Qui ad Atene noi facciamo così

Pericle agli ateniesi pronunciato nel 461 avanti Cristo:

Qui ad Atene noi facciamo così.
Qui il nostro governo favorisce i molti invece dei pochi: e per questo viene chiamato democrazia.
Qui ad Atene noi facciamo così.
Le leggi qui assicurano una giustizia eguale per tutti nelle loro dispute private, ma noi non ignoriamo mai i meriti dell’eccellenza.
Quando un cittadino si distingue, allora esso sarà, a preferenza di altri,chiamato a servire lo Stato, ma non come un atto di privilegio, come una ricompensa al merito, e la povertà non costituisce un impedimento.
Qui ad Atene noi facciamo così.
La libertà di cui godiamo si estende anche alla vita quotidiana; noi non siamo sospettosi l’uno dell’altro e non infastidiamo mai il nostro prossimo se al nostro prossimo piace vivere a modo suo.
Noi siamo liberi, liberi di vivere proprio come ci piace e tuttavia siamo sempre pronti a fronteggiare qualsiasi pericolo.
Un cittadino ateniese non trascura i pubblici affari quando attende alle proprie faccende private, ma soprattutto non si occupa dei pubblici affari per risolvere le sue questioni private.
Qui ad Atene noi facciamo così.
Ci è stato insegnato di rispettare i magistrati, e ci è stato insegnato anche di rispettare le leggi e di non dimenticare mai che dobbiamo proteggere coloro che ricevono offesa.
E ci è stato anche insegnato di rispettare quelle leggi non scritte che risiedono nell’universale sentimento di ciò che è giusto e di ciò che è buon senso.
Qui ad Atene noi facciamo così.
Un uomo che non si interessa allo Stato noi non lo consideriamo innocuo, ma inutile; e benché in pochi siano in grado di dare vita ad una politica, beh tutti qui ad Atene siamo in grado di giudicarla.
Noi non consideriamo la discussione come un ostacolo sulla via della democrazia.
Noi crediamo che la felicità sia il frutto della libertà, ma la libertà sia solo il frutto del valore.
Insomma, io proclamo che Atene è la scuola dell’Ellade e che ogni ateniese cresce sviluppando in sé una felice versatilità, la fiducia in se stesso, la prontezza a fronteggiare qualsiasi situazione ed è per questo che la nostra città è aperta al mondo e noi non cacciamo mai uno straniero.
Qui ad Atene noi facciamo così.

Annunci

37 Risposte

  1. Qui in Italia noi facciamo così.
    Qui il nostro governo favorisce i più furbi invece dei migliori: e per questo viene chiamato inciucio.
    Qui in Italia noi facciamo così.
    Le leggi qui assicurano una giustizia che non faccia troppo male a chi detiene il potere, a meno che non lo si voglia far decadere.
    Quando un cittadino si distingue, allora sarà, a differenza di altri meno meritevoli, emarginato e escluso dall’amministrazione dello Stato, come una ricompensa al “merito” dei ricchi marpioni, e la povertà non solo costituisce un impedimento, ma viene artatamente accentuata.
    Qui in Italia noi facciamo così.
    L’apparente libertà di cui godiamo è condizionata dal mercato e dai media, oltre che dalle leggi antidemocratiche; noi siamo sospettosi l’uno dell’altro e infastidiamo sempre il nostro prossimo, se al nostro prossimo piace vivere a modo proprio.
    Noi siamo liberi, liberi di vivere proprio come piace ai potenti, alla pubblicità e alle multinazionali e non siamo mai pronti a fronteggiare alcun pericolo: troppo distratti a fare shopping, su facebook, alla playstation o a guardare la televisione che ci rimpinza di belle frottole, di calcio e/o programmi osceni.
    Un cittadino italiano trascura i pubblici affari quando attende alle proprie faccende private, ma soprattutto si occupa dei pubblici affari solo per risolvere le proprie questioni private.
    Qui in Italia noi facciamo così.
    Ci è stato insegnato di infangare i magistrati, e ci è stato insegnato anche di ingannare le leggi e di dimenticare sempre che dobbiamo proteggere coloro che ricevono offesa.
    E ci è stato anche insegnato di non rispettare quelle leggi non scritte che risiedono nell’universale sentimento di ciò che è giusto e di ciò che è buon senso.
    Qui in Italia noi facciamo così.
    Un uomo che non si interessa ai guadagni che può ottenere dallo Stato noi non lo consideriamo innocuo, ma scemo; e benché in pochi – o meglio, nessuno – siano in grado di dare vita ad una politica sana, tutti qui in Italia siamo in grado di giudicarla e criticarla.
    Noi consideriamo la discussione come un ostacolo sulla via dell’inciucio.
    Noi crediamo che la felicità sia il frutto della frode, e la frode sia solo il frutto della corruzione.
    Insomma, io proclamo che l’Italia è la scuola dell’Europa e dell’Occidente e che ogni italiano cresce sviluppando in sé una furbesca versatilità, la fiducia nei mastruzzi, la pigrizia a fronteggiare qualsiasi situazione ed è per questo che la nostra nazione è aperta al razzismo e noi cacciamo o comunque trattiamo da cani sempre gli stranieri extracomunitari (tranne gli americani che li adoriamo – anche perché sono i nostri padroni).
    Qui in Italia noi facciamo così.

  2. Ma guarda quanta strada abbiamo percorso dal 461 Avanti Cristo sino ad oggi, pazienza e adesso ritorniamo da dove siamo partiti.

  3. E’ così, e non si può far altro che prendere atto di un’involuzione che ha toccato il fondo ..
    …perchè non solo non c’è più il senso dello Stato, ma è scomparso finanche il senso del valore della vita…

    I politici (Pericle era un politico), che dovrebbero dare il buon esempio, sono i principali responsabili .. e perdonarli dello scempio che fanno della società significa giustificare le loro azioni davanti alla storia ed istigare la gente ad emularli.

  4. Questo articolo , che ho trovato in rete, lo voglio dedicare ai buoni, a quelli che soffrono, senza colpe, agli emarginati, a quelli che amano la democrazia, a quelli che sono costantemente ingannati dalla società, dalla politica e dal sistema informativo.

    MA SOPRATTUTTO LO VOGLIO DEDICARE, AI PEGGIORI, AI DELINQUENTI, AGLII AMMALATI, AGLI ASSASSINI E A QUELLI CHE SI DROGANO.

    Colui che è stato rinnegato da coloro che presumono, rappresentarlo disse : ” … e la verità, vi renderà liberi… ”

    IL NUOVO ORDINE MONDIALE.

    ” Il NUOVO ORDINE MONDIALE è il perseguimento di un ideale di controllo completo dell’ umanità e si manifesta oggi nel progetto massonico di far transitare tutte le nazioni occidentali verso un mondo in cui gli Stati deleghino i loro poteri a delle istituzioni centrali che governeranno il mondo intero.

    L’ attuale istituzione dell’ Unione Europea è il primo passo di questo progetto. Contemporaneamente si rafforzeranno l’ ONU e tutti gli organismi sovranazionali.

    Il “ Nuovo Ordine Mondiale “ sarà uno strumento che consentirà alla massoneria di tenere in pugno gli Stati e i governanti. Ma vediamo come è nato questo progetto politico.

    Il 1 Maggio 1776 Adam Weishaupt fonda una Società Segreta chiamata Ordine degli Illuminati. Gli Illuminati cercano di stabilire un Nuovo Ordine Mondiale. I loro obiettivi sono i seguenti:

    _ abolizione di tutti i governi legittimi;

    _ abolizione della proprietà privata;

    _ abolizione dell’ eredità;

    _ abolizione del patriottismo;

    _ abolizione della famiglia;

    _ abolizione della religione;

    _ creazione di un Governo Mondiale.

    Per ottenere dalla gente il potere cui essi aspirano gli Illuminati progettano gravi fatti che provochino il terrore fra la popolazione. Ne consegue un forte sussulto politico secondo cui deve essere fatto qualcosa per risolvere il problema.

    Quindi qualcuno propone una forma di governo più autoritaria con una conseguente limitazione delle libertà e dei diritti costituzionali che inizialmente la gente non sarebbe stata disposta ad accettare ma che in seguito ai gravi fatti accaduti viene ritenuta una condizione necessaria per mantenere l’ ordine. Il progetto prevede inoltre una direzione centrale che possa governare il mondo intero.

    Nel 1875 succede qualcosa di importante per la storia del Nuovo Ordine Mondiale. L’ elite mondialista si fonde con la dottrina teosofica Satanista-Luciferina divenendo ufficialmente nel 1920 la “religione“degli Illuminati.

    Nel 1922 nasce il Lucifer Trust, sigla poi sostituita con la meno appariscente Lucis Trust, che è una organizzazione non governativa a statuto consultivo presso il Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite con sedi a New York, Londra e Ginevra.

    Il Lucis Trust e tutte le sue organizzazioni venerano una gerarchia esterna di maestri ascesi che portano avanti il piano Luciferino per l’ instaurazione di una permanente “ Era dell’ Acquario “ governata da un unico Maestro del Mondo: Lucifero.

    Sostenute dall’ alta finanza americana, dai massoni e dagli uomini di punta della globalizzazione, le cerimonie che il Lucis Trust organizza sono fondate sulla magia e sull’ invocazione diretta delle forze della luce (lucifera) che sono richieste di affluire sul mondo ma soprattutto sulle Nazioni Unite.

    Si tratta in buona sostanza del tentativo più ampio mai fatto di estendere sotto ogni cielo le evocazioni demoniache onde costruire una vera e propria religione satanica.

    Ma come è possibile tutto questo? Probabilmente perché molti non conoscono il vero volto della massoneria. Proviamo a spiegare. Nella massoneria si ha una sovrapposizione di società segrete nella quale ogni grado conosce l’esistenza ed i segreti del proprio “gruppo” e di quelli inferiori ma ignora completamente ciò che si trama e si decide nel “gruppo” immediatamente superiore.

    La massoneria compone così una piramide a piani nella quale il numero dei membri diminuisce nella misura in cui si avvicina al vertice. Verosimilmente un affiliato alla massoneria che sta ai gradini più bassi della piramide ha una visione meno chiara di chi è estraneo alla massoneria.

    Secondo il marinista Pierre Marial, indubbio conoscitore della materia, le società segrete possono classificarsi come segue:

    1 – Società segrete inferiori. Le società di questo tipo, paradossalmente, sono note al pubblico. Si tratta nella maggior parte di gente in buona fede, convinta di un’ideale religioso, filosofico o politico.

    I nuovi iscritti vengono osservati e studiati e se dimostrano di essere adatti vengono orientati nella seconda categoria di società segrete, altrimenti vengono avviati verso dei binari morti.

    2 – Società segrete intermedie o di quadri. Qui i membri sono già sconosciuti agli adepti delle società segrete inferiori. Questi gruppi si considerano già al di là del bene e del male, tendono a controllare i meccanismi degli Stati, così come i grandi organismi mondiali, politici ed economici. Ma queste società segrete, più che comandare, eseguono. L’elaborazione del piano spetta alla categoria superiore.

    3 – Società segrete superiori. Sono sconosciute, ignorate dalle società inferiori e tabù per i quadri. Questo stato maggiore internazionale è composto soltanto da un esiguo numero d’appartenenti o iniziati. Alcuni di loro vivono in semiclandestinità un’esistenza ritirata quasi ascetica. Nessuno può sospettare la loro influenza o addirittura la loro identità.

    Quindi quello che succede è che la massoneria

    ha due volti: un volto VISIBILE che fa in modo di risultare apparentemente semi-pubblico, come lo

    sono le cosiddette società segrete inferiori,

    al fine di contrastare le critiche sul settarismo massonico. Ma questo aspetto della massoneria fa da tappo per occultare il suo vero volto, quello INVISIBILE formato dagli eruditi eletti che possiedono il segreto dei segreti di Satana: la soppressione della democrazia e di tutti i diritti costituzionali.

  5. Salutando Calorosamente Tutta la redazione così come Tutti gli Astanti di Questa Preziosa Radiosa Casa, assai gradita mi è l’occasione per salutare e rispondere ad una precedente domanda su un altro post del l mio Carissimo grintoso / romantico nonché assai sbullonato come me Amico Luiggggione del mio saracino cuore….. 😀

    Ci sono persone che hanno paura di una lucertolina, di uno scarafaggio, di un topolino o di un serpentello…. ma con particolari tecniche anche queste piccole o grandi fobie possono essere facilmente curate/superate mentre invece per cavalcare il proprio drago interiore ci vuole bel altro coraggio che deve passare per ogni guerriero immortale cuore 😀

    In quanto a quello che hai pubblicato adesso, non ha importanza chi ha scritto quelle parole, quanto invece chi li comprende con la propria mente e soprattutto con l’impersonale discriminante intuitivo cuore… 😀

    Quoto tutto, perchè queste verità come altre ancora più nefaste, già dal 2006 mi erano note/trasmesse attraverso il mio grandioso indefinibile Orazio, così come mi era stato reso noto che il potere, il SISTEMA DI CONTROLLO, MATRIX controlla il sistema economico, controlla anche quello religioso così come controlla quello militare che a sua volta è in combutta con certe forze aliene di alta tecnologia, ma di bassa levatura spirituale…… 😀

    Il problema più grande è che se si continua di questo passo, senza che ci sia un vero e proprio cambiamento di coscienza collettiva… la gerarchia spirituale di questo nostro sistema solare sarà costretta a far intervenire certe forze ASURICHE che non guardano nessuno in faccia buono o cattivo che sia….. allora penso ripenso e ancora penso anche se nell’intimo non vorrei pensarlo affatto, che saranno cazzi veramente amari per tutti. Perché per debellare alla radice il Male forse sarà necessario un vero e proprio LAVAGGIO come quello causato nell’ultimo diluvio universale per opera degli Elohim attraverso il loro pianeta di battaglia artificiale NIBIRU…. Ma, ma, ma-…. speriamo e confidiamo di non arrivare a questo punto di non ritorno perché sarebbe assai triste ed assai tenebroso per tutta l’umanità….

    Speriamo che la coscienza collettiva prenda consapevolezza e in qualche modo riesca a frenare questo stupido illusorio potere del c. di tanti testa di m. veri figli di un dio minore ed assai inevolute anime che non hanno capito proprio niente ma proprio niente della vita…. Tutto questo perché nessuno così come soprattutto la nostra religione doveva fare e non ha fatto….di trasmettere e divulgare quella santa immutabile universale legge del compenso di CAUSA/EFFETTO che al di fuori di tutte le induttanze, tutte le prediche e tutte le credenze religiose o non religiose di questo mondo, effettivamente per il giusto equilibrio di ogni cosa….. con una certezza matematica assoluta ed assai impressionante per tutti coloro che credono di vivere nel mondo dei balocchi; SI RACCOGLIE QUELLO CHE SI E’ SAPUTO SEMINARE 😀

  6. Molti intellettuali e non, ancora. fanno appello alla politica, come se l’ Italia, fosse lo stato degli anni ’50, ‘ 60, ’70. ’80, dove c’ erano i sindacati, gli scioperi, i posti di lavoro, dove l’ Italia era la quarta potenza mondiale dell’ economia;

    c’ erano le scuole, le favole di Fedro, c’ era l’ E.N.P.A.S. – Ente nazionale previdenza e assistenza ai dipendenti statali, regg. 102 (1969-1981).

    Adesso. il redditometro, spia chi acquista libri; spia chi va in palestra e spia chi va a farsi, fare un bel massaggio… , io avevo trovato due bravissime massaggiatrici, mi facevano un massaggio, a quattro mani… .

    In quel periodo, in Italia, costruivono e progettavano le autostrade, gli ospedali… ; la domenica, le partite venivono giocate, tutte alle15; c’ era IL MAGICO, NICCOLO’ CAROSIO E IL MITICO, ITALIANO, GIANNI BRERA.

    C’ era la Democrazia Cristiana, il Comunismo, TRIBUNA POLITICA; c’ erano due schiaramenti, mondiali : IL PATTO ATLANTICO E IL PATTO DI VARSAVIA.

    L’ ITALIA ERA UNO STATO LIBERO E AVEVA UNA COSTITUZIONE, ADESSO, LA POLITICA NON E’ PIU’ COSI’… .

    Insomma c’ era il futuro, la speranza, l’ avvenire dei giovani e l’ amore delle famiglie… .

    In questi anni, purtroppo, gli uomini e le donne li hanno portati all’ impotenza, al dolore, allo smarrimento, di se stessi. Gli hanno frodato l’ anima, il pensiero e la serenità interiore.

    La gente ha paura del presente e del futuro, perchè i politici e tutti i palinsesti non dicono, la verità, ma si esprimono, attraverso menzogne, bugie e linganni.

    L’ articolo che sto postando è crudele, ed è inverosimile Però, attenzione ! Il male va conosciuto e bisogna avere l’ audacia, il coraggio di non mollare, mai, anche se il risultato fosse la sconfitta.

    La lettura, di questo trattato, va espletata lentamente, così scrisse, tempo fa Don Micheluccccio La Porta, che saluto, insieme alla Redazione. Buona lettura !

    TRATTATO DEL MES

    ” Il Trattato del MES che portera’ miseria e disperazione di cui i media tradizionali non ci hanno informato : ”Lo scopo della crisi finanziara, artificialmente prodotta dall’elite’, e’ quello di imporre agli stati europei qualsiasi condizione venga decisa dagli oligarchi del grande capitale.Una di queste e’ l’istituzione del Mes (Meccanismo Europeo di Stabilita’) in ben diciassette paesi europei.

    E’ un’istituzione finanziaria internazionale con sede in Lussemburgo, che ufficialmente avrebbe lo scopo di prestare aiuto economico agli stati membri in difficolta’, ma che di fatto costituisce la fine della sovranita’ nazionale e dell’autodeterminazione dei popoli.

    Si tratta infatti di un patto che, secondo quanto stabilito dal Consiglio Europeo, obbliga gli stati a sottomettersi all’autorita’ dispotica di un nuovo super organismo europeo a cui viene conferita un’indipendenza e un’impunita’ tale, che lo pongono al di sopra della legge.Gli stati non hanno piu’ neppure la possibilita’ di trattare e di discutere democraticamente con la popolazione le misure economiche da attuare e si devono limitare a esegure le riforme strutturali (tagli drastici nel settore sociale, svendita dei beni pubblici e liberalizzazioni selvagge) imposte dal fondo.

    Il Trattato del Mes conferisce inoltre ai dirigenti dell’ente sovrannazionale il potere di richiedere in qualsiasi momento un aumento del capitale, senza che i governi o i parlamenti nazionali possano opporsi. Dall’art. 32 del Trattato i beni, le sedi e i membri del MES godono di privilegi e immunita’ da ogni forma di giurisdizione.

    I beni, le disponibilita’ e le proprieta’ del MES non possono essere oggetto di perquisizione, sequestro, confisca, esproprio o qualsiasi altra forma di sequestro o pignoramento derivanti da azioni esecutive, giudiziarie, amministrative o normative. I locali del Mes vengono letteralmente definiti ”inviolabili”.

    Tutti i beni, le disponiblita’ e le proprieta’ del Mes sono esenti da restrizioni, regolamentazioni, controlli e moratorie di ogni genere.
    Le decisioni del MES inoltre vegono assunte al di fuori di qualsiasi controllo democratico : ”I membri o gli ex membri del Consiglio dei Governatori e del Consiglio di Amministrazione e il personale che lavora, o ha lavorato per, o in rapporto con il Mes, sono tenuti a non rivelare informazioni protette dal segreto professionale.

    Essi sono tenuti, anche dopo la cessazione delle loro funzioni, a non divulgare informazioni che per loro natura sono protette dal segreto professionale”. L’art 35 conferisce l’immunita’ di giurisdizione del personale per gli atti da loro compiuti nell’esercizio ufficiale delle loro funzioni e dell’inviolabilita’ per tutti gli atti scritti e i documenti ufficiali redatti. Qualsiasi questione inerente all’interpretazione o alle disposizioni di applicazione delle norme del trattato e’ sottoposta alla decisione degli stessi organi dell’ente.

    Il Mes e’ diretto da un consiglio di governatori, da un consiglio di amministrazione e da un direttore generale.Gli stati membri si impegnano incondizionatamente e irrevocabilmente a versare al MES qualsiasi somma venga loro richiesta e ad adottare le misure economiche da esso stabilite.

    Tale obbligo e’ irrevocabile poiche’, anche nel caso in cui ci fossero le elezioni nello stato interessato dal provvedimento, e si formasse un nuovo parlamento contrario agli accordi del MES, il trattato dovra’ comunque rimanere in vigore. Il capitale iniziale del MES, il trattato dovra’ comunque rimanere in vigore.

    Il capitale inziale del Mes, e’ come se qualcuno ci avesse detto:”Voi mi affidate i vostri soldi e poi li gestisco alle seguenti condizioni:

    1- non avete diritto di chiedermi delucidazioni su come li spendo e non potete effettuare nessun tipo di controllo sulla mia gestione.Decido io quali informazioni darvi e con quali modalita’;

    2-oltre all’importo iniziale, siete obbligati a versarmi anche tutte le successive somme aggiuntive che vi richiedero’

    3-se avrete bisogno di un prestito, decidero’ io se concedervelo e a quali condizioni;

    4-nel caso emergano degli illeciti finanziari, delle irregolarita’ o anche dei crimini gravissimi non potrete denunciarmi a meno che non sia io stesso ad autorizzarvi Accettate? Nessuna persona lucida di mente potrebbe mai tollerare condizioni simili, eppure lo stato d’ipnosi collettiva creato dall’elite’, attraverso il monopolio dell’informazione, consente che ad accettarle siano interi stati sovrani.

    E l’aspetto piu’ inquietante della vicenda e’ che il controllo mentale sulle masse e’ talmente evidente, che le clausole del Trattato invece di essere tenute segrete posssono essere pubblicate online nella
    massima indifferenza generale. La popolazine confida cosi’ ciecamente nella trasparenza degli organi d’informazione istituzionali, da arrivare a ritenere che, se ci fosse qualche pericolo reale, i mass media se ne occuperebbero.”

  7. … Se sbatti il mostro in prima pagina, saprai quanti “amici” lo supportano e chi sono. In questo consiste la strumentalizzazione che certi organi di informazione esercitano sulla libertà di essere informati e di informare; in questo consiste la globalizzazione della libertà di esserci… o di farci!

  8. Ciao Rafeluzzzzzzu. Tu non ci crederai, come sto male interiormente,a vedere il 90% degli italiani, a non sapere, cosa si cela dietro questa crisi, malledetta..

    Parlano di destra, parlano di sinistra, la colpa è di tizio, la colpa è di caio, ma non sanno che c’ è un piano diabolico, preoccupante, dietro la rovina dell’ Italia, dietro la disoccupazione dei giovani, dietro la difficoltà delle famiglie, dietro il sopraggiungere di una morte lenta..

    Le persone, l’ economia, l’ occupazione e il lavoro li stanno portando alla disfatta e a volte al suicidio.

    Il grande Giudice, Ferdinando Imposimato, caro amico mio, scrisse il libro ” La Repubblica delle stragi impunite “. Aveva capito TUTTO e aveva capito tutto, anche un altro giudice, che fu ucciso, non mi viene il nome.., però stasera, ti manderò, le prove.

    Ti mando un vecchio video che conosci.

  9. DOVE MAGGIORE C’E’ MINORE CESSA…… purtroppo , per quanto riluttante ed inaccetabile sia per la natura umana…. a mio avviso…. che penso sia il pensiero di tanti………. E’ NECESSARIO… SMANTELLARE TUTTA QUESTA NOSTRA POLITICA DEL CAVOLO,,,,, E SICCOME SONO TROPPI, PIU’ DI QUELLI MESSI INSIEME DI TUTTI GLI STATI UNITI DI AMERICA…… L’UNICA SOLUZIONE PER QUANTO NEFASTA SIA E’ QUELLA DI INTIMORIRLI….. MAGARI AMMAZZANDONE UN CENTINAIO COME MINIMO….. A mio avviso, visti i fatti e gli effetti ormai evidenti che malgrado le tantissime buone parole spese non sono servite a niente…non ci sono altre soluzioni, se voi ne avete altre suggeritele perchè è un vero e proprio sfracello……. è sarà ancora peggiore….

    Matteo 23,33-39.24,1-51 (per quanto assai alterano nei contenuti, qualcosetta ci viene trasmessa)

    33 Serpenti, razza di vipere, come potrete scampare dalla condanna della Geenna?

    34 Perciò ecco, io vi mando profeti, sapienti e scribi; di questi alcuni ne ucciderete e crocifiggerete, altri ne flagellerete nelle vostre sinagoghe e li perseguiterete di città in città;

    35 perché ricada su di voi tutto il sangue innocente versato sopra la terra, dal sangue del giusto Abele fino al sangue di Zaccaria, figlio di Barachìa, che avete ucciso tra il santuario e l’altare.

    36In verità vi dico: tutte queste cose ricadranno su questa generazione. (CHE E’ RITORNATA ANCHE IN QUESTO TEMPO)

    37 Gerusalemme, Gerusalemme, che uccidi i profeti e lapidi quelli che ti sono inviati, quante volte ho voluto raccogliere i tuoi figli, come una gallina raccoglie i pulcini sotto le ali, e voi non avete voluto!

    38 Ecco: la vostra casa vi sarà lasciata deserta!

    39 Vi dico infatti che non mi vedrete più finché non direte: Benedetto colui che viene nel nome del Signore!”.

    24
    1 Mentre Gesù, uscito dal tempio, se ne andava, gli si avvicinarono i suoi discepoli per fargli osservare le costruzioni del tempio.

    2 Gesù disse loro: “Vedete tutte queste cose? In verità vi dico, non resterà qui pietra su pietra che non venga diroccata”.

    3 Sedutosi poi sul monte degli Ulivi, i suoi discepoli gli si avvicinarono e, in disparte, gli dissero: “Dicci quando accadranno queste cose, e quale sarà il segno della tua venuta e della fine del mondo”.

    4 Gesù rispose: “Guardate che nessuno vi inganni;

    5 molti verranno nel mio nome, dicendo: Io sono il Cristo, e trarranno molti in inganno. 6Sentirete poi parlare di guerre e di rumori di guerre. Guardate di non allarmarvi; è necessario che tutto questo avvenga, ma non è ancora la fine.

    7 Si solleverà popolo contro popolo e regno contro regno; vi saranno carestie e terremoti in vari luoghi;

    8 ma tutto questo è solo l’inizio dei dolori.

    9 Allora vi consegneranno ai supplizi e vi uccideranno, e sarete odiati da tutti i popoli a causa del mio nome.

    10 Molti ne resteranno scandalizzati, ed essi si tradiranno e odieranno a vicenda.

    11 Sorgeranno molti falsi profeti e inganneranno molti;

    12 per il dilagare dell’iniquità, l’amore di molti si raffredderà.

    13 Ma chi persevererà sino alla fine, sarà salvato.

    14 Frattanto questo vangelo del regno sarà annunziato in tutto il mondo, perché ne sia resa testimonianza a tutte le genti; e allora verrà la fine.

    15 Quando dunque vedrete l’abominio della desolazione, di cui parlò il profeta Daniele, stare nel luogo santo – chi legge comprenda -,

    16 allora quelli che sono in Giudea fuggano ai monti,

    17 chi si trova sulla terrazza non scenda a prendere la roba di casa,

    18 e chi si trova nel campo non torni indietro a prendersi il mantello.

    19 Guai alle donne incinte e a quelle che allatteranno in quei giorni.

    20 Pregate perché la vostra fuga non accada d’inverno o di sabato.

    21 Poiché vi sarà allora una tribolazione grande, quale mai avvenne dall’inizio del mondo fino a ora, né mai più ci sarà.

    22 E se quei giorni non fossero abbreviati, nessun vivente si salverebbe; ma a causa degli eletti quei giorni saranno abbreviati.

    23 Allora se qualcuno vi dirà: Ecco, il Cristo è qui, o: È là, non ci credete.

    24 Sorgeranno infatti falsi cristi e falsi profeti e faranno grandi portenti e miracoli, così da indurre in errore, se possibile, anche gli eletti.

    25 Ecco, io ve l’ho predetto.

    26 Se dunque vi diranno: Ecco, è nel deserto, non ci andate; o: È in casa, non ci credete.

    27 Come la folgore viene da oriente e brilla fino a occidente, così sarà la venuta del Figlio dell’uomo.

    28 Dovunque sarà il cadavere, ivi si raduneranno gli avvoltoi.

    29 Subito dopo la tribolazione di quei giorni, il sole si oscurerà, la luna non darà più la sua luce, gli astri cadranno dal cielo
    e le potenze dei cieli saranno sconvolte.

    30 Allora comparirà nel cielo il segno del Figlio dell’uomo e allora si batteranno il petto tutte le tribù della terra, e vedranno il Figlio dell’uomo venire sopra le nubi del cielo (CON UNA BELLA ASTRONAVE DI BATTAGLIA) con grande potenza e gloria.

    31 Egli manderà i suoi angeli con una grande tromba e raduneranno tutti i suoi eletti dai quattro venti, da un estremo all’altro dei cieli.

    32 Dal fico poi imparate la parabola: quando ormai il suo ramo diventa tenero e spuntano le foglie, sapete che l’estate è vicina.

    33 Così anche voi, quando vedrete tutte queste cose, sappiate che Egli è proprio alle porte.

    34 In verità vi dico: non passerà questa generazione prima che tutto questo accada.

    35 Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno.

    36 Quanto a quel giorno e a quell’ora, però, nessuno lo sa, neanche gli angeli del cielo e neppure il Figlio, ma solo il Padre.

    37 Come fu ai giorni di Noè, così sarà la venuta del Figlio dell’uomo.

    38 Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio mangiavano e bevevano, prendevano moglie e marito, fino a quando Noè entrò nell’arca,

    39 e non si accorsero di nulla finché venne il diluvio e inghiottì tutti, così sarà anche alla venuta del Figlio dell’uomo.

    40 Allora due uomini saranno nel campo: uno sarà preso e l’altro lasciato.

    41 Due donne macineranno alla mola: una sarà presa e l’altra lasciata.

    42 Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà.

    43 Questo considerate: se il padrone di casa sapesse in quale ora della notte viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa.

    44 Perciò anche voi state pronti, perché nell’ora che non immaginate, il Figlio dell’uomo verrà.

    45 Qual è dunque il servo fidato e prudente che il padrone ha preposto ai suoi domestici con l’incarico di dar loro il cibo al tempo dovuto?

    46 Beato quel servo che il padrone al suo ritorno troverà ad agire così!

    47 In verità vi dico: gli affiderà l’amministrazione di tutti i suoi beni.

    48 Ma se questo servo malvagio dicesse in cuor suo: Il mio padrone tarda a venire,

    49 e cominciasse a percuotere i suoi compagni e a bere e a mangiare con gli ubriaconi,

    50 arriverà il padrone quando il servo non se l’aspetta e nell’ora che non sa,

    51 lo punirà con rigore e gli infliggerà la sorte che gli ipocriti si meritano: e là SARA’ PIANTO E STRIDORE DI DENTI..

    E ANCORA……

    come ho sempre detto ed affermato, in questo mondo manca una SANA COSCIENZA MORALE OGGETTIVA e siccome per molti aspetti che non vengono messi in opera si cerca solo e sempre di curare gli effetti anziché le cause prime…. mi riallaccio quello che disse un giorno Yeshua Ben Joseph ad un fariseo….

    VANGELO SECONDO LUCA : 11,37-13,9 (che per quanto anch’esso lterato, qualcosetta ci è pervenuta integra)

    Contro i farisei e i dottori della legge

    [37] Dopo che ebbe finito di parlare, un fariseo lo invitò a pranzo. Egli entrò e si mise a tavola.

    [38] Il fariseo si meravigliò che non avesse fatto le abluzioni prima del pranzo.

    [39 ]Allora il Signore gli disse: «Voi farisei purificate l’esterno della coppa e del piatto, ma il vostro interno è pieno di rapina e di iniquità.

    [40] Stolti! Colui che ha fatto l’esterno non ha forse fatto anche l’interno?

    [41] Piuttosto date in elemosina quel che c’è dentro, ed ecco, tutto per voi sarà mondo.

    [42] Ma guai a voi, farisei, che pagate la decima della menta, della ruta e di ogni erbaggio, e poi trasgredite la giustizia e l’amore di Dio. Queste cose bisognava curare senza trascurare le altre.

    [43] Guai a voi, farisei, che avete cari i primi posti nelle sinagoghe e i saluti sulle piazze.

    [44] Guai a voi perché siete come quei sepolcri che non si vedono e la gente vi passa sopra senza saperlo».

    [45] Uno dei dottori della legge intervenne: «Maestro, dicendo questo, offendi anche noi».

    [46] Egli rispose: «Guai anche a voi, dottori della legge, che caricate gli uomini di pesi insopportabili, e quei pesi voi non li toccate nemmeno con un dito!

    [47] Guai a voi, che costruite i sepolcri dei profeti, e i vostri padri li hanno uccisi.

    [48] Così voi date testimonianza e approvazione alle opere dei vostri padri: essi li uccisero e voi costruite loro i sepolcri.

    [49] Per questo la sapienza di Dio ha detto: Manderò a loro profeti e apostoli ed essi li uccideranno e perseguiteranno

    50] perché sia chiesto conto a questa generazione del sangue di tutti i profeti, versato fin dall’inizio del mondo,

    [51] dal sangue di Abele fino al sangue di ZACCARIA (guarda caso che caso non è, io mi chiamo Raffaele zaccà) , che fu ucciso tra l’altare e il santuario. Sì, vi dico, ne sarà chiesto conto a questa generazione.

    [52] Guai a voi, dottori della legge, che avete tolto la chiave della scienza. Voi non siete entrati, e a quelli che volevano entrare l’avete impedito».

    AVEVONO (e forse hanno ancora) LE CHIAVI DELLA SCIENZA / CONOSCENZA (dell’essere IO SONO) E NON LI HANNO MAI TRASMESSI, questo è un vero peccato, è imperdonabile, una vera e propria OMISSIONE DI AMORE, perché se avessero spiegato (così come era conosciuto ed accettato, sia dal vero Antico Cristianesimo, come anche dai primi padri del già dogmatizzato Cattolicesimo , che con il concilio di Trento cancellarono da tutti i documenti/vangeli, imponendo l’inquisizione come anche la morte a chiunque parlasse o pronunciasse la parola “REINCARNAZIONE”) che SI RACCOGLIE QUELLO CHE SI E’ SAPUTO SEMINARE IN UNA VITA PASSATA COSI’ COME SI RACCOGLIERA’ NELLA PROSSIMA QUELLO CHE SI E’ SAPUTO SEMINARE IN QUESTA VITA, ……….. DI SICURO TUTTI GLI IGNORANTI (non conoscitori) MA SOPRATTUTTO TANTISSIMI STRONZI MALEVOLI TIRANNI, DETETORI DEL POTERE CON TUTTI I LORO LECCHINI POLITICI E LECCAPIEDI DI OGNI GENERE DI QUESTO MONDO….. CHE SE GLI FOSSE INCULCATA QUESTA VERITA’ GIA’ DALLA TENERA ETA’ COSI’ COME CI HANNO INCULCATO TANTISSIME FESSERIE, SE AVREBBERO CAPITO ANCHE IN UNA MINIMA PARTE QUESTA INESORABILE UNIVERSALE EQULIBRANTE LEGGE DI CAUSA/EFFETTO…. PENSO RIPENSO ED ANCORA CI PENSO (e forse sarebbe meglio non pensarci affatto) CHE CI AVREBBERO PENSATO ALMENO TRE VOLTE PRIMA DI EMETTERE UN SOLO PICCOLO O GRANDE PENSIERO MALEVOLO VERSO IL PROSSIMO COME CI AVREBBERO PENSATO ALTRETTANTE VOLTE PRIMA DI COMMETTERE PER I PROPRI INSENSATI LOSCHI FINI E TORNACONTI UNA AZIONE MALEVOLA CONTRO I PROPRI FRATELLI E CONTRO TUTTO CIO’ CHE CI CIRCONDA CHE DA QUI CHIAMIAMO NATURA…………

    QUESTA E’ UNA DELLE CAUSE PRIME CHE HA GENERATO TANTO MATERIALISMO, TANTISSIMA IPOCRISIA, TANTISSIMA DIFFIDENZA TANTISSIA SEPARAZIONE E TANTISSIMA ASSURDA BESTIALITA’ NELL’ANIMALE CHE SEBBENE INTIVIDUALIZZATO ED INTELLETTUALIZZATO FINO AD UN CERTO GRADO, PURTROPPO CONTINUA E SI COMPORTA COME IL PEGGIORE DELLE BESTIE NON SOLO DI QUESTO SOLO MONDO, MA DI TANTISSIMI MONDI DEL CREATO…

    E’ ovvio che questa mia dolorosa osservazione non è mirante a nessuno degli astanti di questa preziosa casa di LIBERO PENSIERO… è solo una costatazione oggettiva con tutte le sante giuste eccezioni (e meno male che ci siano le eccezioni, o saggi uomini che usano anche il cuore) di cosa effettivamente c’è oggi nel mondo intero SOPRATTUTO QUELLO DI STAMPO O INFLUENZA OCCIDENTALE….

  10. Qui facciamo proprio così:

    Dal Vangelo secondo Luca (16, 1-13)

    In quel tempo, Gesù diceva ai discepoli:
    – Un uomo ricco aveva un amministratore, e questi fu accusato dinanzi a lui di sperperare i suoi averi. Lo chiamò e gli disse: “Che cosa sento dire di te? Rendi conto della tua amministrazione, perché non potrai più amministrare”.
    L’amministratore disse tra sé: “Che cosa farò, ora che il mio padrone mi toglie l’amministrazione? Zappare, non ne ho la forza; mendicare, mi vergogno. So io che cosa farò perché, quando sarò stato allontanato dall’amministrazione, ci sia qualcuno che mi accolga in casa sua”.
    Chiamò uno per uno i debitori del suo padrone e disse al primo: “Tu quanto devi al mio padrone?”. Quello rispose: “Cento barili d’olio”. Gli disse: “Prendi la tua ricevuta, siediti subito e scrivi cinquanta”. Poi disse a un altro: “Tu quanto devi?”. Rispose: “Cento misure di grano”. Gli disse: “Prendi la tua ricevuta e scrivi ottanta”.
    Il padrone lodò quell’amministratore disonesto, perché aveva agito con scaltrezza. I figli di questo mondo, infatti, verso i loro pari sono più scaltri dei figli della luce.
    Ebbene, io vi dico: fatevi degli amici con la ricchezza disonesta, perché, quando questa verrà a mancare, essi vi accolgano nelle dimore eterne.
    Chi è fedele in cose di poco conto, è fedele anche in cose importanti; e chi è disonesto in cose di poco conto, è disonesto anche in cose importanti. Se dunque non siete stati fedeli nella ricchezza disonesta, chi vi affiderà quella vera? E se non siete stati fedeli nella ricchezza altrui, chi vi darà la vostra?
    Nessun servitore può servire due padroni, perché o odierà l’uno e amerà l’altro, oppure si affezionerà all’uno e disprezzerà l’altro. Non potete servire Dio e la ricchezza –

  11. … Qui un pazzo pacifista ha detto anche questo:

    (Dalla prima lettera di san Paolo apostolo a Timoteo.)
    Figlio mio, raccomando, prima di tutto, che si facciano domande, suppliche, preghiere e ringraziamenti per tutti gli uomini, per i re e per tutti quelli che stanno al potere, perché possiamo condurre una vita calma e tranquilla, dignitosa e dedicata a Dio. Questa è cosa bella e gradita al cospetto di Dio, nostro salvatore, il quale vuole che tutti gli uomini siano salvati e giungano alla conoscenza della verità.
    Uno solo, infatti, è Dio e uno solo anche il mediatore fra Dio e gli uomini, l’uomo Cristo Gesù, che ha dato se stesso in riscatto per tutti. Questa testimonianza egli l’ha data nei tempi stabiliti, e di essa io sono stato fatto messaggero e apostolo – dico la verità, non mentisco –, maestro dei pagani nella fede e nella verità.
    Voglio dunque che in ogni luogo gli uomini preghino, alzando al cielo mani pure, senza collera e senza contese.

  12. Gli ” invisibili” dominanano in parte, tutto, il mondo…, però, solo nella direzione del male: guerre, stragi, RAPINA DELLA SOVRANITA’ POPOLARE DI UNO STATO E RAPINA DELLA SOVRANITA’ MONETARIA , morti, omicidi, suicidi, ecc. ecc, tutto viene erogato, elargito dagli illuminati, delle tenebre.

    Caro Rafeluzzzzzzzzzzu, ti i sei chiesto qualche volta, come mai, non hai votato un referendum, per decidere sulla moneta dell’ euro ? Ti sei chiesto, mai, perchè non hai votato un referendum per andare in Europa ?

    ” Porta a Porta “, ” Ballarò”, ” Quinta Colonna ” ” Anno zero”, (ecc. ecc,) e maestri del sapere e della cultura, come Travaglio e Santoro, uomini saggi, perbene, e onesti, in questi difficili e pericolosi, non hanno avvisato le persone, che l’ Italia sarebbe andata in direzione della morte, del suicidio e delle tenebre ?

    La loro istanza è sedurre i cittadini con l’ odio e il pettogolezzo. NON PARLANO DI CULTURA, D’ AMORE E DI FORMAZIONE DELL’ UOMO.

    Così l’ uomo viene ingannato, si apre alla parvenza, MA NON SI APRE ALLA CONOSCENZA DEI FATTI, NON SI APRE ALLA VERITA’.

    L’ odio, la critica, il pettegolezzo e il male non sono insegnamenti, non fanno evolvere l’ uomo, ma gli aprono il pensiero in una dimensione primitiva, rozza e senza via d’ uscita.

    QUESTO E’ IL TRUCCO, LA POVERTA’, L’ ABBAGLIO, L’ ILLUSIONE DATO AGLI ITALIANI, DA PARTE DELL’ INFORMAZIONE.

    Monti, come mai è andato, senza appartenere ad un partito, di maggioranza, da un momento all’ altro ad espletare l’ incarico di Presidente del Consiglio ?

    Il prof, in questione, con le sue riforme e le sue leggi

    ( Letta e il PDL stanno facendo la stessa cosa, sono tutti nella fossa del serpente, nessuno escluso e nessuno è senza la direzione vincente e nessuno, di queste caricature di uomini ha il coraggio di superare la tragedia italiana.

    LO STATO ITALIANO, CHE NON ESISTE, PIU’, SA SOLO PREPARARE E PRATICARE LA GUERRA AI CITTADINI.

    I nostri parlamentari, che sono senza pensiero, fanno appello, alla solita formula : ” E’ L’ EUROPA, CE LO DICE “. INCREDIBILE ! )

    ha portato quel male che è figlio, dei ” poteri forti ” e la gente ne viene travolta, resa impotente e senza conoscenza . In un anno è mezzo di governo Monti, ci fosse stato una legge, un decreto, un progetto, per aiutare l’ Italia e tutti quelli che sono senza lavoro.

    LA SUA AZIONE E’ STATA DEVASTANTE, ORRIBILE, SPIETATA, MALEFICA. MIGLIAIE DI AZIENDE, SONO STATE CHIUSE E
    MIGLIAI DI CITTADINI HANNO PERSO IL

    LAVOROOOOOOOOOOOOOO, IL BENESSERE, LA PACE E CENTINAI DI PERSONE,

    SI SONO SUICIDATEEEEEEEEEEEEE.

    IL GOVERNO LETTA E ANGELONE ALFANO, NIPOTI DEL PROF. MONTI, STANNO TRAGHETTANDO L’ ITALIA ALL’ INFERNO.

    Nel crollo delle torri gemmelle, c’ è stata la loro mano, così la guerra in Iraq, a Saddam Hussein, così la primavera araba. Fanno le guerre, tanti scappano, certo che bisogna, aiutarli; però un giorno, BREVE-LONTANO, saranno ” il Cavallo di Troia”.

    Un’ altra idea, subdola, NASCOSTA, con altre formule di pensiero, che nasce dagli uomini invisibili, è la seguente : ” Gli extracomunitari sono le vittime, gli italiani sono i carnefici .”

    QUESTO E’ UN MESSAGGIO DI ODIO, ED E’ UN MESSAGGIO CATTIVO E PERICOLOSO.

    Dietro ci sono forze occulte deviate, che vogliono distruggere l’ umanità intera. Tutte le guerre di questo mondo sono state programmate, da questi signori.

    La massoneria nasce sei mila anni fa. Il Risorgimento era pieno di ” illuminati.” Giosuè, premio nobel,era un ” MAESTRO muratore” del 33 grado, scrisse un poema, al principe della sconfitta: ” INNO A SATANA ”

    Rafeluzzzzzzu, dal primo, gennaio 2013, è nato il fratello del trattato MES, si chiama ” Fiscal Compact “, l’ articolo, di cui sotto, ne parla… , in sintesi è un MOSTRO, UNA SCIAGURA… .

    Leggiti, questo articolo :

    ” C’era il Bilderberg dietro alle stragi impunite, quelle degli “anni di piombo”. Lo rivela Ferdinando Imposimato, che da magistrato inquirente si occupò dei casi più scottanti, dal rapimento Moro all’attentato al Papa.

    A “inciampare” nella potentissima lobby politico-finanziaria mondiale, oggi accusata di pilotare l’euro-crisi per restituire il potere assoluto alle élite planetarie amputando la nostra sovranità democratica col ricatto del debito, fu il giudice Emilio Alessandrini, assassinato dai terroristi di “Prima Linea” nel 1979.

    Impegnato nelle indagini su piazza Fontana, Alessandrini “scoprì” il ruolo dell’allora oscuro Bilderberg trent’anni prima che il grande pubblico venisse a conoscenza della sua esistenza. Il più esclusivo club finanziario mondiale era direttamente responsabile delle stragi e della strategia della tensione, sostiene oggi Imposimato, che ha scovato documenti inediti, pubblicati nel libro “La Repubblica delle stragi impunite”.

    Una rivelazione-choc, quella del presidente onorario della Corte di Cassazione: «La verità è ormai chiara: ci sono state complicità dello Stato, o di frammenti dello Stato, con la mafia e col terrorismo nero, e con la massoneria».

    Elementi «che erano poi fusi e armonizzati in questa organizzazione, manovrata dalla Cia», che in Italia si chiama Gladio e all’estero “Stay Behind”. Fino a ieri sarebbe stata fantascienza, aggiunge Imposimato, ma ormai si tratta di fatti accertati, e il problema è che “Stay Behind” esiste ancora.

    Negli anni ’70, «serviva a impedire la dinamica politica», cioè frenare lo spostamento dell’elettorato verso la sinistra. Attentati, bombe, stragi. «Hanno fatto tutto questo non per destabilizzare lo Stato, ma per rafforzare il potere: destabilizzare l’ordine pubblico per stabilizzare il potere politico». In tribunale è finita la manovalanza, ma i “mandanti” sono spesso rimasti nell’ombra. Specie quelli più insospettabili: i super-finanzieri del Gruppo Bilderberg.

    Per la verità, nel Bilderberg si era imbattuto Emilio Alessandrini, in un documento del 1967 che Imposimato ha «ritrovato miracolosamente» e pubblicato nel suo libro sulle stragi impunite. Della famigerata cupola finanziaria si parla solo da qualche anno, da quando cioè la crisi planetaria è precipitata.

    Nel gruppo militano esponenti di primissimo piano dell’economia, della finanza e della grande industria, inclusi alcuni campioni della tecnocrazia europea come Monti e Draghi, già impegnati nelle nefaste strategie della Goldman Sachs. ( MONTI, CHE VISO DA GALANTUOMO, FA VEDERE, CHE GRAN SIGNORE… )

    Se il governatore della Bce fa parte anche del “Gruppo dei 30”, massima lobby planetaria che infiltra le sedi intergovernative per influire sulla legislazione bancaria, Mario Monti è stato un dirigente della Commissione Trilaterale, il super-vertice permanente del potere mondiale in cui siedono gli uomini più influenti di Usa, Europa e Giappone.

    Totalmente in ombra, invece, il Bilderberg: persino l’ultima riunione a Roma è rimasta avvolta nella riservatezza, nonostante l’imbarazzo di molti vip italiani – da Monti in giù – dopo dopo la pubblicazione dei loro nomi da parte di “Dagospia.

    Può darsi pure che qualcuno di loro non sappia nulla – ammette Imposimato – però il Bilderberg fa queste cose qua. Cioè: governa il mondo e le democrazie in modo invisibile, in modo da condizionare il loro sviluppo democratico».

    Clamorosa la portata del documento che Imposimato ha scovato, tra le carte di Alessandrini: «Il Bilderberg scrive che è uno dei responsabili della strategia della tensione, e quindi anche delle stragi». Letteralmente: «Il Bilderberg responsabile delle stragi». Imposimato, osserva Simone Santini in un intervento per “Clarissa” ripreso da “Megachip”, «delinea il quadro di una verità storica ormai accertata ma, è necessario dirlo, che si fatica a tradurre in azioni politiche per affrontare il sistema di potere ancora vigente in Italia».

    E così, aggiunge Santini, «l’“io so” pasoliniano appare esemplificato in maniera cristallina», grazie alla tenacia di un uomo come Imposimato e al coraggio di Alessandrini, che arrivò al Bilderberg più di trent’anni fa.

    Niente di nuovo, peraltro, rispetto allo spietato memorandum stilato all’inizio degli anni ’70 dall’avvocato americano Lewis Powell, che la Camera di Commercio degli Stati Uniti incaricò di organizzare la storica riscossa del grande capitale e restituire il potere alle élite dopo due secoli di rivolte, rivoluzioni e riforme democratiche.

    «In confronto – dice Paolo Barnard – persino la mafia rappresenta una minaccia minore: le mafie sono anzi una semplice funzione di quel potere». Obiettivo: revocare i diritti del lavoro svuotando la democrazia. Come? «Disabilitando i sindacati e i partiti di sinistra», ormai ridotti a stampelle del potere unico che domina l’Occidente, e che in Europa è incarnato dalla Commissione Europea.

    Con Maastricht, si toglie agli Stati la sovranità monetaria, col Trattato di Lisbona si neutralizzano le Costituzioni democratiche nate dall’antifascismo, e col Fiscal Compact e il pareggio di bilancio si disarma completamente ogni governo, ormai costretto a spremere i cittadini con le tasse tagliando welfare, servizi sociali, pensioni, stipendi, diritti, scuole e ospedali. Fino al caso-limite dell’Italia “commissariata” da Monti, che esegue gli ordini del super-potere.

    ( AVETE CAPITO, COSA PORTA IL NUOVO TRATTATO, FISCAL COMPACT, CHE FORSE I NOSTRI PARLAMENTARI, NON CONOSCONO .

    IL GENIO , CHE CAPISCE TANTO, MA TANTO, DI POLITICA, E’ MASSIMO D’ ALEMA. EGLI SA TUTTO, PURTROPPO LA MAGGIOR COLPA E’ SUA… .

    E’ COLTISSIMO, FREDDO ED E’ ” INVULNERABILE “.

    AMO LA SUA CULTURA, LA SUA INTELLIGENZA E LA SUA CONOSCENZA, CRETEMI E’ IL PIU’ FORTE.

    PERO’, NON AMO LA SUA ANIMA E LA SUA ” POESIA…. . ” QUESTO MI DISPIACE, VERAMENTE, PERCHE’ D’ ALEMA E’ UN VERO TALENTO. FIDATEVI. SCUSATE L’ INTERRUZIONE)

    Quello che ancora non si sapeva è che il massimo salotto mondiale della finanza, il Bilderberg, non esitò a farsi complice della strategia della tensione, seminando sangue innocente nelle piazze italiane.

    Già allora erano loro, i professionisti della paura, a terrorizzare i cittadini che si erano illusi che il benessere dello stato sociale e i diritti del lavoro fossero acquisiti una volta per tutte. Errore: il “vero potere” aveva dichiarato guerra alla democrazia, ed era pronto a tutto.

    Caduto il Muro di Berlino, l’accelerazione si fa drammatica: spazzata via con Tangentopoli la vecchia classe dirigente, anche l’Italia entra docilmente nel recinto dell’Eurozona, il capolavoro egemonico della grande finanza che sogna la privatizzazione degli Stati e dei beni comuni.

    A quanto pare, il piano prosegue senza intoppi: l’Italia ha di fronte un collasso storico, imposto dalla maxi-stangata del Fiscal Compact, ma sembra che il pericolo venga completamente ignorato da centrodestra e centrosinistra, le comparse che si candidano alle elezioni.

    E le uniche due forze di opposizione – Grillo e Ingroia – preferiscono parlare di anticasta e antimafia. Sicché, non si vede come il voto di febbraio possa minimamente disturbare gli architetti del “massacro sociale”. Un piano che viene da lontano: addirittura, come rivela Imposimato, dal 1967. ”

    “Attenzione, Grillo, non è l’ opposizione, anzi, l’ opposizione, non è mai esistita. L’ opposizione se ci fosse, sarebbe l’ amore, l’ onestà, la sapienza, il bene, la sovranità dei cittadini, la formazione del pensiero, ecc. ecc..

    TUTTO QUESTO NON ESISTE.

    ESISTE LA MENZOGNA ED IL FURTO.

    LORO NON SANNO CHE COSA E’ LA POLITICA E NON SANNO CHE COSA L’ OPPOSIZIONE.

    LA POLITICA LA CONOSCEVA, ARISTOTELE…. . PER SALVARCI DOBBIAMO RITORNARE, AL PENSIERO E ALL’ INSEGNAMENTO DELL’ ANTICA GRECIA, SE E’ POSSIBILE, RECITARE, ANCHE QUALCHE PREGHIERA.

    Casaleggio fa parte dell’ associazione di Monti.”

  13. Alla fine del post, invece di scrivere SOCRATE, ho scritto Aristotele.

  14. Eperchè pensi che io abbia deto che bisogna ammazzare almeno un politico al giorno ? Caro Luigggione aveveo 14 anni quanto ho visto lo scempio di tutto quello che il futuro ci avrebbe riservato……

  15. Caro amico Rafeluzzzzzu, sono contento, che a 14 anni eri un sommo veggente. Adesso che sei vicino ai 60 anni e il tuo essere metafisico, è diventato, più magico e come dice Bruno ; ” siamo, esploratori, di altri mondi interiori” ; ti chiedo, che fine farà l’ Europa e GLI INVISIBILI ? ;

    VINCERANNO SUGLI UOMINI E SUI FIGLI DI DIO, RESI INUTILI, INCAPACI E STERILI, DA QUESTI CRIMINALI, OPPURE DOPO TANTE BATTAGLIE E TANTI DOLORI, VERRANNO SCONFITTI, DAGLI ILLUMINATI, DEL BENE ? SE ESISTONO ?

    Rafelù, è inutile che ci nascondiamo, dietro un dito, il cielo, piace a tutti : anche a chi lo rinnega .

  16. Buon Giorno Carissimo Luigggione 😀

    ognuno possiede già le sue verità celate ed immortalate nel proprio cuore…. anche se è innegabile che spesso la mente si rifiuta di accettarle tutto ciò che non ricade nel suo piano razionale che agisce solo in superficie…. La mia covante ribelle guerriera immortale natura ancora deve risvegliarsi (diciamo che ancora sono ad uno stadio quasi infantile) perchè in questa vita oltre ai mie giusti doveri esserici, ho anche una finalità da raggiungere……….. dal custode della terra che da tanto tempo l’ha tenuta assai cara così come mascherandola assai paurosa, riesumare e far volare la mia interstellare distruttrice / pacificatrice equilibrante “dir-lin-da-na” ……. Tu non sai cosa si nasconde dietro queste strane insensate rovesciate cripte parole…. ma nel tempo più proprizio capirai a cosa mi riferivo e forse solo allora capirai anche il perché di tante mie strane assurdità 😀

    Non per è giustificarmi perché alla fine ognuno deve essere responsabile sia dalle implicanze dei propri pensieri sia dalle implicanze delle proprie azioni……

    A 14 anni non è stata una forma di veggenza che mi a permesso di vedere oltre l’ordinario… ma uno spontaneo predestinato volo cosciente nello spazio/tempo che mi aveva permesso di rivedere molte innumerevoli parti della mia già vissuta trascorsa vita , così’ come anche parte di quello che il futuro mi avrebbe riservato.. E’ per questo che allora avevo inconsciamente chiuso quella porta rilegandola nel profondo buio dell’oblio della memoria

    Forse, da questo momento, non giustificherò più niente del mio sentire e del mio capire….

  17. Rafeluzzzzzzzu, Rafeluzzzzzzu, Rafeluzzzzzzzuu sei il più grande, in assoluto. Sei il principe dei voli esoterici.

    Rafelù, mi hai detto che a 14 anni, non è stata una forma di veggenza, ma un volo cosciente. E mi trovi d’ accordo. Però, adesso voli, non ne fa più… ?

    Insomma, secondo te, ti chiedo, i cittadini, l’ Europa e i muratori che fine faranno ? Andremo all’ inferno, oppure vinceremo l’ inferno ?

    Lascia stare, l’ assetto magico, dai una risposta politica. Anche se la tua ricetta, non coincide, col sapere degli altri, non vuol dir nulla.

    Non siamo mica a scuola ?Qui siamo nel regno di anima, dove ognuno cerca, di trovare un frammento, di se stesso, che vuol dire serenità.

    Rafeluzzzzzo, saracino del mio cuore, non hai capito che tutta l’ ascesi spirituale, tutta la ricerca interiore e tutta la psicoanalisi SERVONO A QUESTO.

    La pace, con se stessi, non coincide, con l’ inferno… .

    LA PACE, CON SE STESSI, VINCE L’ INFERNO. E’ COSI’, ANCHE SE MOLTI, FANNO FINTA DI NON CAPIRE.

  18. “La guerra dei poveri” è quello che vogliono i detentori del potere e faranno di tutto per attualizzarla così come già si sta delineando… ma, ma, ma, ma per evitare lo scempio finale……..Il Cristo ritornerà ed ai malevoli regnanti con tutta la loro cerchia di corrotti malavitosi lecchini,gli farà un culo così grosso che se lo ricorderanno per almeno 1000 anni….

  19. Buona sera al Prof. Mister, La Porta e al suo fedele, nobile e luminoso staf. Ciao Michelucccccio… .

  20. Ciao Innooooooooooooooo

  21. …Allora basta uscire fuori dalle righe per essere liberi dalla schiavitù del denaro, che circola con noi o viene traslato al posto nostro. Bene, dopo secoli di schiavitù, e di dipendenza dal progresso, un ritorno alla natura, e alla mensa della Caritas, è possibile. Inoltre non pagherò più il servizio sanitario nazionale per chiunque non abbia pagato le tasse: le leggi Americane mi fanno un baffo! Il mio cane sarà contento: un po’ meno per non poter lui uscire fuori dalle righe. Ma nessuno potrà usare quel voto, che ho nascosto sotto il mattone, al posto mio.

  22. L’ articolo, di cui sotto, non porta gioia, non porta amore, ma soprattutto non porta armonia e serenità, alla nostra anima. Visto i tempi e gli eventi… .

    Però, non leggere fatti importanti della nostra storia, non vuol dire, che abbiamo risolto i nostri problemi, abbiamo trovato la pace e l’ armonia.

    La pace e l’ armonia si conquistano con il sapere. Quando l’ uomo è di fronte ad una tragedia, non si deve far travolgere dall’ evento, ma bisogna attaccarla ferocemente, per vincerla.

    Se non reagisci davanti ad una catastrofe, ti distrugge e ti porta nel regno della sofferenza, del suicidio e della morte.

    Rafeluzzzzzzzzzu, detto, il grande, il magico, il mitologico, il guerriero, il risorto, lo storico, il reincarnato, l’ immortale, etc.etc. scrive :” IL FUOCO SI DEVE COMBATTERE COL FUOCO” . Significa che non ci dobbiamo far bruciare ? Non so se sia esatta l’ interpretazione…. . Chiedo scusa…., ! Sto Rafeluzzzzzzzu…. .

    Il piano Kalergi: il genocidio dei popoli europei

    L’immigrazione di massa è un fenomeno le cui cause sono tutt’oggi abilmente celate dal Sistema e che la propaganda multietnica si sforza falsamente di rappresentare come inevitabile. Con questo articolo intendiamo dimostrare una volta per tutte che non si tratta di un fenomeno spontaneo. Ciò che si vorrebbe far apparire come un frutto ineluttabile della storia è in realtà un piano studiato a tavolino e preparato da decenni per distruggere completamente il volto del Vecchio continente.

    LA PANEUROPA
    Pochi sanno che uno dei principali ideatori del processo d’integrazione europea fu anche colui che pianificò il genocidio programmato dei popoli europei. Si tratta di un oscuro personaggio di cui la massa ignora l’esistenza, ma che i potenti considerano come il padre fondatore dell’Unione Europea. Il suo nome è Richard Coudenhove Kalergi. Egli muovendosi dietro le quinte, lontano dai riflettori, riuscì ad attrarre nelle sue trame i più importanti capi di stato, che si fecero sostenitori e promotori del suo progetto di unificazione europea.[1]

    Nel 1922 fonda a Vienna il movimento “Paneuropa” che mira all’instaurazione di un Nuovo Ordine Mondiale basato su una Federazione di Nazioni guidata dagli Stati Uniti. L’unificazione europea avrebbe costituito il primo passo verso un unico Governo Mondiale.

    Con l’ascesa dei fascismi in Europa, il Piano subisce una battuta d’arresto, e l’unione Paneuropea è costretta a sciogliersi, ma dopo la Seconda Guerra Mondiale Kalergi, grazie ad una frenetica e instancabile attività, nonché all’appoggio di Winston Churchill, della loggia massonica B’nai B’rith e di importanti quotidiani come il New York Times, riesce a far accettare il suo progetto al Governo degli Stati Uniti.

    L’ESSENZA DEL PIANO KALERGI

    Nel suo libro «Praktischer Idealismus», Kalergi dichiara che gli abitanti dei futuri “Stati Uniti d’Europa” non saranno i popoli originali del Vecchio continente, bensì una sorta di subumanità resa bestiale dalla mescolanza razziale. Egli afferma senza mezzi termini che è necessario incrociare i popoli europei con razze asiatiche e di colore, per creare un gregge multietnico senza qualità e facilmente dominabile dall’elite al potere.

    «L’uomo del futuro sarà di sangue misto. La razza futura eurasiatica-negroide, estremamente simile agli antichi egiziani, sostituirà la molteplicità dei popoli, con una molteplicità di personalità. [2]

    Ecco come Gerd Honsik descrive l’essenza del Piano Kalergi

    Kalergi proclama l’abolizione del diritto di autodeterminazione dei popoli e, successivamente, l’eliminazione delle nazioni per mezzo dei movimenti etnici separatisti o l’immigrazione allogena di massa. Affinchè l’Europa sia dominabile dall‘elite, pretende di trasformare i popoli omogenei in una razza mescolata di bianchi, negri e asiatici.

    A questi meticci egli attribuisce crudeltà, infedeltà e altre caratteristiche che, secondo lui, devono essere create coscientemente perché sono indispensabili per conseguire la superiorità dell‘elite.

    Eliminando per prima la democrazia, ossia il governo del popolo, e poi il popolo medesimo attraverso la mescolanza razziale, la razza bianca deve essere sostituita da una razza meticcia facilmente dominabile. Abolendo il principio dell’uguaglianza di tutti davanti alla legge e evitando qualunque critica alle minoranze con leggi straordinarie che le proteggano, si riuscirà a reprimere la massa.

    I politici del suo tempo diedero ascolto a Kalergi, le potenze occidentali si basarono sul suo piano e le banche, la stampa e i servizi segreti americani finanziarono i suoi progetti. I capi della politica europea sanno bene che è lui l’autore di questa Europa che si dirige a Bruxelles e a Maastricht. Kalergi, sconosciuto all’opinione pubblica, nelle classi di storia e tra i deputati è considerato come il padre di Maastricht e del multiculturalismo.

    La novità del suo piano non è che accetta il genocidio come mezzo per raggiungere il potere, ma che pretende creare dei subumani, i quali grazie alle loro caratteristiche negative come l’incapacità e l’instabilità, garantiscano la tolleranza e l’accettazione di quella “razza nobile”. [3]

    DA KALERGI AI NOSTRI GIORNI

    Benché nessun libro di scuola parli di Kalergi, le sue idee sono rimaste i principi ispiratori dell’odierna Unione Europea. La convinzione che i popoli d’Europa debbano essere mescolati con negri e asiatici per distruggerne l’identità e creare un’unica razza meticcia, sta alla base di tutte le politiche comunitarie volte all’integrazione e alla tutela delle minoranze. Non si tratta di principi umanitari, ma di direttive emanate con spietata determinazione per realizzare il più grande genocidio della storia.

    In suo onore è stato istituito il premio europeo Coudenhove-Kalergi che ogni due anni premia gli europeisti che si sono maggiormente distinti nel perseguire il suo piano criminale. Tra di loro troviamo nomi del calibro di Angela Merkel o Herman Van Rompuy.

    La Società Europea Coudenhove-Kalergi ha assegnato alla Cancelliera Federale Angela Merkel il Premio europeo nel 2010

    Il 16 novembre 2012 è stato conferito al presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy il premio europeo Coudenhove-Kalergi 2012 durante un convegno speciale svoltosi a Vienna per celebrare i novant’anni del movimento paneuropeo. Alla sue spalle compare il simbolo dell’unione paneuropea: una croce rossa che sovrasta il sole dorato, simbolo che era stato l’insegna dei Rosacroce.

    L’incitamento al genocidio è anche alla base dei costanti inviti dell’ONU ad accogliere milioni di immigrati per compensare la bassa natalità europea. Secondo un rapporto diffuso all’inizio del nuovo millennio, gennaio 2000, nel rapporto della “Population division” (Divisione per la popolazione) delle Nazioni Unite a New York, intitolato: “Migrazioni di ricambio: una soluzione per le popolazioni in declino e invecchiamento, l’Europa avrebbe bisogno entro il 2025 di 159 milioni di immigrati.

    Ci si chiede come sarebbe possibile fare stime così precise se l’immigrazione non fosse un piano studiato a tavolino. È certo infatti che la bassa natalità di per sé potrebbe essere facilmente invertita con idonei provvedimenti di sostegno alle famiglie.

    È altrettanto evidente che non è attraverso l’apporto di un patrimonio genetico diverso che si protegge il patrimonio genetico europeo, ma che così facendo se ne accelera la scomparsa.

    L’unico scopo di queste misure è dunque quello di snaturare completamente un popolo, trasformarlo in un insieme di individui senza più alcuna coesione etnica, storica e culturale. In breve, le tesi del Piano Kalergi hanno costituito e costituiscono tutt’oggi il fondamento delle politiche ufficiali dei governi volte al genocidio dei popoli europei attraverso l‘immigrazione di massa. G. Brock Chisholm, ex direttore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), dimosta di avere imparato bene la lezione di Kalergi quando afferma:

    «Ciò che in tutti i luoghi la gente deve fare è praticare la limitazione delle nascite e i matrimoni misti (tra razze differenti), e ciò in vista di creare una sola razza in un mondo unico dipendente da un’autorità centrale» [4]

    CONCLUSIONE

    Se ci guardiamo attorno il piano Kalergi sembra essersi pienamente realizzato. Siamo di fronte ad una vera terzomondializzazione dell’Europa. L’assioma portante della “Nuova civiltà” sostenuta dagli evangelizzatori del Verbo multiculturale, è l’adesione all’incrocio etnico forzato.
    Gli europei sono naufragati nel meticciato, sommersi da orde di immigrati afro-asiatici. La piaga dei matrimoni misti produce ogni anno migliaia di nuovi individui di razza mista: i “figli di Kalergi”.

    Sotto la duplice spinta della disinformazione e del rimbecillimento umanitario operato dai mezzi di comunicazione di massa si è insegnato agli europei a rinnegare le proprie origini, a disconoscere la propria identità etnica.

    I sostenitori della Globalizzazione si sforzano di convincerci che rinunciare alla nostra identità è un atto progressista e umanitario, che il “razzismo” è sbagliato, ma solo perché vorrebbero farci diventare tutti come ciechi consumatori. È più che mai necessario in questi tempi reagire alle menzogne del Sistema, ridestare lo spirito di ribellione negli europei. Occorre mettere sotto gli occhi di tutti il fatto che l’integrazione equivale a un genocidio. Non abbiamo altra scelta, l’alternativa è il suicidio etnico.

    (Gerd Honsik, “Il Piano Kalergi”)

  23. Carissimo Luiggggggione unendomi al tuo pensiero! è proprio vero che certe verità fanno anche male, ma è anche vero che solo le verità ci possono aiutare con quelle giuste conoscenze a superare l`ignoranza indotta che ci ha privato di conoscere il vero fuoco interiore. Il fuoco esteriore alimentato apposta si può contrarre solo con il divino fuoco interiore. Ma è anche verso che prima è necessario conoscere le forze opposte per poi bilanciare e trasformarle in vere forze creative. 😀

  24. Luigggi & Raffaele, vi leggo con estremo piacere… ! Buon fine settimana a tutti 😉

  25. Ciao, Rafeluzzzzzzu grande extraterrestre e ciao a Giusepppppone. La mia anima si associa alla vostra…, però senza voli astrali…, per carità, sono rimasto, all’ antica, mi piace viaggiare con la carrozza e l’ asino… . Chiamatemi, fesso…. .

    Politici muti: pagati e ricattati dalla mafia della finanza

    Mps, tangenti, Finmeccanica? Sono solo la vetta dell’iceberg, che spesso esplode – a orologeria – col pretesto puntuale della corruzione, grazie a dossier tenuti nel cassetto per il momento opportuno: vedi la liquidazione improvvisa di Di Pietro e della Lega, anch’essa travolta da strani scandali, e persino le intimidazioni che, da Siena, minacciano il Pd: guai a sgarrare, a deviare dall’agenda Monti.

    E’ la mafia, bellezza: e tu non puoi farci niente. Lo sostiene un economista europeo come il professor Bruno Amoroso. La mafia di cui parla è quella della finanza, che adotta gli stessi metodi di Cosa Nostra: usa i politici, li compra, li ricatta e li fa fuori quando non servono più o, addirittura, quando minacciano gli affari. Il grande business? Aver permesso di inquinare, con “titoli spazzatura”, il portafoglio delle banche.

    Ricostruzione-choc: i nostri politici sono tutti sotto ricatto, perché hanno accettato – a suon di miliardi – di svendere il sistema bancario alla finanza tossica, senza protestare.

    Un virus nato negli Usa, che ha infettato le banche europee. Fino all’assurdo finale dell’euro, la moneta che pretende di governare un continente: «Essere Giuseppe Mussari addirittura governati direttamente da una banca, in questo caso la Bce, è un’idea da ospedale psichiatrico: è la moneta che deve servire noi, non viceversa».

    Così, mentre la politica continua la sua recita ipocrita, fingendo di litigare sul nulla, la finanza si è già mangiata la nostra economia: «In pochi anni, il rapporto tra economia reale ed economia finanziaria è diventato non più confrontabile», dice Amoroso a Perugia, presentando il libro-denuncia di Raffaele Ascheri sull’uomo del Montepaschi (“Giuseppe Mussari, una biografia non autorizzata”).

    Il problema? E’ ormai sotto gli occhi di tutti: «C’è una massa monetaria in giro per il mondo ottenuta grazie alla globalizzazione, quindi ai famosi processi di liberalizzazione e privatizzazione, che ha creato una montagna finanziaria che oggi domina l’economia e non solo», afferma Amoroso nel suo intervento, ripreso da “Megachip”.

    Denaro virtuale, ottenuto con denaro: «Questo naturalmente ha una storia: tu parti da Nixon e arrivi ad Obama». Ma, in parallelo, «quello che è successo negli Stati Uniti è successo in tutta Europa, anche in Italia». E quello che è accaduto è semplice, dice Amoroso: «L’economia finanziaria ha prodotto sempre di più prodotti finanziari che gli economisti, con terminologia tecnica, nella letteratura economica chiamano “titoli spazzatura”».

    Ce ne sono vari tipi: dai cosiddetti “titoli ninja”, «creati per suicidarsi, coinvolgendo in cose strambe chi li detiene stabilmente», fino ai “titoli al neutrone”, ispirati dal nome della bomba che ammazza le persone ma risparmia gli edifici. Difatti: «I “titoli al neutrone” hanno fatto fallire i Clintonpossessori di casa, a partire dagli Stati Uniti, per arrivare a noi». Hanno quest’effetto: «Distruggono l’economia delle persone ma lasciano intatti gli immobili di cui poi le banche si appropriano».

    L’economia finanziaria ha preso il controllo del potere, quello economico e poi anche quello politico. E’ accaduto anche in Italia, naturalmente, grazie all’uomo chiave del super-potere finanziario anglosassone: Mario Draghi.

    Tutto comincia nel 1971, quando gli Usa riformano il sistema bancario e danno il via libera alle banche d’affari. Il colpo di grazia arriva negli anni ’90 con Bill Clinton, che liberalizza i mercati finanziari, padroni a quel punto di creare impunemente i famosi “titoli spazzatura”.

    Quella legislazione «viene di sana pianta importata in Italia», dove Draghi, prima impegnato alla Banca Mondiale, nel 1991 «diventa improvvisamente direttore generale al Tesoro».

    Da quella posizione, Draghi «promuove la privatizzazione di tutte le banche italiane». Nascono così le grandi banche d’affari come Intesa, Unicredit e Montepaschi. «Sono queste le banche che sono state veicolo dei “titoli spazzatura”».

    E chi scelse Draghi come “cavallo di Troia” per promuovere il processo di privatizzazione? «Goldman Sachs, la Lehman Brothers e la svizzera Ubs».

    Terminato quel decennio, dopo aver operato ufficialmente come “servitore dello Stato”, Draghi «ha quindi tutti i dati sensibili in mano», dunque «conosce tutto sul nostro sistema bancario che lui ha creato». E cosa fa? «Va a lavorare, senza colpo ferire, alla Goldman Sachs». Dal 2002 al 2005, diventa il manager della Goldman Sachs per l’Europa, «nel silenzio totale di tutti, dei politici (destra, sinistra) e degli istituti di controllo».

    E poi dove va? In pensione, carico di miliardi? Macché. Nel 2006 diventa governatore della Banca d’Italia, cioè «l’istituto di sorveglianza di tutto il sistema del credito». Ovviamente “non si accorge” che in quegli anni, proprio attraverso la Goldman Sachs, sono arrivate valanghe di “titoli spazzatura” nella pancia delle banche italiane. «Però lui, il “sorvegliatore”, non lo sa».

    Cade dalle nuvole, infatti, quando scoppia la grande crisi finanziaria del 2008. L’anno seguente, nella sua relazione, ammette: il crac mondiale ha tolto 5 punti di DraghiPil all’Italia, provocando il crollo di un’economia che «veniva da una crescita tra le più alte d’Europa».

    Che fare, a quel punto? Semplice: congelare subito i super-profitti alle banche, bloccare i favolosi bonus dei dirigenti bancari e sequestrare tutti i titoli, cercando di identificare le banche inquinate dalla “spazzatura”, per poi magari fare causa anche al governo Usa, che quei crediti aveva garantito.

    Figuriamoci. «Draghi disse: siccome ci hanno rubato 5 punti di Pil, dobbiamo riformare il mercato del lavoro, tagliare pensioni e sanità, riformare la scuola». Ma che c’entrano il lavoro, la scuola, la sanità e le pensioni con la truffa dei banchieri-spazzatura?

    La politica, quella che avrebbe dovuto “battere i pugni”, ha semplicemente obbedito: governo Monti, riforma Fornero, silenzio-assenso (e voti a favore, in aula) da Pd e Pdl, i cantori del “voto utile”, rimasti muti di fronte al suicidio economico-sociale dell’Italia: prima la devastazione delle banche, poi quella del paese.

    Lo ha spiegato bene Paolo Barnard: Elsa Fornero lavora dal 1999 per il settore pensionistico privato. Il miglior business? Ovvio: demolire il settore pubblico, anche la scuola e la sanità. La crisi fa esplodere i fatturati degli sciacalli, è il loro affare d’oro: spremere la classe media, che si rifugia nel settore privato dopo che quello pubblico è stato terremotato.

    Dal maggio 2011, intanto, l’inarrestabile Draghi è alla Bce. Super-poltrona dalla quale «comincia a riacquistare, anche dalle banche italiane, i “titoli spazzatura” in cambio di denaro contante». Tecnicamente: «Sta facendo un riciclaggio, e con lui il sistema finanziario sta facendo il riciclaggio dei “titoli spazzatura” che la Goldman Sachs ha esportato in Europa e anche in Italia, e che noi oggi paghiamo per riciclarli, cosicché poi nessuno riesca neanche più ad identificarli».

    Ma non era la mafia, almeno dei film, a fare questo lavoro sporco? Questa, conclude Amoroso, è una mafia ben più potente. Che infiltra le istituzioni e usa politici, partiti e banche, attraverso l’enorme ricatto del potere che viene dal denaro. Lo spiega bene il caso Mps. Ma Amorosoattenzione: siamo tutti in pericolo, perché «in tutte le banche italiane ci sono queste bombe a orologeria».

    Domanda: perché, su questo, la politica tace? «Quello che a me sorprende – dice Amoroso –è che in Italia non ci si chieda come mai, nel corso degli ultimi 15-20 anni, sono stati rovesciati fiumi di denaro sulla politica». C’è una ragione, ovviamente: «Perché poi, questi fiumi di denaro dati ai politici e alla politica, non è che sono venuti di nascosto».

    Macché, «erano trasparenti, sono stati fatti attraverso le leggi, i regolamenti, e nessuno è intervenuto». Nessuno: «Non è intervenuto il Capo dello Stato, non sono intervenuti la Ragioneria, la Corte dei Conti». Il veleno è penetrato nel più assoluto silenzio, e quel silenzio è stato pagato profumatamente. «E’ stato fatto perché i politici non vedessero, non sentissero, non parlassero. In questo modo è stato acquisito un consenso: anche per questo, in questi vent’anni, sono state fatte le cose più ignobili».

    E oggi, mentre queste bombe ad orologeria scoppiano, «i politici tacciono, non fanno nulla». Perché? «Perché i corruttori sanno bene dove stanno i soldi che hanno dato ai corrotti, ed ecco che inizia il gioco sporco».

    Esempio: il Carroccio. «La Lega rompe le scatole, fa i capricci perché non vuole più sostenere il “governo della finanza”? La decapitano». Stessa sorte è riservata a chi si mette su quella strada: «Nel momento in cui un personaggio – a me non simpatico, tra l’altro di destra, come Di Pietro – comincia a fare i capricci, che fanno?

    Lo mettono sulla graticola». Rischia persino l’obbediente Pd: nel momento in cui il partito di Bersani ha anche solo «qualche dubbio amletico», fuori tempo massimo, e «pronuncia qualche parola in difesa degli interessi dei cittadini, dei lavoratori, degli Bersani, Bossi e Di Pietroimprenditori», ecco che scatta la minaccia, attraverso il crac di Siena: state attenti, perché altrimenti toccherà anche a voi.

    «Abbiamo una politica che non solo istituzionalmente è dipendente dalla Banca Centrale Europea, che poi è la finanza statunitense, ma abbiamo una situazione in cui la politica è sotto ricatto perché è stata corrotta attraverso un processo sistematico», denuncia Amoroso.

    «Si è creato un sistema di potere collusivo, fatto di ricatti, di pressioni – un sistema che ci fa capire anche la vicenda Finmeccanica». Premessa: «Un paese che si butta nell’industria di guerra è chiaro che entra nei meccanismi più perversi della corruzione».

    Eppure, «certe magagne vengono fuori nel momento in cui bisogna dare dei segnali forti, perché il “governo della finanza” altrimenti non vince le elezioni: questo è il caso italiano, ma avviene dappertutto». Per questo, il caso del Monte dei Paschi di Siena «aiuta a capire questi meccanismi», perché spiega «come funziona questo blocco di potere nuovo, dominante, che si è formato». Mette in luce «i suoi aspetti più odiosi, più Totò Riinabiechi». Metodi antichi, in realtà, direttamente «mutuati» da un’organizzazione non proprio nata oggi: la mafia.

    «Voi sapete – aggiunge Amoroso – che la mafia iniziò la sua espansione coi palazzinari, poi col business dell’agricoltura, poi con quello della droga». Oggi c’è la finanza, ma la musica non cambia: «Ogni volta che la mafia ha cambiato strategia che faceva? Faceva arrestare tutti quelli del vecchio gruppo dirigente».

    Naturalmente, «ogni volta che è successo che hanno arrestato tutti i capi della mafia, in realtà stavano ripulendo un giro di dirigenti, perché l’arresto di Riina è la fine della mafia della droga, che segna l’inizio della mafia della finanza».

    Testualmente: «La mafia della finanza è quella che oggi sta in sella e naturalmente elimina i personaggi un po’ sporchi e che si ostinano a voler guadagnare in forme che non sono moderne, che non fanno più parte delle cosche vincenti del potere». Trasferite questo tipo di analisi, dice Amoroso – questo rinnovo dirigenziale delle organizzazioni criminali – a quello che sta succedendo anche nella politica italiana: «E’ chiaro che c’è dietro un bel disegno di potere che va avanti abbastanza indisturbatamente».

    (LIBREIDEE)

  26. Le frasi di sei premi Nobel dell’Economia contro l’euro – Sole24ore

    James Mirrless (Nobel 1996): “Non mi permetto di suggerire politiche per mutare la situazione attuale e mi sento a disagio nel fare raccomandazioni altisonanti, perché non ho avuto il tempo di valutarne le conseguenze. Però, guardando dal di fuori, dico che non dovreste stare nell’euro, ma uscirne adesso.”

    Christopher Pissarides (Nobel 2010): “La situazione attuale non è sostenibile ancora per molto. E’ necessario abolire l’Euro per creare quella fiducia che i Paesi membri una volta avevano l’uno nell’altro.”

    Paul Krugman (Nobel 2008):”Adottando l’Euro, l’Italia si è ridotta allo stato di una nazione del Terzo Mondo che deve prendere in prestito una moneta straniera, con tutti i danni che ciò implica”

    Joseph Stiglitz (Nobel 2001): “Questa crisi, questo disastro è artificiale e in sostanza questo disastro artificiale ha quattro lettere: l’euro”.

    Amartya Sen (Nobel 1998): “L’euro è stato un’idea orribile. Lo penso da tempo. Un errore che ha messo l’economia europea sulla strada sbagliata. Una moneta unica non è un buon modo per iniziare a unire l’Europa.”

    Milton Friedman (1976): ”La spinta per l’Euro è stata motivata dalla politica, non dall’economia. Lo scopo è stato quello di unire la Germania e la Francia così strettamente da rendere una possibile guerra europea impossibile, e di allestire il palco per i federali Stati Uniti d’Europa. Io credo che l’adozione dell’Euro avrà l’effetto opposto. Esacerberà le tensioni politiche convertendo shock divergenti che si sarebbero potuti prontamente contenere con aggiustamenti del tasso di cambio in problemi politici di divisioni
    ———————————————————————————————

  27. il piacere di sentire la tua preziosa saggia voce è anche mio Carissimo Giuseppe 😀

  28. Secondo me, l’ Illustre, Famoso, Sapiente, PROF. MARIO MONTI è stato in assoluto, il miglior Premier, della Storia, della repubbbbbblica italiana.

    Il popolo italiano non poteva avere di meglio. Scherziamo ?

    La sua discesa, in politica , ha fatto risorgere l’ Italia, dall’ euro, dalla disocccccupazione, dai suicidi, quasi tutti i giovani e meno giovani hanno fatto affari, con il suo governo, da vero leader, nessuno in Italia ha perso il posto di lavoro e nessuna azienda ha chiuso.

    IO RINGRAZIO DI CUORE AL PROF MONTI E AL NOSTRO STIMATISSIMO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA.

    Gli italiani sono stati fortunati, ad avere, due grandi miti, fondati sull’ onestà intellettuale e fondati sull’ onestà umana… .

    Perbacco ! DUE GIOIELLI CHE NON SAPREI CHI SCIEGLIERE.

    La Prof. ssa, filosofa, scienziata, Dea dell’ economia, la dott.ssa Fornero è stata celebrata la santa, dei poveri e la mamma dei veggenti. Grazie a LEI, gli italiani hanno fatto un superenalotto.

    Amata dagli italiani, questa donna magica, è stata la salvatrice delle pensioni. Certo. E’ una veggente ?

    Ha previsto che le donne, moriranno verso i duecento anni, CONDIVIDO, per cui ha innalzato gli anni della pensione, per capirci, meglio, ha dato alle signore, la pensione a centocinquant’ anni… . I calcoli sono questi. Signori, è matematica.

    La donna sacra agli Dei: occulta, misteriosa ed esoterica, ha previsto che la maggior parte degli uomini, moriranno a 250 anni, per cui la pensione dovranno prenderla, a 200 anni. Giusto ! Che casso vuoi, più di questo ?

    UNA FATA DEL BENE !

    Ma la gente, non capisce nulla.., questa DONNA, di qualità straordinarie, ha dato cinquant’ anni di pensione, agli italiani.

    Ma vi rendete conto ? I cittadini, a questa nobile e venerabile signora, dovrebbero fare, almeno, un monumento.

    Preghiere di liberazione

    “O Signore tu sei grande, tu sei Dio, tu sei Padre, noi ti preghiamo per l’intercessione e con l’aiuto degli arcangeli Michele, Raffaele, Gabriele, perché i nostri fratelli e sorelle siano liberati dal maligno che li ha resi schiavi. O Santi tutti venite in nostro aiuto. Amen.”

    Se volete capire che sta succedendo in Italia, dovete ascoltare questo video; tra l’ altro non è pesante e illumina in modo semplice e ” scherzoso”, la VERITA’ PERDUTA, TRADITA E NASCOSTA, DA TUTTI, NESSUNO ESCLUSO.

  29. Un caloroso buongiorno, al professore, alla redazione e a tutti gli amici ivi riuniti, mi fa piacere vedere che il blog rifunziona, anche se non sono molto presente con i miei interventi passo spesso a leggrvi, devo dire che mi siete mancati negli ultimi tempi… Un bel dibattito animato e vedo che Inno. si è giustamente scatenato…cosi ho pensato di lasciare anche io un commento in merito, ma attenendomi al testo di Pericle…

    La differenza che ci divide malgrado i millenni e che nulla ci ha insegnato, mi ha fatto riflettere su come siamo indietro più degli Elleni del 461 a.c. Sul concetto della democrazia che cosi bene enuncia Pericle ai suoi ateniesi.

    Pericle agli ateniesi pronunciato nel 461 avanti Cristo:

    Un comune cittadino agli italiani nel 2014 dopo Cristo:

    Qui ad Atene noi facciamo così:
    Qui il nostro governo favorisce i molti invece dei pochi: e per questo viene chiamato democrazia.

    Invece in Italia facciamo così:

    Qui il nostro governo favorisce i pochi invece dei molti: e per questo non viene chiamato… e neppure calcolato.

    Qui ad Atene noi facciamo così.
    Le leggi qui assicurano una giustizia eguale per tutti nelle loro dispute private, ma noi non ignoriamo mai i meriti dell’eccellenza.
    Quando un cittadino si distingue, allora esso sarà, a preferenza di altri,chiamato a servire lo Stato, ma non come un atto di privilegio, come una ricompensa al merito, e la povertà non costituisce un impedimento.

    Qui in Italia noi facciamo così:

    Le leggi qui non assicurano una giustizia eguale per tutti nelle loro dispute private, ma noi ignoriamo sempre i non meriti dell’eccellenza.
    Quando un cittadino si distingue, allora esso sarà, a preferenza di altri, ignorato dallo Stato, come atto di incuranza ad una ricompensa al merito, e la povertà costituisce un impedimento.

    Qui ad Atene noi facciamo così.
    La libertà di cui godiamo si estende anche alla vita quotidiana; noi non siamo sospettosi l’uno dell’altro e non infastidiamo mai il nostro prossimo se al nostro prossimo piace vivere a modo suo.
    Noi siamo liberi, liberi di vivere proprio come ci piace e tuttavia siamo sempre pronti a fronteggiare qualsiasi pericolo.
    Un cittadino ateniese non trascura i pubblici affari quando attende alle proprie faccende private, ma soprattutto non si occupa dei pubblici affari per risolvere le sue questioni private.

    Qui in Italia facciamo così:

    La libertà di cui godiamo non si estende anche alla vita quotidiana; noi siamo sospettosi l’uno dell’altro e infastidiamo il nostro prossimo se al nostro prossimo piace vivere a modo suo.
    Noi siamo liberi, ma non liberi di vivere come ci piace, a causa dei furbi, ma tuttavia siamo sempre pronti a fronteggiare qualsiasi pericolo e anche per i furbi che rimangono a guardare, fregandosi le mani.
    Un cittadino italiano trascura i pubblici affari quando non attende alle proprie faccende private, ma soprattutto si occupa dei pubblici affari per risolvere le sue questioni private.

    Qui ad Atene noi facciamo così.
    Ci è stato insegnato di rispettare i magistrati, e ci è stato insegnato anche di rispettare le leggi e di non dimenticare mai che dobbiamo proteggere coloro che ricevono offesa.
    E ci è stato anche insegnato di rispettare quelle leggi non scritte che risiedono nell’universale sentimento di ciò che è giusto e di ciò che è buon senso.

    Qui in Italia noi facciamo così:

    Ci è stato insegnato da un lato a rispettare i magistrati, e ci è stato insegnato anche di non rispettare le leggi e di non dimenticare mai che non dobbiamo proteggere coloro che ricevono offesa.
    E ci è stato anche insegnato di non rispettare quelle leggi non scritte che risiedono nell’universale sentimento di ciò che è giusto e di ciò che è buon senso.

    Qui ad Atene noi facciamo così.
    Un uomo che non si interessa allo Stato noi non lo consideriamo innocuo, ma inutile; e benché in pochi siano in grado di dare vita ad una politica, beh tutti qui ad Atene siamo in grado di giudicarla.
    Noi non consideriamo la discussione come un ostacolo sulla via della democrazia.
    Noi crediamo che la felicità sia il frutto della libertà, ma la libertà sia solo il frutto del valore.
    Insomma, io proclamo che Atene è la scuola dell’Ellade e che ogni ateniese cresce sviluppando in sé una felice versatilità, la fiducia in se stesso, la prontezza a fronteggiare qualsiasi situazione ed è per questo che la nostra città è aperta al mondo e noi non cacciamo mai uno straniero.
    Qui ad Atene noi facciamo così.

    Qui in Italia noi facciamo così:

    Un uomo che non si interessa allo Stato noi lo consideriamo innocuo, ma utile; e benché in molti siano in grado di non dare vita ad una politica, beh tutti qui in Italia siamo in grado di non giudicarla.
    Noi consideriamo la discussione come un ostacolo sulla via della democrazia.
    Noi crediamo che la libertà sia il frutto della felicità, ma la felicità sia solo il frutto del valore d’acquisto.
    Insomma, io proclamo che L’Italia è la scuola Mediterranea e che ogni italiano,cresce sviluppando in sé una infelice versatilità, la sfiducia in se stesso, la non prontezza a fronteggiare qualsiasi situazione ed è per questo che la nostra penisola è aperta al mondo e noi non cacciamo mai uno straniero.
    Qui in Italia noi facciamo così.

  30. Cara scrittrice, il tuo post è stato appetitoso. Ti scriverò oggi pomeriggio, oppure domani mattina.

    Per il momento, se non lo conosci, guarda questo post; c’ è il contatore del debito pubblico dell’ Italia, con gli interessi che galoppano, a tempo reale e senza sosta.

    Ci sono anche altre informazioni, interessanti. Il nemico, mi può battere, però almeno voglio conoscerlo. Abbiamo il mostro in casa, l’ Europa dei banchieri e non ce lo fanno conoscere ? Anzi è chiamato ” salva stati ” Ma come si fa, a non capire che ci stiamo appoggiando, alla sconfitta.

    Ciao.

    http://www.italiaora.org/

  31. Anna, Putin, è un vero leader.

    Ricordati che il centro del mondo e il suo potere, non sarà NWO, ma sarà la Cina. La Cina, mi voglio sbagliare, salverà il pianeta.

    Attenzione !

    Nelle riunioni che fa, ogni anno, la trilaterale Bilderberg, i cinesi sono assenti, perchè sono i più forti al mondo e non hanno paura, dei criminali.

    Devo scappare.

  32. Cara Anna. condivido la tua analisi della nostra stuprata e violentata ” Patria “, in paragone al nobile incorrotto sistema dell’ antica Grecia.

    Hai detto più che bene, però la sconfitta dell’ Italia e di altre nazioni europee, si cela nel trattato di Mastricht, nell’ euro e nel trattato di Lisbona.

    Questi sono i VERI, tre, cancri irreversibili, che stanno portando la povertà, la disoccupazione, la perdita della dignità e la perdita del pensare creativo dei cittadini.

    L’ euro è la medicina che ci sta traghettando alla tomba. Speriamo, di no. Però si deve fare, qualcosa.

    Tutti zitti ! Destra, sinistra, lega nord, i grilli parlanti, la stampa, la razza dei giornalisti, etc. ect.

    I sistemi informativi fanno discorsi seduttivi, ipnotizzanti, ma non parlano dell’ essenza e di ciò che veramente, sta succedendo, in Italia e nel mondo.

    Il silenzio dei giornalisti viene elargito con grandi doni e con grandi ricchezze.

    Una volta la figura del giornalista era prestigiosa e celebre; era un vero studioso, aveva una cultura immensa, anche superiore a molti professori universitari, perchè si interessavano di tutto e di più.

    La loro aristocratica culturale era al servizio del cittadino.

    Adesso l’ informazione è fondata sulla disperazione, quella cultura che doveva dare il sapere ai cittadini, si è trasformata, in tortura nell’ anima del lettore.

    Oggi la maggio parte dei reporter scrivono l’ odio e il pettegolezzo.

    ATTENZIONE ! I GIORNALISTI ONESTI, CI SONO, MA VENGONO BOCCIATI ED EMARGINATI DAL SISTEMA CORROTTO.

    Basta che un giornalista, scriva che non è d’ accordo con ciò che sta succedendo in Europa, viene subito chiamato, estremista, fascista e terrorista.

    Quasi tutti infondono : ” Se fossimo restati nella lira, saremmo andati a finire come l’ Africa “.

    QUESTO E’ FALSO !

    TUTTE LE NAZIONI CHE HANNO DETTO, NO ALL’ EURO, NON SONO IN CRISI, ANZI ,HANNO FATTO FIORIRE L’ ECONOMIA E IL LAVORO ,

    VEDI LA SVIZZERA, L’ INGHILTERRA, LA NORVEGIA, LA DANIMARCA, LA SVEZIA ECC.

    Perdere la propria moneta, significa diventare poveri.. . E’ come dire, io ho un lavoro che mi frutta bene, lo svendo ad un mio amico, poi, però, non avendo più soldi, gli chiedo l’ elemosina.

    Costui mi darà i soldi, però io sarò per tutta la vita, suo debitore di capitali e di interessi.

    COSI’, EGLI PUO’ TUTTO, CONTRO DI ME. QUESTA E’ LA TECNICA CHE UTILIZZA L’ EUROPA

    Senza la mia moneta, mi rende un fallito, mi fa perdere la dignità, il lavoro e la vita.

    Parlamentari, giornalisti, informazioni, ecc, stanno zitti, perchè sono pagati, dal nostro nemico infero.

    La casta, allora, cosa dice ? : ” Se usciamo dall’ euro sarà una tragedia, un flagello. ”

    La violenza mette paura, così i cittadini collocano la testa sotto la sabbia.

    Noi, non dobbiamo stampare la vecchia lira, oppure uscire dall’ euro…. . Sarebbe una tragedia… Noi dobbiamo rimanere nell’ euro. Ma la moneta dell’ euro, non ce la deve dare l’ Europa,

    LA DOBBIAMO STAMPARE NOI.

    SE DIPENDIAMO DALLA BCE, CHE E’ LA BANCA D’ EUROPA, IL DEBITO PUBBLICO, SARA’ IN ETERNO E SI TRASCINERA’ LA POVERTA’, LA CRISI ECONOMICA, I BARCONI, IL SUICIDIO E IL FALLIMENTO DELLE AZIENDE.

    Allora cosa succede in Italia ?

    Per addolcire il piano dell’ Europa e per portargli soldi, la nostra Italiucccccia incomincia a tagliare la sanità, il lavoro, le scuole, gli ospedali, tagli alla cultura, tagli alle forze dell’ ordine, alle poste, alle ferrovie, alle strade che sono dei cimiteri,

    TAGLIANO I CONCORSI, aumenta l’ iva, aumentano le tasse, la tasi, aumentano le contravvenzioni, insomma aumenta tutto.

    Così l’ Italia porta un pò di soldi all’ Europa…

    Cosa da pazzi !

    Non è che tagliando, risolvi i tuoi problemi.

    RISOLVERAI IL PROBLEMA, SE TU STATO, PRODURRAI LA TUA MONETA.

    Se fabbricherai i soldi, non sarai indebitato con nessuno, il debito pubblico non esisterà più…; vedi il caso Argentina, nel 2000 dipendeva dal dollaro americano, l’ ha lasciato, adesso fabbrica la sua moneta, è risorta e ha vinto la crisi.

    Se l’ euro, che è la più forte moneta al mondo, non verrà fabbricato dai singoli stati, sarà la decapitazione dell’ Europa.

    Ma lo vogliamo capire che per dominare uno stato e renderlo schiavo, malato, terrorizzato, sconfitto e candidato alla morte, bisogna sottrargli di fabbricare la moneta ?

    Non ci vogliono i geni, per capire e vedere quello che sta succedendo in Italia.

  33. Sono d’accordo su quanto hai scritto Inno, l’Italia si trova in una brutta situazione e se andiamo di questo passo andremo al collasso. Una volta si faceva la guerra per rinnovare l’economia a discapito sempre dei più deboli. L’euro e la globalizzazzione hanno favorito i più forti ed indebolito i più deboli, mossa giocata bene su tuttodall’inghilterra che ha messo un alt all’entrata nell’euro sapendo che chi doveva tirare i fili doveva starne fuori. L’Italia come altri paesi mediterranei hanno abboccato allo specchio delle allodole, in più il mercato all’entrata della nuova moneta non è stato monitorato tanto che, ognuno ha pensato di fare quel che voleva dimezzando il potere d’acquisto dell’euro del 50% in rapporto alla lira. Comunque l’Italia non ha perso solo la sua autonomia ma ha perso anche tutte le sue industrie, comprate a prezzi stracciati dopo essere caduti in difficoltà finanziarie. Per l’operato Monti posso solo dire, e il che non è poco, che si è proclamato: colui che ha salvato l’Italia, ed io aggiungo, ha salvato l’Italia per gli avvoltoi ed ha ammazzato gl’Italiani. Non avevamo bisogno di un robot telecomandato per affondare ancor di più l’Italia e doverlo pagare perché senatore a vita, d’altronde anche il suo modo di parlare gli calza a pennello, è mono tono. A proposito, in uno dei video sopra, concernente Monti ed alcune sue rivelazioni non è lui che parla, ciò rende dubbie le affermazioni pronunciate…
    In quanto a quel che ho letto su di lui e a chi è dietro di lui, il contenuto del video non se ne discosta per niente. Come si dice: non c’è fumo senza arrosto…

    X Raffaele.

    Ho letto quanto hai suggerito e posso dire che la H.A.A.R.P e le scie chimiche sono anni che se ne parla ma nessuno ha mai fatto nulla per impedirne gli esperimenti, i cinesi fanno la stessa cosa e nessuno fa nulla. Ho notato e fotografato le scie che alcuni aerei lasciano nel cielo, e a differenza di altre scie di aerei che dopo pochi minuti si dissolvono, ce ne sono alcune che dopo alcuni minuti diventano sempre più larghe e in poche ore quelle strisce finiscono per coprire il cielo che prima era limpido e la meteo in più non ha previsto nuvolosità. È davvero preoccupante tutto questo, è una violenza alla natura.

  34. Salutando la nostra Assai Preziosa Anna Giordano, sul tema riporto qualcosa che lascio al vostro giudizio interiore decidere se è vero come anche potrebbe essere un falso….

    Scoperto documento ufficiale Usa! Ecco come Obama vuole spingerci alla 3 guerra mondiale

    Scoperto un documento ufficiale del Senato americano!Era previsto lo scenario attuale!Ecco come Obama ci vuole spingerci alla 3 guerra mondiale e il perchè.

    Il piano, depositato il 22 maggio al Senato Usa, prevedeva già il conflitto ucraino e la reazione della Nato.

    Si chiama S2277, ed è un documento ufficiale del Senato americano, depositato il 1° Maggio scorso da 22 senatori repubblicani. Il titolo è Russian Aggression Prevention Act e la sua funzione è di «prevenire ulteriori aggressioni della Russia all’Ucraina e ad altri Paesi dell’Europa e dell’Eurasia».

    In pratica, il documento è la pianificazione di come avverrà la guerra alla Russia e di come gli Stati Uniti la stanno preparando.

    Ciò che in questi giorni sta attuando la Nato in Polonia, in Romania e nei Paesi Baltici è solo un inizio già scritto in questo documento, che aiuta a capire com’è stata programmata l’escalation militare contro la Russia. Il documento affronta tre aree di intervento: rafforzamento della Nato, azioni di deterrenza contro «ulteriori aggressioni russe in Europa», difesa dell’Ucraina e di altri Stati europei ed euroasiatici.

    Il rafforzamento della Nato si concentra soprattutto su due azioni:

    1) aumento «sostanziale» delle capacità militari di Polonia e repubbliche baltiche attraverso lo stanziamento «permanente» di forze Nato in questi paesi (quello che sta accadendo in questi giorni);

    2) completamento del programma Bmd ( Ballistic Missile Defence ) attraverso la dislocazione nell’Europa orientale di sistemi missilistici. Non è un caso che, nel giugno scorso, Obama si sia recato a Varsavia per annunciare un miliardo di dollari in spese militari aggiuntive, oltre che in Polonia, anche nei paesi vicini direttamente minacciati dall’espansionismo russo: «Il nostro impegno per la sicurezza della Polonia e la sicurezza dei nostri alleati in Europa centrale e orientale, è una pietra angolare della nostra sicurezza nazionale», ha detto.

    La deterrenza prevede:
    A) intervento di Washington su Bruxelles, affinché sia velocizzato l’ingresso di Ucraina, Georgia e Moldavia nell’Ue, al fine di «consolidare la loro democrazia»;

    B) impegno degli Usa a condizionare la partecipazione della Russia al G8 e alla Banca mondiale, se Mosca non rispetterà «l’integrità territoriale dei suoi vicini e non accetterà di aderire agli standard delle società democratiche»;

    C) sanzioni da applicare non solo al governo russo ma anche a cittadini e organizzazioni russe, compresi i familiari di funzionari responsabili di atti di illegalità contro l’Ucraina e i paesi aggrediti; 4) finanziamenti a Ong e organizzazioni umanitarie che dovranno agire per «migliorare la governance democratica nella Federazione russa», cioè la stessa strategia utilizzata in Ucraina per destabilizzare il governo.

    La difesa dell’Ucraina e degli altri paesi euroasiatici dall’aggressione di Mosca riguarda:

    1) rifornimento diretto di armi su «richiesta» dei governi minacciati;

    2) riconoscimento di Ucraina, Georgia e Moldavia come «Alleati Maggiori Non-Nato ( Major Non-Nato Ally )», qualifica che consente di fatto di considerarli membri Nato anche se ancora la loro adesione non è stata ratificata;

    3) accordi bilaterali con Azerbaigian, Serbia, Montenegro, Bosnia, Kosovo e Montenegro per ampliare il supporto militare della Nato (e isolare Mosca);

    4) concessione dalla Banca mondiale e dalla Banca europea per la ricostruzione di un’autorizzazione che permetta agli Usa di partecipare allo sviluppo di energia in Ucraina, Georgia e Moldavia per lo sfruttamento delle riserve di gas naturale e petrolio (cosa che, come abbiamo già visto, sta avvenendo attraverso esponenti importanti dell’amministrazione Obama);

    5) finanziamento a The Voice of America , l’emittente radiotelevisiva del governo degli Stati Uniti, affinché aumenti la produzione di trasmissioni in lingua russa nei paesi ex sovietici (comprese le repubbliche baltiche).

    Per la dottrina militare americana tutto questo si chiama «dominio sull’intero spettro», vale a dire non solo il controllo egemonico dei teatri di guerra (cielo, terra, mare, extra-atmosfera e cyberware) ma anche il controllo totale delle risorse energetiche e del soft power.

    Il documento è importante perché redatto dalla parte repubblicana, e serve a fornire la copertura da destra politica ed economica all’amministrazione Obama, che ha già iniziato a realizzare una parte di questa strategia.

    Da notare che nel documento si dà per scontata un’aggressione russa all’Ucraina tutta da dimostrare e una volontà di aggressione ad altri paesi euroasiatici non dimostrata. Non ci sono documenti, dichiarazioni o azioni del governo russo che manifestino una volontà di attacco all’Europa.

    Rimane il problema di capire perché gli Usa e i loro alleati abbiano deciso di aprire un fronte di tensione militare di questa portata con la Russia. L’espansione dell’integralismo islamico fin nel Mediterraneo, grazie soprattutto agli errori americani ed europei (dai finanziamenti all’Isis, ai disastri strategici in Libia e Siria) dovrebbe indirizzare l’Occidente a considerare Putin un alleato contro il jihadismo, più che un nemico contro l’Europa. Perché l’America ha bisogno di un altro inutile conflitto?

    Fonte http://jedasupport.altervista.org/blog/esteri/obama-scoperto-documento-guerra/

    http://www.ilgiornale.it/news/politica/barbarie-irak-i-jihadisti-prendono-100-bimbi-ostaggio-1049735.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...