ne frega di tutti i diavoli, di tutti i tiepidi e di tutti i santi e prosegue sempre la sua strada guidato solo dalla suo coraggio, dal suo intuito, dal suo intelletto e soprattutto dalla forza che gli viene dal cuore…… 😀

  4. Ci leggo un filo di amarezza nel tono dell’autore, disillusione per la difficoltà di accettare le perdite (non solo materiali) che immancabilmente la vita porta con gli anni.

  5. ognuno fa affidamento(o deve far affidamento )su quello che ha se è saggio..Ma la saggezza spesso è gelida.

  6. al piacere di aver scoperto quel pioppeto lungo il fiume,con le sue gioie ,segue la tristezza della constatazione del suo abbattimento.
    Qui,invece lo scapigliato Giovanni Camerana ci offre solo i piaceri che ci dona un altro pioppeto di sponda ad un fiume.

    Il pioppeto nell’azzurro
    è un tremolio di grigio e argento;
    fa in mezzo ai rami il vento
    lento sussurro
    Per la marea dorata
    delle messi,olmi e noci hanno sembianza
    grave;la lontananza
    splende infiammata.
    Rosseggia il cascinale
    fra pianta e pianta;il muricciol di creta
    piove una larva quieta
    dentro il canale.
    Dentro il canale a riva
    cinque bianche anitrelle in concistoro
    si dicono fra loro
    l’egloga estiva.
    Verranno le luccioline
    stasera,or pieno è il prato di farfalle
    candide ,glauche e gialle
    grandi o piccine.
    Al gaio torneamento
    la libellula mesce il ronzio
    e il pioppo è un tremolio
    di grigio e argento.

    Credo di aver ristabilito la gioia in questo luogo che era diventato triste

  7. Ciao Rafeluzzzzzzzu, sei un grande e condivido le tue miracolose parole. Grazie, per l’ alto insegnamento che ci dai.

    Anch’ io una volta, da giovane, avevo un grande ucccccellllo, lo tenevo in gabbia, però l’ avevo ammaestrato, lo facevo uscire spesso.., tutti lo amavano, soprattutto le donne… .

    Le signore, mi dicevano che era tenero, educato e sensibile, insomma era di grande compagnia…, altruista e le aiutava ad uscire dalla solitudine e dalla malinconia.

    L’ ucccccellllo era un farmaco naturale, devi sapere, che era stato promosso, dalla scienza ufficiale, non si scherza, come terapia, per far diventare giovani le donne.

    La vita è strana.., a volte, l’ amore di un animale, può guarire un essere umano, grandioso miracolo, si potrebbe dire, fra virgolette, che un volatile, stranamente, potrebbe prendere il posto di un medico…. .

    Cose da non credere. Certamente. Pero sono casi rari, il mio uccello ha dato speranza alla sofferenza umana.

    Rafelù, poi è morto.

    Quando era giovane l’ avevo chiamato Massimo, da morto l’ ho chiamato Raffaele.

  8. La saggezza si mostra “gelida” anche agli eruditi perchè ancora hanno raggiunto la conoscenza di certi misteri (che misteri non sono per la risvegliante coscienza) , così nella stasa misura è assai tetra ed assai dolorosa per chi in qualche modo, ha apertole certe porte spazio/temporali che passano per il cuore. Visione tangibile che gli ha permesso di vedere quanto male è stato e viene prodotto, per tante incomprensione, per tante distorsioni dovute alle interpretazioni, soprattutto religiose che non hanno capito e spiegato proprio niente della vera legge divina del’essere IO SONO COME ANCHE VOI LO SIETE ANCHE SE GIUSTAMENTE NON NE AVETE MEMORIA… E’ quasi una grande malinconia come anche una grande reattiva repulsiva avversione che si prova, per quanti inconsapevol, incredulii “AMMUCCALAPUNA” (non conoscitori) siano stati e vengono continuamente indotti a credere a tantissime “fesserie” (non verità) e a tutto ciò che celatamente è imposto da MATRIX, ovvero dalle FORZE ARIMANICHE che materialmente governano ed agiscono in questo mondo attraverso il DIO DENARO, LE ECONOMIE,LE FORZE MILITARI che parteggiano con FORZE EXTRATERRESTRI DI ANCORA BASSA ELEVATURA SPIRITUALE, IL DIO PALLONE, le pubblicità medianiche che appoggiano certe frequenze e certe energie sottili che lavano la testa di tanti individui, ecc., mescolandosi anche dietro sante apparenze…. I LUPI VESTITI DI AGNELLO con tutti i loro LECCHINI POLITICI ED ASSAI INEVOLUTI UOMINI DI POTERE.

  9. Armonia di suoni in una “composizione modulare”.

  10. Hahahahahah 😀 Luigggione del mio Saracino cuore, come anche del mio saracinissimo uccellone, mi hai fato sbillicare dalle risate. a tal punto che anche la mia adorata Cettina ha riso con le lacrime…. 😀

    Ti ricordo che sono anche un ballerino, e sta specie di marzucca allegra qualche volta mi è capitata di ballarla accompagnata da tante risate…..

    Dunque in un testo più allegro che ti propongo,,,, del ricercante uccello della comare…. ad un tratto, si citando alcuni comuni nomi, e dice proprio il vero… …. è invecchiato ed ha i capelli grigi l’uccellino di Luigi…. … guarda caso, che caso non è… Raffaele, non viene minimamente menzionato, anche perché, il divino uccello di un arcangelo, va oltre le sfere di questo mondo, ed anche se in un frammento, in solo raggio della sua manifestazione che si mostra in questo mondo, ne porta i segni evidenti di tutta la sua magnificenza tangibile e non tangibile….. da dentro e da fuori….. hahahaha… anche se vecchio SEI FORTISSIMO AMICO MIO 😀


  11. Siccome è un elogio ad una saggia morale che passa anche per tutti gli uccelli degli italiani, vi consiglio di ascoltarlo interamente…….. Grazie per l’attenzione 😀

  12. Rafeluzzzzu, caro, il video di Tony Di Marti, non lo conoscevo, mi è tanto piaciuto e l’ ho ascoltato per ben due volte, facendomi grosse risate…. .

    La simpatica canzone, che hai riportato, dice : ” .. è invecchiato ed ha i capelli grigi l’uccellino di Luigi…. …” Ma tu scherzi ? Non ti sbagliare….,quello della canzone ha una sola ” G “; io di “G”, ne ho quattro che equivalgono a quattro uccelli.

    Ciao, Luiggggione.

  13. HAHAHAHAH almeno ti è piaciuto questo testo assai allegro e veritiero 😀
    Carissimo Luiggggione capisco che hai sette vite come i gatti, ma almeno converrai che non hai più la giovinezza delle ormai passate giovani emozioni/vibrazioni. Così com’è anche vero che quelle necessarie vibrazioni sono servite, anche se giustamente in parte, a trasmutarsi nel tempo, per innalzare la rata armonica della tua conoscenza / coscienza consapevolezza che messe assieme benissimo si possono definire SCIENZA. Scienza dell’essere, scienza dell’anima, e di tutto ciò che da qui chiamiamo natura, creato ecc. Già con un solo frammento, di questi conoscitivi, sublimati, cristallizzati aspetti, si potrebbe benissimo parlare di VERA LIBERTA’ DELL’ESSERE. E quando si raggiunge questa cosciente consapevolezza, anche se in un frammento, allora ci si può raffrontare su altri piani di coscienza, che anche se sono presenti n questo mondo, non sono di questo solo mondo, ma dell’INFINITO, DI CUI L’IMMORTALE ESSERE INFINITO NE E’ CELATA DIVINA PARTE CO-CREANTE, con le stesse ri-raggiungibili attributi / potenzialità del Padre/Madre Creatore, che da qui con un barlume di antica saggezza chiamiamo inconsapevolmente DIO, senza sapere che per questa divina figliolanza / eredità lo sono anche gli DEI e gli uomini, che nell’infinito cammino esistenziale si eleveranno a tale raggiungibile meta 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...