Aveva…

Aveva una tenerezza innata negli occhi,
ma parlava con la saggezza di una persona che ha molto sofferto.
Era poco più di una bambina e molto più di una donna.
(Serena Santorelli)
Annunci

11 Risposte

  1. Costruiva castelli di sabbia, che il mare distruggeva, uno dopo l’altro, come per distoglirla da tutti quei sogni e progetti e costringerla ad ascoltare lui, suo confidente e amico.
    Da un amico così, non poteva non assimilare la saggezza, ma anche tutta la sofferenza di chi ha un compito ed un destino non scelto. Come lei che non aveva che sabbia con cui costruire i suoi sogni. Ed un amico, però, testimone di ogni suo nuovo inizio.

  2. Io penso che l’ anima di questa bambina-donna, spiegata dalla Santarelli, sia lei stessa. A sette anni, era una ” scrittrice”…. .

  3. La saggezza che arriva dalla sofferenza, rende il mondo bello. Arriva sempre poi… il momento in cui si torna bambine, con la serenità della saggezza…

  4. L’anima evoluta spesso si mostra attraverso gli occhi, attraverso un sorriso, attraverso la tenerezza che per rispecchiamento trasmette anche dietro incontaminate amorevoli fanciullesche sembianze 😀

    AUGURI A TUTTI GLI ARCANGELI DI QUESTA PREZIOSA RADIOSA NECESSARIA CASA 😀

  5. chi dice che bambini vuol dire totalmente spensieratezza? 🙂 il Bambino avvolte non domanda ai si detti grandi, per non metterli in difficoltà… con le loro risposte che sanno più di Domande, allora il Bambino leva dalla difficoltà, i genitori o chicche-sia,! Certo il Bambino ha dalla sua la freschezza e la dolce Illusione del Tempo ” da sempre consapevole di quanto detto, e d’accordo con quanto scrive, Carla Stroppa, nel suo Libro “La luce oltre la Porta” … Buona Domenica a tutti….

  6. costruiamo castelli di sabbia sapendo che il mare li distruggerà… e pure, pur avendone conoscenza continuiamo a costruirli….!Spesso, aiutano Rivelano, ecco perché si continuano a costruirli cercando di creare attorno la protezione, pur sapendo quanto accadrà… rimanendo a guardare quanto il mare sveli, magia…

  7. Un vecchio saggio non esisterà a consultare un bimbo appena nato 😀
    Così come è anche vero ed innegabile che se riusciamo in qualche modo a ritornare a ricodare ed a rivivere consapevolmente nel bimbo della nostra infanzia…. ci sarà un momento in cui l’anima non ancora radicata e contaminata dalle illusioni dalle induttanze e dal buio di questo mondo potrà dialogare con la nostra stessa raggiunta maggiore consapevolezza 😀

    Assai gradita mi è l’occasione per salutare il mio fantastico poetico amico Giuseppone 😀

  8. … Il mare arriva e non ti chiede perchè non ti arrendi, perchè non rinunci ai tuoi sogni, perchè non vai altrove; a dispetto di ogni razionale proposito di progettare se stessi sani e “funzionali”, la capacità di distruggere è quel punto in comune, tra il mare e l’essere umano, che è difficile scorgere ma che deve essere ricercato. Penso che la saggezza consista proprio nella capacità di saper ricercare i punti in comune, che tracciano il confine, nei contrasti apparenti; poichè tutto è apparenza, in riva al mare lo sono quei colori al mattino e la luna riflessa a sera. Sembra che anche quei castelli siano un’illusione se NON possono essere distrutti dal mare. Si può soltanto percepire che i contrasti siano all’inizio di tutto, ma come reggano ogni “castello” è difficile comprenderlo. Io faccio un’enorme fatica, Giuseppe, ma è vero quello che dici: il mare svela e ri-vela di nuovo.

  9. Ognuno, diciamo usa, o meglio riscopre le sue carte che svelano fulmineamente, i propri tarocchi…! Ecco, per me lo è il mare.. e la costruzione di castelli di sabbia…., non meno “rivelatori” del mare stesso…. i castelli di sabbia, nel costruirli, non meno specchio, dell’immagine & immaginale….,

  10. Abbiamo stasera salutato
    Quei castelli di sabbia
    mentre il mare l’ingurgitava
    e quelle navi da crociera,
    perdersi, nelle danze a prua,
    mai fatte! Ma quanto in sogno
    abbiamo danzato!
    Essendo, ancora a bordo…
    Eppure ti dico, mi dico, che
    Mai avrà termine!
    Cosa è, il sale di questa
    Nostra vita? Tu lo sai?
    Io lo so! Noi, castelli di sabbia,
    Battelli, navi da crociera, e-
    Il profumo d’attimi immortali
    Nella mortalità!

  11. Ciao Raffaele, ricambio i Saluti, allargandoli a tutti gli Amici…. Un Ciao a te Valeria….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...