Avrei potuto

«Avrei potuto amarti in modo più piacevole per te. Infatuarmi della tua superficie e restar là. E’ quello che tu hai voluto a lungo. Ebbene no. Io sono andato al fondo. Non ho ammirato quello che tu mostravi, che tutti potevano vedere, che stupiva il pubblico. Sono andato al di là e ho scoperto dei tesori. Un uomo che tu avessi sedotto e dominato non si godrebbe come me il tuo cuore in ogni suo recesso. Quello che provo per te non è un frutto d’estate dalla buccia liscia, che cade dal ramo al minimo soffio e sparge sull’erba il suo succo vermiglio. Ha a che fare con il tronco, con la scorza dura come una noce di cocco, o guarnita di spine come i fichi d’India. Fa male alle dita, ma contiene del latte».

Gustave Flaubert, “Lettera a Luoise Colet”

Annunci
« »

7 Risposte

  1. Chissà perchè ma mi ha commosso.
    Ciao Gabriele,
    Mirka

  2. Gia’…solo un grande amore e’ capace di andare oltre le apparenze, il detto o non detto…solo un grande amore mette a rischio se stesso inerpicandosi per sentieri bui, scoscesi e pieni di pericoli pur di giungere alla sua meta: il cuore di chi ama…un grande amore che sfida ogni pericolo perche’ tale amore e’ diverso da altri amori: e’ Amore, il vero amore….quello che capita una sola volta in ogni vita, forse quello che fa parte di noi perche’ da sempre e’ parte di noi…con lui siamo non uno ma Tutto in Uno.

  3. Mi fa piacere che ci sia qualcuno capace di amare in questo modo una donna: come la prorpia poesia.

  4. Avrei potuto, gia’…sarebbe stato meno coinvolgente, sarebbe stato piu’ facile fermarmi li’ sulle rive del tuo oceano blu…no, invece ho preso la mia barca, sciolto gli ormeggi e ho navigato nel tuo mare dove nulla e’ come appariva…ho conosciuto un altro te, il vero te…quello piu’ fragile, tenero, dolce, angosciato, sofferente…e’ la parte che ho amato di piu’…
    Avrei potuto non inoltrarmi in mare aperto, avrei sofferto meno…avrei potuto…ma se non l’avessi fatto avrei amato l’idea che avevo di te, avrei amato come un’adolescente ama il proprio ragazzo, avrei meno ferite aperte e meno cicatrici, ma se non fossi venuta dentro te non avrei conosciuto l’uomo unico che sei ed i sui crucci…
    E’ stato un viaggio in un uomo altro che mi ha fatto conoscere anche l’altra me, quella che pochi conoscono…avrei potuto fermarmi a rive e sognare ad occhi aperti di un amore da sogno, ma ho scelto di prendere il largo per vedere se il sogno poteva essere una vita da sogno…e’ stato cmq emozionante…e’ stato cmq un conoscerci nuovo nel profondo stavolta…e sia come sia…

  5. L’ anima attraversata da una gemma di sale fece fiorire il Mondo!

    by Mel

  6. Buonasera Mirka 🙂

  7. prabilmente sono puerile, ripetitivo, per qualcuno magari anche ingenuo e.. tutto il resto ma.. in questi giorni “avrei potuto”… ma ho preferito la compagnia rassicurante di Jung (‘linconscio collettivo), che ho sentito più di un amico..

    Notte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...