In mostra a Roma lo “sguardo” sul cinema di Natino Chirico

http://www.ilquorum.it/mostra-roma-lo-sguardo-sul-cinema-di-natino-chirico/

(Tratto dal quotidiano online Il Quorum)

Dall’8 al 15 novembre “Segno, Cinema e Colore”, 60 opere dedicate ai grandi della pellicola. Appuntamento da SET-Spazio Eventi Tirso

Evento ufficialmente inserito nelle Risonanze del Festival Internazionale del Film di Roma, patrocinato dal ministero dei Beni culturali, regione Lazio, provincia e comune di Roma, in collaborazione con l’Associazione Pediatrica Bambino Gesù.

Un omaggio ai grandi protagonisti del Cinema, da Charlie Chaplin a Marcello Mastroianni, da Federico Fellini ad Anna Magnani. Questo l’obiettivo di “Segno, Cinema e Colore”, la mostra dell’artista Natino Chirico che avrà luogo a Roma dall’8 al 15 novembre.

Un’esposizione strettamente collegata al Festival Internazionale del Film di Roma che si terrà proprio in quei giorni, tanto da essere inserita e consigliata nel palinsesto degli eventi collaterali della kermesse cinematografica. Ad ospitare l’evento sarà SET, Spazio Eventi Tirso, la location nel cuore di Roma, da mesi protagonista della vita culturale e artistica della Capitale.

Più di 60 opere tra dipinti, installazioni e sculture che ritraggono e raccontano il mondo di cellulosa ed i suoi protagonisti. La mostra, patrocinata dalla regione Lazio, ministero dei Beni culturali, provincia e comune di Roma, sarà anche l’occasione per fare del bene, visto l’impegno dell’artista a favore dell’Associazione Bambino Gesù Onlus, partner dell’iniziativa, che festeggia dieci anni della nascita e alla quale l’artista devolverà parte del suo ricavato.

Il Maestro ha avuto modo di realizzare con i bambini dell’Ospedale alcune opere che saranno battute all’asta per beneficenza in occasione di uno speciale charity gala. La settimana della mostra sarà un susseguirsi di eventi ed appuntamenti. Oltre al charity gala, ci saranno laboratori, collaborazioni con brand importanti, corsi di yoga ed interviste e anteprime con i protagonisti del cinema. Apertura il 7 novembre con un Vernissage che coinvolgerà personaggi del mondo politico, dello spettacolo, dello sport, dell’arte e della comunicazione.

Massimo Lanzaro

Abbiamo voluto

«Abbiamo voluto cambiare il mondo
e ci siam ritrovati con la vita disfatta
ma la notte è stata bella
chi dice che l’amore è a perdere
ha già perso l’amore».

Jacques Prévert, “Spectacles”, 1951

Utopia

«Il senso dell’utopia, un giorno, verrà riconosciuto tra i sensi umani alla pari con la vista, l’udito, l’odorato. nell’attesa di quel giorno tocca alle favole mantenerlo vivo».

Gianni Rodari

Eh già…

«Io penso che un uomo senza utopia, senza sogno, senza ideali, vale a dire senza passioni e senza slanci sarebbe un mostruoso animale fatto semplicemente di istinto e di raziocinio, una specie di cinghiale laureato in matematica pura».

Fabrizio De Andrè

Le persone

” Le persone sono altrettanto meravigliose quanto i tramonti se io le lascio essere ciò che sono. Quando osservo un tramonto non mi capita di dire: “addolcire un po’ l’arancione sull’angolo destro, mettere un po’ di rosso porpora alla base, e usare tinte più rosa per il colore delle nuvole”. Non lo faccio. Non tento di controllare un tramonto. Ammiro con soggezione il suo dispiegarsi. ”

– Carl Rogers

Mi chiesi

Mi chiesi,
che peso potesse avere una carezza,
quale dubbio si nascondesse nell’intenzione,
quale cicatrice facesse della ferita solo un graffio.
Lasciarsi pervadere dall’istinto la consolò
desertificando pensieri su futuri senza mani..
Tra l’orizzonte e il cielo subiva solo il mare,
l’unico abbraccio che non tradiva riva,
l’unico impeto che non trascinava sabbia,
l’unica nuvola che non partoriva pioggia.
L’oscurità si rese complice della ragione
erodendo il plagio di una sconfitta in due.
L’amore vide ciò che il fuoco incenerì per noia.

E sorrisi,
ancora in lui..

Miranda Galati

Sentieri

Non si può toccare l’alba se non si sono percorsi i sentieri della notte.

(Kahlil Gibran)

La pubblicità (alcune riflessioni)

(…) La pubblicità ha assunto la natura di un vero e proprio sistema di comunicazione che produce valori e modelli di comportamento contribuendo, in modo determinante, alla creazione di una cultura di massa per la moderna società dei consumi. Attingendo in larga parte dall’immaginario e dal sapere sociale, condiziona il contenuto delle comunicazioni dei mass media, costituendo una preziosa guida per i comportamenti quotidiani delle persone. Molti sociologi sostengono che le campagne pubblicitarie, se sufficientemente ampie, durature e prive di scrupoli, servendosi di metodi come la suggestione subliminale, possono vendere al consumatore praticamente qualsiasi cosa. Questa opinione è confermata anche da alcuni dei più autorevoli esperti di marketing, i quali ritengono che quando si dice che un prodotto è superiore, significa che lo è agli occhi dei consumatori, non necessariamente in termini di valore oggettivo o in base a specifici criteri scientifici.
Nel nostro modello culturale non è sufficiente pubblicizzare gli oggetti da soli, ma devono essere convalidati, associandoli, anche se solo nella fantasia, a significanti personali e sociali. L’acquisto viene motivato dall’intento di affermare o dimostrare qualcosa.
E’ fondamentale, dunque, per un’azienda sapere in quale contesto psicologico andrà a collocarsi un proprio prodotto perché la maggior parte delle nostre scelte di consumo è influenzata, più che dall’effettiva qualità dell’oggetto, dalla soddisfazione, materiale ma soprattutto psicologica, che questo garantisce al consumatore. un prodotto caratterizzato da un forte legame psicologico con il contesto al quale si rivolge, avrà buone possibilità di vincere le resistenze del consumatore, spingendolo all’acquisto.
E’ però importante considerare che il valore simbolico del messaggio pubblicitario non può essere compreso in modo esaustivo, perché al di là delle informazioni esplicite, qualità e funzioni del prodotto proposto, offre promesse e garanzie di salute, bellezza, prestigio.
Per questo tende a far leva sui rapporti di identificazione e riconoscimento fra le persone più il simbolo associato. Su questa linea strategica la pubblicità tende a utilizzare più che il linguaggio logico, cioè verbale, quello analogico cioè visivo e musicale, emozionale e ripetitivo. Realizzando una catena creativa di seduzioni i cui valori simbolici vengono riconosciuti ma non decifrati dai recettori.
La raffigurazione di scene di vita sempre gioiose, piacevoli, efficienti, lontane da ogni ombra di dolore e malattia, diffonde un senso euforizzante e spensierato di vita. (…)

Tratto da il quotidiano Il Tempo, 1996
M.L.P

La sua più bella apologia

Tutta la bellezza e la magnificenza che abbiamo prestato alle cose reali e immaginate, voglio rivendicarla come proprietà e opera dell’uomo: come la sua più bella apologia. L’uomo come poeta, pensatore, Dio, amore, forza. Ammiriamo la sua regale generosità, con cui ha fatto doni alle cose per impoverire se stesso e sentirsi miserabile! Finora il suo maggiore disinteresse fu questo, che egli ammirò e adorò e seppe nascondere a se stesso che egli stesso aveva creato ciò che ammirava.

— Friedrich Wilhelm Nietzsche

Amo…

Voglio

 

Se Vuoi
Ogni gesto, se vuoi,
è l’espressione di ciò che è più profondo
e sfugge ogni definizione,
nel roteare di atomi e sfere,
e se proprio vuoi dire un nome
puoi chiamarlo armonia.
Ogni attimo di tempo, se vuoi,
è richiamo di un soffio Eterno
che abita in tutte le cose
e non conosce dottrine,
e se proprio vuoi dire un nome
puoi chiamarlo amore.
Ogni fatica, se vuoi,
è gradino di un’ascesa invisibile
che si svolge negli abissi della coscienza
fino alle altezze supreme dell’Essere
che non hanno fine
ma sempre nuovi inizi.
Puoi dare un nome
a ciò che sempre si rinnova
ed ha per dimora lo spazio infinito?
Se vuoi, puoi chiamarlo luce.
Ogni respiro
viene dalla sorgente al di là del tempo
e non è affanno, se vuoi,
ma flusso che scorre dolcemente
tra nascita e morti
e riposa nel grembo Divino
come l’onda riposa nel mare:
puoi chiamarlo, se vuoi, pace.

La scienza e le metafore teologiche

Che la scienza grondi di metafore teologiche non c’è alcun dubbio. Bacone, quando nel 1600 ideò il primo abbozzo del metodo scientifico, scrisse che attraverso la scienza e la tecnica l’uomo avrebbe riguadagnato le virtù preternaturali che Adamo aveva perso col peccato originale. E avrebbe concorso alla redenzione riscattando l’umanità dalla fatica del lavoro e dalla sofferenza del dolore, che erano le due pene che Dio aveva inflitto ad Adamo in occasione della cacciata dal paradiso terrestre. A ciò si aggiunga che la visione religiosa del tempo, che prevede il passato come colpa, il presente come redenzione e il futuro come salvezza, viene riproposta dalla scienza in quell’analoga prospettiva dove il passato appare come male, la scienza come redenzione, il progresso come salvezza.

Umberto Galimberti

Controllo

Oggi c’è una forma di potere molto più sottile che è sostanzialmente il controllo del pensiero, il controllo delle idee. Questo è molto pericoloso perché io quando ho controllato le idee di tutti coloro che sono subordinati al potere, costoro pensano come il potere, lo applaudono, lo vogliono, lo desiderano, lo adorano. Perché pensano come lui. E poi il secondo grado, ancora più pernicioso, è il controllo dei sentimenti. Ci sono delle trasmissioni televisive che insegnano ai giovani come si ama, come si odia, come ci si innamora, come ci si arrabbia. Quando io ho determinato il controllo dei sentimenti, io ho il potere assoluto. Perché non solo penso come mi hanno insegnato a pensare i mezzi televisivi, ma sento come loro desiderano io senta. A questo punto sono arrivato alla completa gestione del mondo, su cui opero.

— Umberto Galimberti

Democrazia

Le emozioni servono per soffrire, per amare, per piangere ma non per governare. Per governare ci vuole la ragione e per questo tutti i retori, i sofisti e tutte le persone carismatiche devono essere tenute lontane dalla poilitica, perché quando la fascinazione delle folle sostituisce l’argomentazione, collassa la democrazia.

 Umberto Galimberti

 

Chi voglia

Chi voglia varcare senza inconvenienti una porta aperta deve tener presente che gli stipiti sono duri.
Robert Musi

Molte piccole persone

” Molte piccole persone che in molti piccoli posti fanno molte piccole cose, questo può cambiare il volto del mondo. ”

Proverbio africano scritto sul muro di Berlino

Perché…

“Perché scrivi solo cose tristi?” – “Perché quando sono felice esco”.

Luigi Tenco

La persona giusta

«Improvvisamente ho capito che non c’è nessuna persona giusta. Non esiste né in terra né in cielo né da nessun’altra parte, puoi starne certa. Esistono soltanto le persone, e in ognuna c’è un pizzico di quella giusta, ma in nessuna c’è tutto quello che ci aspettiamo e speriamo. Nessuna racchiude in sé tutto questo, e non esiste quella certa figura, l’unica, la meravigliosa, la sola che potrà darci la felicità. Esistono soltanto delle persone, e in ognuna ci sono scorie e raggi di luce, tutto…»

Sandor Marai, “La donna giusta”

Felicità

La felicità e la pace del cuore nascono dalla coscienza di fare ciò che riteniamo giusto e doveroso, non dal fare ciò che gli altri dicono e fanno

Ghandi

Capolavoro

” Lo stesso processo vitale deve essere davvero visto come un’opera d’arte. La vita è il capolavoro di un singolo individuo che deve mirare al massimo di forza e di crescita. ”

Erich Fromm, “L’arte di ascoltare”

In ogni caos

” In ogni caos c’è un cosmo, in ogni disordine un ordine segreto. ”

Carl Gustav Jung

Dobbiamo….

Dobbiamo provare a cercare le prime tracce dell’attività poetica già nel bambino? L’occupazione preferita e più intensa del bambino è il gioco. Forse si può dire che il bambino impegnato nel gioco si comporta come un poeta: in quanto si costruisce un suo proprio mondo o, meglio, dà a suo piacere un nuovo assetto alle cose del suo mondo. Avremmo torto se pensassimo che il bambino non prenda sul serio un tale mondo; egli prende anzi molto sul serio il suo gioco e vi impegna notevoli importi d’affetto

S. Freud

L’istinto

L’istinto è una cosa meravigliosa. Non può essere spiegato, né dev’essere ignorato.

Agatha Christie

Inconsapevolezza

Più è vasta l’inconsapevolezza, più la libertà di scelta in fatto di matrimonio è limitata

C. G. Jung

Le parole

” Originariamente le parole erano magie e, ancora oggi, la parola ha conservato molto del suo antico potere magico. Con le parole un uomo può rendere felice l’altro o spingerlo alla disperazione, con le parole l’insegnante trasmette il suo sapere agli allievi, con le parole l’oratore trascina con sé l’uditorio e ne determina i giudizi e le decisioni. Le parole suscitano affetti e sono il mezzo comune con il quale gli uomini si influenzano tra loro. ”

Freud S. ne “Introduzione alla Psicoanalisi”

Risollevarsi

” La nostra gloria maggiore non consiste nel non sbagliare, ma nel risollevarsi ogni volta che cadiamo. ”

– Confucio –

Citando Eraclito

” La natura si sforza per gli opposti imparzialmente, e da loro (gli opposti) lei (la natura) crea armonia, non da cose uguali.”

Carl Gustav Jung, 24 maggio 1953, citando Eraclito

1378506_468885526562669_2120771685_n

Libero….

Nei suoi scritti [Giordano Bruno] c’è ben di più. La fine dei privilegi, la fine delle guarentige, la fine delle decime, la fine della funzione stessa del sacerdozio. Perché ogni uomo sarebbe libero di rivolgersi direttamente a Dio.
Gabriele La Porta

La forza di Dio

Il fondamento teorico è semplicissimo: le idee partoriscono il mondo; se l’uomo riesce a condursi, con il pensiero immaginifico, là dove inizia l’emanazione delle cose, potrà creare lui stesso con la forza di un dio, anzi di Dio.
Gabriele La Porta

Essenza

Una persona può dimenticare ogni cosa,tranne se stessa e la sua Essenza.
(A.Schopenhauer)

Natura

    L’uomo è parte essenziale della natura e la presenza in essa del divino si traduce ineluttabilmente in presenza del divino nell’umano, manifestantesi in quell’eroico furore, in sé sforzo incessante, mai esausto, mai appagato di ricerca della verità.
Gabriele La Porta

Magia

Sia Campanella sia Bruno parlano con disprezzo di chi pratica la magia per divinare, comandare o guarire a scopo di lucro. La ricerca autentica è quella di vedere la «divinità». La magia immaginativa appunto.

Gabriele La Porta

Felicità

” La vera felicità è la pace con se stessi. E, per averla, non bisogna tradire la propria natura. ”

– Mario Monicelli –

Un Radioso Caloroso Buon Giorno Carissimi Amici e Carissime Amiche di questa Preziosa Radiosa casa…. (da Raffaele)

Caro Raffaele, per lei e solamente per lei, siamo disposti a pubblicare la sua richiesta.
Speranzosi che non venga percepita come una pubblicità altrimenti rischieremmo di sviare la filosofia del blog e, successivamente, dovremmo dar voce anche ad altri.
Tenga presente che proprio in questi giorni, io stesso (Michele), sto dando vita ad un progetto imprenditoriale (unico in Italia) ma, per nessun motivo, lo pubblicizzerò nel blog di papà 🙂

Cordiali saluti

Michele La Porta

“Stranamente oggi vorrei proporvi qualcosa di diverso, perché non è un giusto attrattivo filosofeggiare con le parole o con i propri giusti amorevoli sentimenti, ma anche per un tangibile stato dell’essere in cui ci troviamo coinvolti ed immersi quasi tutti quanti…. Diciamo che per quella mia innata forma altruistica vorrei proporvi qualcosa che possa in qualche modo aiutare meglio a sopravvivere in questi duri tempi di grandi trasformazione….. Mi scuso se queste parole potrebbero offendere la dignità di tanti, ma io sono sincero e non vedo ostacoli quando penso e capisco che molte cose mi vengono dall’intimo del mio mortale ma immortale cuore ..

Due proposte, per aiutare le piccole / medie imprese e soprattutto le famiglie

la prima

Se avete bisogno della consulenza gratuita di un tecnico esperto nel campo della riqualificazione e del risparmio energetico a 360°…. visto che io come consulente faccio parte di una grande società (EnergyItalySpA) che opera su tutto il territorio nazionale…. posso segnalare i vostri nominativi per essere contattati da un consulente della vostra zona…. basta che mi fornite i vostri dati anagrafici e telefonici privatamente tramite la mia email.

Vi dico solo che non avrei affrontato di far parte di questa azienda se non avessi visto effettivamente che :

-1- in qualche modo si sta cercando di salvare il pianeta o ridurre gli effetti causati dall’inquinamento (legge 202020 europea in accordo con quella di Tokyo

-2- proporre alla famiglie delle soluzioni che veramente sono un tangibile risparmio/investimento che può portare veramente dei vantaggi che nell’immediato e nel tempo diventano un bel salvadanaio economico…..

-3- e perché non dirlo , anche guadagnare, ma con la voglia e la gioia di portare un sorriso con un qualcosa di veramente positivo..

la seconda

Una valida tangibile bella iniziativa che sta nascendo e sta partendo sia a carattere locale come anche e soprattutto a carattere nazionale. Una bella organizzata iniziativa commerciale che può veramente portare VERI SCONTI E GUADAGNI a tutte le famiglie… In qualche modo voglio proporvi di iscrivervi liberamente in una community di consumatori organizzata da TOMEETOO. L’iscrizione deve essere proposta da qualcuno, non richiede nessun impegno e nessun onere aggiuntivo, se non, quando lo ritenerete opportuno e conveniente, di acquistare o cambiare A COSTI ZERO a vostra scelta uno dei tantissimi fornitori locali e nazionali proposti da Tomeetoo.. Vi preannunzio che l’azienda sarà operativa a partire dal mese di novembre e che oltre ad usufruire di vantaggiosi sconti su prodotti e/o servizi in tangibile denaro (visibile e commutabile tramite una carta ed on conto corrente online che vi verrà assegnato da Tomeetoo) in aggiunta ( :D + :D ) per una incentivante e già sperimentata logica americana di mercato, oltre al minore costo, al consumatore ritornano anche notevoli guadagni aggiuntivi dovuti alla RI-DISTRIBUZIONE PERCENTUALE degli oneri mensili provvigionali provenienti dai consociati fornitori iscritti nella lista di Tomeetoo e ridistribuiti in percentuale (è capibile così com’è innegabile che una % resta all’azienda perché nessuno regala niente per niente) a tutti i consumatori di quella particolare classe merceologica economica così come anche a tutti i loro proposti diretti o indiretti che si sono iscritti come anche replicati..

Per proporvi l’iscrizione (non obbligatoria) occorrono solo pochi dati necessari e trasparenti…. cognome e nome, data nascita , provincia di residenza e la propria email…

Se mi conoscete o vi fidate come sincero amico, vi dico solo che io come consulente di EnergyItalySpA ho già sperimentato positivamente questo incentivante impensabile (e forse per alcuni) misconosciuto canale mediante un’altra già operativa grande organizzazione che opera a livello internazionale e che si chiama LYONESS. Ma penso che prima o poi anche e forse oltre… TOMEETOO potrà collocarsi come una community assai vantaggiosa per tutti i consumatori che io meglio identifico come “CONSUMATI” perché è innegabile che lo siamo tutti, per un sistema così altamente corrosivo che ci ha portato e ci sta portando all’esasperazione perché ed in qualche modo ci ha resi schiavi dei nostri stessi desideri.. In qualche modo questa nuova vantaggiosa iniziativa, in aggiunta ad altre, ci aiuterebbe, è come un cercare di sopravvivere in una giungla piena di tantissimi predatori…. I PREDATORI oltre ad un assai corrotto stupido inevoluto stato politico che con tante assurde incostituzionali ingiuste leggi sta dissanguando tante famiglie e tante aziende, sono anche i nostri Fornitori…. che in qualche modo, per una necessaria legge di mercato devono per forza ammansire / addomesticarsi per adattarsi alla legge della sopravvivenza imposta da tutti.

**************************************************************************
Non vi nascondo che chi riesce a replicarsi riceve dei vantaggi economici anche sui suoi diretti o indiretti proposti…. ma è anche vero che una volta iscritti nel sistema, chiunque può fare la stessa cosa…. alla fine quello che conta è che ognuno può ricevere oltre a veri notevoli risparmi economici, anche degli incentivi continui e duraturi nel proporre agli altri…

E’ ovvio che se conoscete qualche amico/amica che appartiene già a queste o ad altre iniziative similari oppure se ritenete che non vi interessano non occorre che mi contattiate…

Con sincera speranzosa certezza di averVi fatto sincera cosa gradita, con altrettanto sincero intento, colgo l’occasione per trasmetterVi un Solare Siciliano Cordiale Saluto alla Vostra Preziosa Persona e alla Vostra Preziosa Famiglia…”.

Affettuosamente

Raffaele Zaccà

raffaele55@ymail.com

Leggere

Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito… perché la lettura è un’immortalità all’indietro».
Umberto Eco

Detesto negli altri, quel che mi appartiene

“La dottrina Junghiana vede l’Ombra come parte inferiore della personalità ed una parte della totalità della psiche. Le profonde antipatie ingiustificate, per esempio, sono quasi sempre il frutto della proiezione della propria Ombra. Jung la definisce come il contenuto di sentimenti e ed emozioni rimossi da ognuno di noi, perché ritenuti per così dire “brutti, sporchi e cattivi”, non corrispondenti ad una visione ideale di sé stessi”.

Dr Massimo Lanzaro

Tenersi la mano

«Con Jane era un’altra cosa. Andavamo al cinema o in un posto così, e subito cominciavamo a tenerci per mano, e non ci lasciavamo fino alla fine del film. E senza cambiare posizione né farne un affare di stato. Con Jane non stavi nemmeno a pensare se avevi la mano sudata o no. Sapevi soltanto che eri felice. E lo eri davvero».

Jerome David Salinger, “Il giovane Holden”

Tu sa chi sei

«Il tempo sembra passare. Il mondo accade, gli attimi si svolgono, e tu ti fermi a guardare un ragno attaccato alla ragnatela. C’è una luce nitida, un senso di cose delineate con precisione, strisce di lucentezza liquida sulla baia. In una giornata chiara e luminosa dopo un temporale, quando la più piccola delle foglie cadute è trafitta di consapevolezza, tu sai con maggiore sicurezza chi sei. Nel rumore del vento tra i pini, il mondo viene alla luce, in modo irreversibile, e il ragno resta attaccato alla regnatela agitata dal vento».

Don DeLillo, “Body Art”

Sorpresi

«L’amore ci aveva sorpreso inatteso e violento come un assassino che sbuchi fuori d’improvviso, e ci aveva pugnalato entrambi. Così colpisce il fulmine, così colpisce la lama finnica. Del resto, lei sosteneva in seguito che non avvenne così, che noi ci amavamo sicuramente da sempre, senza saperlo, senza esserci mai visti».

Michail Bulgakov, “Il maestro e Margherita”

Non nascondere

Non nascondere mai i tuoi sentimenti alle persone che reputi importanti.
Non farlo mai, belli o brutti che siano, perché se lo fai finirà che quelle persone le perderai.
Se accadrà, fa che accada per ciò che Sei, ma non perché una parte di te non sei riuscito ad esprimerla correttamente in gesti e parole.
( Paul Mehis)