Agonia

Morire come le allodole assetate
sul miraggio

O come la quaglia
passato il mare
nei primi cespugli
perché di volare
non ha più voglia

Ma non vivere di lamento
come un cardellino accecato.

Giuseppe Ungaretti

Advertisements

6 Risposte

  1. bellissima

  2. Condivido questa consapevole inutile fierezza. Bianca 2007

  3. .. eros e tanatos.. alla lettiga di.. pothos, himeros, anteros.. (?)

  4. Vivere di speranza è un po’ come una lenta morte: “è come buttare tesori al di là di un muro, senza sapere cosa succederà perchè non si vede niente”. Eppure, leggevo, anche “un cardellino accecato” potrebbe tentare un salto e rimettere in gioco se stesso, se soltanto si fidasse. Certo, un salto nella conoscenza non ha vie di fuga, come invece qualsiasi altro rischio… Ma apre altre strade. E se al cardellino manca “la visione” del suo rifugio, la meta da cui spiegare le ali e alla quale tornare, quale attimo sarà da Kàiros più propiziato di questo per saltare? E sentite questa perla trovata nel blog di Pedro Salinas a proposito della fede in un bacio che apre nuove strade: personalmente ho pensato che è proprio questa “visione” che ci manca.

    “Lo troveremo, sì.
    Il nostro bacio. Sarà
    su di un letto di nubi,
    di cristalli o di braci?
    Sarà
    fra un minuto,
    o domani, o nel secolo
    futuro, o proprio all’estrema
    soglia del mai?
    Vivi, morti? Lo sai?
    Con la tua carne e la mia,
    con il mio nome ed il tuo?
    O forse dovrà essere con altre
    labbra, con altri nomi
    e dopo secoli, ciò
    che oggi vuole essere,
    qui, sin da ora?
    Non lo sappiamo.
    Sappiamo che sarà.
    Che in qualcosa, sì, e in qualcuno
    si dovrà realizzare
    questo amore inventato
    senza terra né data
    dove posarsi ora:
    il grande amore sospeso.
    E che forse, dietro
    cortine di anni,
    un bacio sotto cieli
    che mai abbiamo visto,
    sarà, senza che lo sappia
    chi crederà di darlo,
    trasceso alla sua gloria,
    il compimento, infine,
    di quel bacio impaziente
    che ti vedo aspettare,
    palpitante sulle labbra.
    Oggi
    il nostro bacio, il suo letto,
    stanno nella fede soltanto.”

  5. Cara Valeria,
    Grazie per questa perla di Salinas!
    Condivido quello che dici.
    Abbraccio

  6. Beatrice, grazie a te: è una perla che mi ha fatto conoscere… Beatrice. Sapevo dove trovarla. Abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...