Abito

“La sensibilità è l’abito più elegante e prezioso di cui l’intelligenza possa vestirsi”

(Osho Rajneesh)

Annunci

17 Risposte

  1. Bellissima e molto significativa questa frase. Non a caso proviene da quello che è stato probabilmente il più grande maestro del secolo scorso. Morto in circostanze oscure, secondo i suoi seguaci assassinato per ordine di Ronald Reagan e Bush senior.
    Mi ricorda l’Inno all’Amore di San Paolo… il concetto di fondo è lo stesso: a che cosa serve l’intelligenza se non per amare al massimo delle proprie possibilità?

  2. …E’ difficile riuscire a carpire ad Afrodite i segreti dell’arte di sollevare la veste, ma è lampante il perchè la conoscenza sia un rituale di corteggiamento e passi attraverso di lei … Non è così lampante? Allora più lento quell’ amore, più lento! … Quel cielo sembra “una cerulea coppa sulla terra che ride”… Più lento! Un fermo-Immagine, prego… Così… Sì! Grazie, arrivederci… Che sudata…

  3. Contemplo una Bellezza a me sconosciuta.

    by Mel

  4. Cara Alda, …le tue parole sono perle di sensibilita’:

    La semplicità è mettersi nudi davanti agli altri.
    E noi abbiamo tanta difficoltà ad essere veri con gli altri.
    Abbiamo timore di essere fraintesi, di apparire fragili,
    di finire alla mercè di chi ci sta di fronte.
    Non ci esponiamo mai.
    Perché ci manca la forza di essere uomini,
    quella che ci fa accettare i nostri limiti,
    che ce li fa comprendere, dandogli senso e trasformandoli in energia, in forza appunto.
    Io amo la semplicità che si accompagna con l’umiltà.
    Mi piacciono i barboni.
    Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle,
    sentire gli odori delle cose,
    catturarne l’anima.
    Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo.
    Perché lì c’è verità, lì c’è dolcezza, lì c’è sensibilità, lì c’è ancora amore.

    Alda Merini

  5. Bea, è prorio bella questa perla!

  6. gli abiti sensibili uno se li deve fabbricare con pazienza e fatica

  7. Bea la perla sei tu!

  8. Un saluto a Viki che avev letto un pò di tempo fa e che ho sempre piacere a leggere, a Ettore,Peppe, Gianluca e tutti…!

  9. anche Map Pina!

  10. e Ale, tutti quanti!

  11. Ormai che ho iniziato, finisco, non riesco a lasciare le cose a metà saluto Vale, Raffaele, Anna, Inno, Bianca, Giusi, questi tutti i nomi che ho letto poi anche Redazione, Michele e Gabriele.

  12. Ciao Melusina, chi perdona è un forte, chi non perdona è un debole.

    Si perdona, quando SI SUPERA INTERIORMENTE L’ OFFESA RICEVUTA, in quanto non si è dominati dall’ odio e dal falso orgoglio.

    E’ un’ operazione metafisica di rari esseri, in quanto non va capita, ma realizzata.

    L’ uomo, soggiogato dall’ odio, è dominato dall’ animalità e dalla sconfitta.

    Melusina, sei una donna, che sa vincere, senza violenza e senza paura.

  13. Un bacio grande, dolce Mel!!

    Un abbraccione a tutti….

  14. Ciao, carissima Mel

  15. Grazie, Melusina, ricambio ed anch’io saluto tutti gli amici, presenti ed assenti, di casa-Blog. Un abbraccio forte a Bea.

    “Non disprezzate la sensibilità di nessuno. La sensibilità di ognuno è il suo genio” (C. Baudelaire)

  16. Saluto anche io i presenti e poi Stefano, Valentina, Marco, Luca, Giusi, Silvia, Matteo.

  17. ciao Mel. grazie del pensiero. un saluto anche a te

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...