Indizi

Come spostando pietre: 
geme ogni giuntura! Riconosco 
l'amore dal dolore 
lungo tutto il corpo. 

Come un immenso campo aperto 
alle bufere. Riconosco 
l'amore dal lontano 
di chi mi è accanto. 

Come se mi avessero scavato 
dentro fino al midollo. Riconosco 
l'amore dal pianto delle vene 
lungo tutto il corpo. 

Vandalo in un'aureola 
di vento! Riconosco 
l'amore dallo strappo 
delle più fedeli corde 
vocali: ruggine, crudo sale 
nella strettoia della gola. 

Riconosco l'amore dal boato 
- dal trillo beato - 
lungo tutto il corpo! 

Marina Cevtaeva

 

Annunci

7 Risposte

  1. …Commento modello ad un amore monello e narcisista, che non si cura delle reazioni altrui… Si potesse avere un’intelligenza spaziale per solcare quel mare impetuoso, essere padroni delle proprie azioni per domare la tempesta…

    “E l’amore guardò il tempo e rise,
    perché sapeva di non averne bisogno.
    Finse di morire per un giorno,
    e di rifiorire alla sera,
    senza leggi da rispettare.
    Si addormentò in un angolo di cuore
    per un tempo che non esisteva.
    Fuggì senza allontanarsi,
    ritornò senza essere partito,
    il tempo moriva e lui restava.”
    (Luigi Pirandello)

  2. Falso movimento (Francesco De Gregori)

    “Come sono contento
    che il vino sia di tuo gradimento

    che sia arrivata finalmente la notte su questa cittá
    sará stato un appuntamento
    o la forza di gravitá

    oppure un falso movimento
    a scaraventarci qua.

    Te ne devo parlare..,
    l’amore é mascalzone
    viaggia contro mano
    parcheggia sempre dove vuole

    fa vedere la lingua,
    parla con la bocca piena

    …si presenta cosí, senza un invito
    proprio in mezzo alla cena

    Come sono contento, cosa stiamo ad aspettare
    che dici, sará il caso di ordinare?

    E scusa la domanda,
    ci siamo mica conosciuti giá
    …in una vita precedente o solamente qualche giorno fa?
    In una vita differente o solamente qualche tempo fa?

    Vallo a spiegare amore
    non si spiega..
    muove le mani in fretta
    rovescia il sale e non fa una piega

    Come un gatto della placa
    sono qui a aspettare
    io che mi lecco i baffi
    tu che continui a mangiare…

    Come sono contento
    fuori si sente il mare,
    anche se é tutto scuro e non si puo vedere…

    Tu mi guardi negli occhi
    io non so dove guardarti
    stasera sono un libro aperto
    mi puoi leggere fino a a tardi…”

    (Si ringrazia Angolo Testi)

  3. Buongiorno alla redazione,
    mi scuso, ma volevo segnalarvi che inavvertitamente è stato messo il cognome di ANNA Achmatova invece di Marina Cvetaeva, immagino per associazione d’idee…
    Buona giornata.

  4. Grazie, Anna. Corregiamo subito. La redazione.

  5. Ringrazio la redazione, ma non ditemi petulante, la poesia:”Indizi è della poetessa: Marina Cvetaeva e non Achmatova. Buona giornata.

  6. Ci spiace per l’errore. Grazie.

  7. Proprio cosi. Quando vive A more,l’Amore È in ogni cellula di noi,in ogni cosa che si odora,fosse pure dal profumo un pò strano. Bianca 2007

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...