Canzone di viaggio

Sole, brilla adesso dentro al cuore,
vento, porta via da me fatiche e cure!
Gioia più profonda non conosco sulla terra,
che l’essere per via nell’ampia vastità.

Verso la pianura inizio il mio cammino,
sole mi fiammeggi, acqua mi rinfreschi;
per sentire la vita della nostra terra
apro tutti i sensi in festa.

Mi mostrerà ogni giorno nuovo,
fratelli nuovi e nuovi amici,
finché senza dolore ogni forza loderò,
e di ogni stella sarò ospite e amico.

Hermann Hesse

Annunci

11 Risposte

  1. Un saluto a tutti i “viaggiatori” di casa-Blog

    “Crescere vuol dire avere il coraggio di non strappare le pagine della nostra vita ma semplicemente voltare pagina.
    Crescere significa riuscire a superare i grandi dolori senza dimenticare.
    Crescere significa avere il coraggio di guardare il mondo e di sorridere.
    Crescere significa guardarsi indietro e abbracciare i ricordi senza piangere.
    Crescere è saper distinguere la realtà dai sogni.
    Crescere è sapersi rialzare dopo una brutta caduta.
    Crescere… non tutti hanno voglia di crescere… forse perché sono consapevoli delle difficoltà che incontreranno crescendo…”
    (James Douglas Morrison)

  2. ….la rinascita. …la forza di lottare per tornare a vivere, sorridere e emozionarsi….il coraggio di rimettersi in gioco….consapovole che prima o poi si cadrà di nuovo, consapevole dell’eterno alternarsi dei vari momenti della vita, ma soprattutto consapevole che in questa fluttuazione è l’umano vivere. Godersi la vita appieno nei suoi momenti migliori, ecco il segreto. ..lottare per non morire ma per rinascere l’obiettivo prioritario di ogni essere umano.

  3. La nostra meta non è di trasformarci l’un l’altro, 
    ma di conoscerci l’un l’altro e d’imparar a vedere e a rispettare nell’altro 
    ciò che egli è: il nostro opposto e il nostro completamento.

    ~ Hermann Hesse – Narciso e Boccadoro ~

  4. Carissima Anna,
    A casa-blog mi trovi sempre. …vado e vengo, come capita a tutti, ma non trasloco mai!
    Mi fa immensamente piacere ritrovarti. …
    ti abbraccio forte forte

  5. *****************************************(1985)
    IL RACCOGLITORE DI FOGLIE:
    Raccolgo foglie
    per strada
    le riporto alla terra
    Ricordi, la loro bellezza
    Quanta frescura in Agosto
    Le riporto su in collina
    le lascerò cadere
    Come il contadino
    al tempo della semina.
    prima che gli spazzini
    ne facciano inutile rifiuti
    Le Guarderò plasmarsi
    con la terra, sino al prossimo
    ….Albero
    Baldanzoso in primavera
    Le rinate foglie cittadine
    Di Settembre

  6. **********************(1987)
    Le corti notti della
    luna d’estate
    ecco, cosa Amo
    la sua bellezza fugace
    dai colori indescrivibili
    quel nascere e sparire
    come, le fiabesche
    storie.
    Amo quel suo essere
    “cenerentola”.
    E, il poco esser guardata
    da chi ha perso la bellezza
    l’incanto che dona il canto.
    Musicalità sobrietà folle-
    Amo, la Luna visione fugace
    delle Notti d’estate.

  7. RIENTRERÒ QUANDO…
    Sono totalmente lontano
    Stamani.
    nel sogno di questa notte
    e, le ore che pur passano
    mi richiamano allo spazio tempo
    Cosa suggerisci, cosa volete dirmi
    ancora, persone del sogno.
    Poiché ancora sono in voi
    se pur son veglio, ora!
    Sono lontano stamani,
    Credo, rientrerò tardi, e,
    Altro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...