Io contro me

Contro tutti i miei pensieri affilati,

i desideri impotenti,

i sentimenti falliti,

gli incubi puntuali,

gli amori sputati,

i ricordi al veleno,

gli stati d’animo deliranti,

i grovigli della mia mente,

le velleità delle mie emozioni,

i miei percorsi senza fine,

i miei non ce la farò mai.

Contro di me:

un dipinto con sfumature insolite,

una melodia sconosciuta alla noia,

uno scrigno di saperi rari,

un nome ripudiato da Eco.

Barbara Maria Scavo

Advertisements

2 Risposte

  1. …”Un nome ripudiato da Eco” = “Spero che l’uscita sia gioiosa e spero di non ritornare più.” (Frida Kahlo)


    [Non è un caso che in questi giorni l’abbia vista nella biblioteca comunale di Cavallino (Lecce) dove Giancarlo Montelli tiene un corso di illustrazione per ragazzi]

  2. Cara Barbara Maria Scavo, sono sincero, può darsi che tu sia una persona famosa, ma io non ti conosco…. . Hai scritto libri ?

    Riguardo alla tua lirica…, non sei tu che combatti la tua anima devastante e disarmante, ma è il tuo inconscio, è il tuo ego… .

    L’ uomo si identifica, come tu scrivi con

    i desideri impotenti,

    i sentimenti falliti,

    gli incubi puntuali,

    gli amori sputati,

    i ricordi al veleno,

    gli stati d’animo deliranti,
    etc.etc.

    Il tuo inconscio domina la tua anima, da qui nascono i dolori, le torture, i drammi, ecc. Il punto è non farsi sedurre dagli stati d’ animo avversi alla nostra libertà, AVVERSI ALLA NOSTRA PACE

    Per fare questo, come dice Jung, bisogna rendere cosciente l’ inconscio.

    Dott.ssa, la prima cosa che devi fare, è educare il pensiero e il sentire, attenzione, non ad altre di forme di guarigioni, che sono solo illusioni, ma a vedere che il dolore, anche se è devastante, è un illusione.

    Insomma, per rendere cosciente l’ inconscio, dobbiamo sforzarci ad uscire, dal tipo di tentazione… .

    La paura è la più grande nemica dell’ uomo… .

    Sai che cosa è la paura ? E’ un’ illusione, una tentazione, un’ ipnosi, da parte dell’ ego. Ma insomma.., essa ci toglie il coraggio, la vita e la felicità di vivere… .

    L’ Io dell’ uomo, è senz’ altro più forte dell’ inconscio, solamente, se l’ uomo non lavora su se stesso, non identificandosi, col male, sarà sempre combattuto e perderà quella gioia, che hai descritto in modo perfetto e ma, anche, in modo infero.

    Carisssssssima, io sono L’ Innominato, quello, vero, di Alessandruccccccccio Manzoni, reincarnato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...