Nulla accade per caso

 

Nulla succede per caso. Le coincidenze che cambiano la nostra vita

nulla_succede_per_caso

Robert H. Hopcke esplora l’universo delle coincidenze, di ciò che sembra avvenire per “puro caso” e ha la forza di modificare la nostra esistenza, cambiando l’immagine di noi stessi e il nostro modo di vedere il mondo, aprendoci nuove prospettive. L’autore individua il ruolo di questi eventi in campo affettivo e professionale, nella realtà e nel mondo dei sogni, negli aspetti materiali e in quelli spirituali della vita; e, attraverso una serie di racconti di esperienze vissute, ci mostra come questi accadimenti riflettano in realtà il nostro stato d’animo interiore e riescano spesso a scuoterci, indicandoci la direzione per noi migliore.

Annunci

6 Risposte

  1. Tutto avviene per un preciso invisibile disegno cosmico,pioggia che meno la si aspetta ci cadrà addosso e,che,insieme al vento trascinerà noi e il tutto trasformandoci in atomi d’infinita eternità che continuerá a lavorare anche a nostra insaputa e senza nessun consenso di volontà cosciente. Mi affascina non poco il libro che tu hai segnalato per strade similari e forse anche incrociate. Chissà. Bianca 2007

  2. …e chissà che invece,non sia una consonanza-sincronia di momenti storici,necessari per guardare da un’altra prospettiva. Bianca 2007

  3. Ne soso convinto che nulla succede per caso e che tutto è vincolato da un preciso e cronometrico disegno cosmico. Naturalmente senza dimenticare il fattore Karmico. Scriveva il grande Shakespeare nel suo immenso Amleto:”Ci sono più cose in cielo e in terra Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia”.

  4. Non è raro incontrare Giano ad un crocevia!

  5. Sempre meglio d’incontrare Medusa!

  6. … Può darsi, dipende da quanto abbiamo “capito” di Giano e quanto di Medusa: certe ossessioni ci accompagnano purtroppo ovunque e paradossalmente possono diventare lo specchio con cui rivestiamo il diverso da noi e che ci pietrifica con la nostra stessa immagine, oppure possono diventare la doppiezza con cui ci affrettiamo a separare da noi sempre la parte migliore, quella intuitiva e più vicina al corpo e che ci parla in una lingua che abbiamo ormai dimenticato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...