Avanzare

È naturale rallegrarsi di aver riportato un successo, ma sfortunatamente – o fortunatamente – è altrettanto naturale che dopo qualche tempo quel successo non sia più sufficiente poiché fa già parte del passato, e occorre trovare una nuova ragione per continuare ad avanzare con la stessa convinzione verso un altro obiettivo. L’unico modo per sottrarci alla sensazione di inutilità e di vuoto che segue alla realizzazione dei nostri progetti consiste dunque nel prefiggerci un traguardo lontano, così lontano che non lo raggiungeremo mai.
Voi pensate: «Tendere verso qualcosa di impossibile, di inaccessibile… Perché? È nella realizzazione che risiede il senso della vita!» No. Il senso della vita si trova nella ricerca di ciò che è eternamente irrealizzabile, inaccessibile! Questa aspirazione a qualcosa che come l’orizzonte sembra allontanarsi via via che avanziamo, permea la nostra coscienza, il nostro subconscio e la nostra coscienza superiore, mobilita tutte le nostre energie e ci apre il cammino dell’infinito, dell’eternità: più nulla può fermarci.”

Omraam Mikhaël Aïvanhov

3 Risposte

  1. …C’è un momento nella vita in cui ti accorgi che hai lasciato dietro di te qualcosa e non ricordi cosa; che hai tralasciato o rimandato a data da destinarsi qualcosa che adesso non puoi più rimandare perchè bussa alle pareti delle tue vene… e viene fuori così, senza chiederti se ti sta bene che sia uscito fuori così. Allora ti accorgi che il geranio ha bisogno di acqua e che cantava fuori dal coro perchè aveva bisogno di acqua, che anche la tua coscienza e la tua anima non cantavano più insieme da un pezzo. Che andassero pure avanti: io mi fermo. Ho bisogno di riconciliarmi con la mia gallina.
    A volte è necessario scendere negli abissi di anima per capire che veramente necessario è invece vivere le proprie sconfitte non come una punizione da accettare di buon grado, una colpa da espiare o come se non fossero mai successe: le mie fragilità sono quella croce con la quale affrontare la vita per ricolmarla di “cose” vere: la vita è un Bene con il quale rivestirsi, che ha un valore e può essere riscattata anche se è la vita di qualcun altro che viene proiettata su di te.
    Io posso essere autenticamente me stessa soltanto se conservo intatta quella parte che di me vedo nell’Altro. Come il granello di sale che feconda la terra del mio geranio, a proposito.
    Buona avanzata, io vado a scoprire il perchè borbottava la mia pentola, perchè non piansi, perchè non dormii, perchè non chiesi e perchè tremo; quale ruolo interpretavo nel film in cui mi ci ha messo la mia gallina. A proposito.

  2. …A proposito di orizzonti irrangiungibili: mi sono esaurita!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...