Ti sei mai chiesto cos’è la felicità?

Un giorno, mentre passeggiavo per la strada, un signore notando la mia espressione corrucciata sul volto, sorridendo mi chiese: “che cos’è per te la felicità?”
Io ci pensai qualche secondo su, poi senza alcun indugio, risposi: “beh, per me la felicità è quel preciso istante in cui ottieni qualcosa che tanto volevi. Può essere la bicicletta dei miei sogni….oppure la fidanzatina dei miei desideri!”
“Quindi per te, tutto si sofferma a quell’istante? Che passa e va?”
“Beh, credo che la felicità duratura consista anche nel continuare a godersi la cosa ottenuta e tanto sospirata, ogni giorno come se fosse il primo. Rinnovando ad ogni istante la consapevolezza di essersela straguadagnata e meritata!”
“Questo è bello nelle intenzioni. Peccato però che troppo spesso, anzi sempre, si ceda alla tentazione di ritenere che ciò che si è ottenuto, sia un fatto acquisito ed indiscutibile. Per poi pretendere di più ed addannarsi infelicemente alla ricerca di ciò che non siamo in grado di trovare.”
“E lei signore? Cos’è per lei la felicità?”
“Vedi…io credo che esistano due tipologie differenti di felicità: la felicità relativa e quella assoluta. La prima può essere riconducibile all’ottenimento di ciò che nel quotidiano aspiriamo ad avere. Fosse una bicicletta, come dici tu, un gratifica sul lavoro, o più semplicemente un bacio o un’effusione. Ma, inesorabilmente questa ha una data di scadenza. Ed è collocata nell’esatto istante in cui la si ottiene. CARPE DIEM dicevano gli antichi….cogli l’attimo perché passa e finisce….e dopo? Inevitabilmente, la delusione, a meno che non si viva di ricordi e nella speranza che un nuovo attimo giunga di nuovo.
Poi c’è la felicità assoluta….”
“Scusi se la interrompo, signore, ma tutti sanno che la felicità assoluta non esiste….è un illusione!”
“Allora ti chiedo una cosa: quante volte hai immaginato e sperato in vita tua di poter entrare nel cuore di una persona?”
“Beh, ogni qualvolta ho pensato di potermi innamorare di qualcuno o più semplicemente di provare del sentimento sincero!”
“Sentimento sincero….bene! Questo accade quando due anime entrano in contatto tra loro…e sai quando questo accade? Quando parlano la stessa lingua. Questa per me è la definizione di felicità assoluta: imparare a conoscere il linguaggio dell’anima! Perché una volta imparato questo allora saremo sempre in grado di capire cosa vogliamo realmente per noi stessi e per le persone cui vogliamo bene. In una perfetta ed ineluttabile commistione tra l’etereo ed il reale. E se ci pensi, sarebbe molto più semplice arrivare alla felicità assoluta se ascoltassimo più attentamente il nostro cuore….vuoi sapere quando ciascuno di noi sperimenta la felicità assoluta?
Quando siamo innamorati….”

Annunci

27 Risposte

  1. Bello. Proprio come in una fiaba. Vedi La Bella Addormentata Nel Bosco.
    Salute e Vita a lei grande prof La Porta.

    Bianca 2007

  2. bellissima.

    Approfitto per mandare un grande saluto a tutto lo staff…in particolare a Lei Prof.

  3. ……..la stessa lingua…….

    quando si avverte…in maniera esatta
    l’Anima di un altro Essere………
    ……..Incantevole……………

    ……son Soffi…….
    che hanno la stessa
    intensita’…………….
    ….dei Venti del Deserto !!! : )

  4. Molte grazie e ricombio con piacere 🙂 Gabriele

  5. Altettanto a lei, cara Bianca 🙂

  6. C’ era una volta, non molto tempo fa Tondolino, un fiocco di neve che dopo essere caduto dal cielo come un piccolo batuffolo di neve,
    sceso dal cielo più simile a una bolla di sapone a dire il vero, si perchè Tondolino, non era come tutti gli altri fiocchi di neve, inanzitutto, era paffutto e tondissimo, con due gance tutte cicciose, ma non grasse, tutto cicciossimo da mordere con altri due tondolini perfetti come guanciotte e così tenero che sembrava un piccolo coniglietto appena natto tutto bianco, tutto piccolo e indifeso, perchè era morbido, ma così morbido e dolce più dell osacchiotto che ti stringevi quando ero piccolo.
    Era un pò buffo e molto simpatico, quando camminva sulla neve sembrava bagonghi, traballava su quei piedini ciccini, un pò a destra, un pò a sinistra.
    E quella volta si era messo in testa di scendere come una bolla di sapone e non scendere dritto, di strapiombo come tutti gl altri fiocchi, lo trovava così noiso.
    Ma che disastro aveva combinato con quel capitombolo in aria,
    prima creò un ingorgo, mentre scendeva tutto sullla destra e i fiocchi si sposstavano tutti di là,
    poi un incicedente alla sua sinistra, andava a zig zag come quelle bolle portate dal vento: imprevedibili, ma che scompiglio per tutti i fiocchi che scendevano ordinati, e tutti gli urlavano:
    Tondolino mettiti dritto, e lui rispondeva:
    ma mettici te dritto, rovinadivertimento.

    E così un pò a destra, po a s nistra poi in alto e in basso, di nuovo in alto, quella giornata di dicembre era sceso dal cielo.
    Tutti i fiocchi ordinati e noiosi, gli dicevano:
    Tondolino ma non puoi far così, non dar retta alla gravità!
    Tondolino prendendo un bel respiro con calma e signorilità,
    urlava:
    A me la gravità me fa un baffo, tiè!

    E allora con ancora più foga volteggiava in alto , in basso e di lato e pensava:
    ma fra tutti I fiocchi del mondo sti rompi, proprio a me devono venire a tritare i ghiaccioli, vi possino..

    Ma subito, preso una folata di vento e intento a tondeggiare come un tondo come solo Tondolino sa fare, si dimenticava di quell’ amaro e via verso nuovi venti con disinvoltutra verso l’ avventura veleggiava.
    Aveva incontrato anche molti amici, e non solo rompi, durande la sua discesa, fiocchi simpa come lui, che amavano la vita e piacevolemnte aveva fatto due chiacchiere, ma poi, presa una corrente di traverso, si era spostato per l aere, in barba a quell altra rompi di Gravità, in obliquo, poi a scala a chiocciola a e infine addirittura andando dal basso verso l’ alto, solo perchè gli andava..
    Tondolino non era pasticcione, ma incerti casi, non sapeva come i guai lo seguivono come l orso era seguito dalle api, dopo che gli aveva rubato il miele, per Tondolino, questo era poprio un mistero, non si capacitava di come mai i guai seguissero sempre lui, si vede che gli erano affezionati.

    Tondolino più che un pasticcione era un pasticcino, un esserino tanto piccino e tanto amorevole, affettuoso e carino era un piccolo cuore di Panna, col suo caratterino, ma tanto ciccino, ciccioso, e ciccino, smak!!!
    Aveva un modo tutto suo di vedere le cose o erano le cose che vedevano in modo tutto loro Tondolino, neanhce di questo si capacitava.

    Quando Tondolino toccò Terra era notte e lì incastrato fra altri mille fiocchi impossibilitato a muoversi, volse il suo sguardo al cielo e rimase estasiato dalla volta celeste, tutti quei tondolini come lui che li facevano l occhiolino e brillavano, poi Tondolino fu accecato da una meraviglia, mai vista in vita sua:
    La luna piena che era per lui la madre di tutti Tondi, ossia i Tondolini,
    così paciosa, così tonda e luminosa e bianca, proprio come lui solo immensamente più grande, più luminosa e più bella, si forse obiettò, a quel punto, con lui non c’entrava niente, ma ne era rimasto affascinato lo stesso.
    E lassù si immaginava non so perchè, che ci fosse una sorta di Paradiso dove tutti i Tondolini potevano volteggiare come pareva loro, senza che nessuno cercasse di fermarli o inibirli.
    Prese a sognare su, detta da lui amerevolmente Tondolona, molto spesso e altrettanto spesso fantasticava su essa..
    Ma sapeva che quella Rompi di una Gravità mai gli avrebbe permesso di andare fin lassù, mai!
    Ma Tondolino non conosceva la parola mai, così una notte in sogno,
    sogno la Chiara Maestà.

    Essa con voce melodiosa invitava Tondolino a inseguire lo stesso i suoi sogni, senza badare ad eventuali fallimenti.

    Tondolino si svegliò e in cuor suo, come a volte accade, grazie al suggerimento del sogno, capì come realizzare se stesso, senza più inibizioni o soste imposte.
    E così ringraziò soavemente Tondolona che grazie alla sua bellezza, incoraggiamento, motivazione e spinta, Tondolino per la prima volta riusciva a innalzare il suo Spirito fino alle sue più alte Aspirazioni, senza che la Gravità facesse attrito o forza, anzi lo avvantaggiava per la prima volta.
    Così Tondolino per la prima volta potè infine far volare alto il suo spirito come egli sentiva senza che nessuna inibizione lo fermasse.
    Tondolino era felice e rimbalzò a cuor contento e leggero fino all altezza delle su più alte, non tanto in altezza, ma in nobiltà( perchè nobile è l Anima di ogni essere che sa amarsi e amare e lasciarsi amare) Aspirazioni.
    E la sua Anima lo amò per questo, e lui fece tutto ciò perchè amava la sua Anima!

    by Mel

    titolo: Quel cuore di Panna di Tondolino

    (guarda foto qui sopra per capire filastrocca qui sotto)

    Tond-etto,Tond-ello
    e Tond-ino:
    la banda dei Tond-etti
    tutto ciccionetti
    sorrisini
    tutti un pò tondini
    perchè piccini
    tondelli
    perchè monelli
    e tondetti
    perchè a MODO LORO
    così come sono
    e così come pare a loro
    PERFETTI!

    ps: Niente più banda bassotti,
    ma solo la banda dei Ton-detti
    tutti cioccionetti a cuor loro PERFETTI!

    ****************************

    L’ umanità infine
    è una roton-dità
    e nel suo c’è l armonia
    che abbraccia ogni distonia
    in un tondo
    tutto il mondo
    che è un circolo perfetto
    compreso ogni suo difetto
    ma nell unità
    si ritrova la rotondità
    senza spigoli o incrinature
    e con solo curavature
    finalmente possiamo abbracciarci
    in un cerchio collegarci
    e poter capire
    che non è soli che si vive
    ma l umanità
    è armoniosità
    formata non solo da uno
    ma da tutti che realizzano di essere insieme un Uno!

    Un Anima!

    Anima Mundi!

    l’ Anima di Uno
    è l anima di OgnUno!

    By Mel

    titolo: Tondolino

    **************************************

    Se la nota dicesse: non è una nota che fa la musica… non ci sarebbero le sinfonie.
    Se la parola dicesse: non è una parola che può fare una pagina… non ci sarebbero i libri.
    Se la pietra dicesse: non è una pietra che può alzare un muro… non ci sarebbero le case.
    Se la goccia d’acqua dicesse: non è una goccia d’acqua che può fare il fiume… non ci sarebbe l’oceano.
    Se il chicco di grano dicesse: non è un chicco di grano che può seminare il campo… non ci sarebbe il pane.
    Se l’uomo dicesse: non è un gesto d’amore che può salvare l’umanità… non ci sarebbero mai né giustizia né pace, né dignità né felicità nella terra degli uomini.

    Come la sinfonia ha bisogno di ogni nota…
    Come il libro ha bisogno di ogni parola…
    Come la casa ha bisogno di ogni pietra…
    Come l’oceano ha bisogno di ogni goccia d’acqua…
    Come la messe ha bisogno di ogni chicco…
    L’umanità intera ha bisogno di te, qui dove sei, unico, e perciò insostituibile.

    Michel Quoist

    Ognuno di noi ha bisogno di umanità!

  7. Un abbraccio circolare a Redaz, Michele e Gabriele

  8. a Gianluca 🙂

  9. a Peppe 😉

  10. Ale : )

  11. Bea 😀

  12. e tutti! 🙂

  13. che succede al blog ?

  14. Buongiorno Matteo, eravamo senza connessione. Ma, oggi, si riparte 🙂

  15. ………..CIAO.!!!!………Melusina…al prof. La Porta : )
    e a tutti quanti !!!! : ) : ) : ) : )

  16. ………Melusina…….io adoro ..il racconto di….Tondolino HHahahhahah !!!

    …….bellissimo !!! ………bellissimo………… : ) : ) : ).

  17. Sera, Ale 🙂 🙂 🙂

  18. ………Sera Prof. Gabriele La Porta !!!!…… : ) : ) : ) : )

    ma come si fa….a fare venire i sorrisi con le figure ??? HHAHHa

    ok…….ora ci penso io…..HAHhahahah

    SMILE …….!!!!

  19. ………….miau !!!! : )

  20. perfetto anche così 🙂

  21. ………grazie !!! : )

  22. Ale molto bello il tuo smile,
    cmq per fare le faccine basta fare così:
    : )

    solo che dopo i due punti invece di lasciare uno spazio e fare la parentesi,
    devi fare i due punti e subito dopo, senza spazio fare la parentesi:

    🙂

    se vai qui trovi tutte le faccine che puoi fare copia incolland il codice:

    http://usare.wordpress.com/2007/08/27/faccine-emoticons-o-smilies/

    Ciao!

  23. @ Melusina ….ci provo………..:)
    🙂 🙂 :)……………..

  24. …………..ALLELUYA !!!! HHAHAhhaha……..non ci posso credere !!!

    ………..e vai !!! …….. 🙂 🙂 🙂

    Grazie….Melusina !!!………. per te !!! 🙂

  25. 😀

  26. ………:) !!!!!…………

  27. ………..no no.aspetta…io avevo fatto tutto come si deve

    ora ci riprovo………..affinche………no dico

    ci dobbiamo perdere propio ora……HAhhhahah

    ma non esiste !!! ………… 🙂 🙂 🙂 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...