Giudizi

Non giudico le persone dai loro errori ma dalla loro voglia di rimediare. Bob Marley

21 Risposte

  1. Coloro che (ti) amano… non giudicano le persone dai loro errori ma dalla loro voglia di rimediare. Nuovo concetto di Episteme! 🙂

  2. …Bello…….sarebbe……….Bellissimo …se
    alcune persone…..rimediassero visto
    che gli Dei….hanno donato loro
    un ampio sapere…..
    i loro errori……dinnanzi…ad una “giusta consapevolezza”
    del loro confuso ..modo di sentire o interpretare
    ….svanirebbero…….
    mai giudicare……….mai continuare
    ma tutto Variare……come Natura dispone.

  3. Nessuno può giuducare nessuno….soprattutto nessuno si può ergere giudice degli errori altrui….
    a volte solo dagli errori, dai propri, si comprendone strade da percorerre, verità interiori, sentimenti…..a volte bisogna sbagliare per capire….ci sono poi errori che col tempo e la buona volontà si possono rimediare, altri che ahimè da cui non si pouò tornare indietro…ma bisogna sdempre darsi da fare con tutte le proprie forze per rimediare ai propri errori, questo è il vero coraggio e questa è la vera forza….penso che il Fato sia benevolo verso coloro che desiderano ardentemente rimediare ai propri sbagli

  4. Tutto ciò che conosci ha una vibrazione corrispondente dentro di te.
    Colui che è pronto a vedere e a giudicare il male nelle altre persone, racchiude dentro di sé il seme di quello stesso male. Un essere spirituale, le cui vibrazioni sono pure ed elevate, è sempre consapevole della scintilla divina che palpita in tutto ciò che lo circonda; e la vibrazione magnetica della sua anima intensifica quell’energia vibratoria in coloro che entrano nel raggio della sua vibrazione.

    Paramhansa Yogananda

  5. È molto più difficile giudicare sé stessi che giudicare gli altri.

    Antoine de Saint-Exupéry, Il piccolo principe,

  6. Più si giudica, meno si ama.

    Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri

  7. testo:

    Io sono te però più vecchio
    e un passo indietro o un pezzo avanti
    non si sta insieme mai parecchio
    cosicché che gli anni sono istanti
    sopra le spalle o dentro un secchio
    e un po’ di meno lì davanti
    non fidarti solo di uno specchio
    nè di tutti quanti
    Io non saprò mai cosa si dice
    a uno che ti somiglia tanto
    che cresce da una tua radice
    dove la gioia beve il pianto
    e a quella stessa cicatrice
    che fa il rimorso sul rimpianto
    cerca sempre di essere felice
    e non ti manchi mai l’incanto
    alza il capo e da’ un occhio all’orizzonte
    finché hai un’anima e un brivido di fronte
    ridi a questo cielo che ti può svegliare
    e gioca finché hai un grido e un mare da nuotare
    finché ritrovi un nido e un fuoco in mezzo al gelo
    su questa scena di passaggio
    noi due senza bagaglio appresso
    e a un altro si può far coraggio
    quel che non sai dare a te stesso
    ma qualche volta invia un messaggio
    per dirmi che non hai più smesso
    non stancarti mai di questo viaggio
    guarda che hai promesso tu
    Il primo abbraccio che mi viene in mente
    che andrà via sempre troppo presto
    vedi di non sprecare niente
    se anche puoi avere tutto il resto
    che non si campa inutilmente
    quando ogni giorno è in modo onesto
    prova a voler bene all’altra gente
    che non è facile per questo
    tieni il fiato a un battito più forte
    finché hai un’isola e una speranza in sorte
    spingi questo tempo finché puoi lottare
    e corri finché hai sete e fede per andare
    e vola senza rete che ti sorregge il vento
    quando ti ridesti in un soffio strano
    di cambiamento
    il respiro immenso di una tempesta
    un sottile affanno da struggimento
    come un fischio in testa anche il rischio
    è appena un momento
    Salta il buio e va
    e punta dritto al sole
    finché hai musica e un pugno di parole
    vivi questa vita finché puoi suonare
    e sogna finché hai voce e amore per cantare
    che ancora non sei in croce se hai un cuore e dieci dita

  8. Testo:

    Si incomincia dalla sera a correggersi gli errori
    A tornare con gli odori alle storie del passato
    Ho sbagliato e risbagliato
    Si incomincia dalla sera
    Anche se non c’è più luce
    A guardarsi le mani, mani sporche di fatica
    Che hanno preso e poi lasciato
    Ma incomincia dalla sera
    Questa nuova storia grande
    Che ha cambiato la mia vita
    Proprio quando non cercavo
    Proprio quando non credevo
    Si incomincia dalla sera
    Si incomincia dalla sera a decidere il domani
    Qualche sogno può aiutare,
    ti svegli con il sole
    Questo vivere mi piace
    Perché il corso della vita
    Non è scritto né deciso
    Chi l’ha detto che hai capito
    Chi l’ha detto che hai sbagliato
    Non c’è una sola verità
    Guarda adesso come rido
    Guarda adesso come scrivo
    Come guardo quei suoi occhi
    Quando viene questa sera
    Quando anch’io le dico piano
    Buonanotte amore mio
    Ma incomincia dalla sera
    Questa nuova storia grande
    Che ha cambiato la mia vita
    Proprio quando non cercavo
    Proprio quando non credevo
    Si incomincia dalla sera

  9. Non è vero che gli uomini buoni, quando diventano cattivi, siano cattivissimi. Sono pessimi attori che recitano una parte senza conoscerla.

    Dino Basili, Tagliar corto

  10. …Amare come plasmare: “si impara insieme ma il miglior trainer è colui che sa correre con me sul mio limite per portarmi oltre. Diffido chi non mi conosce ad esaltare o denigrare azioni con le quali non mi sono mai misurata. Qualcuno dovrebbe baciare gli dei soltanto per avere avuto la possibilità di esprimere certe falsità facendole passare come liberi giudizi.”

  11. La bontà è quasi sempre un gesto letterario; la cattiveria è un sentimento umano.

    Libero Bovio, Don Liberato si spassa, 1937

  12. Nessuno merita di essere lodato per la bontà, se non ha la forza di essere malvagio: ogni altra bontà è il più delle volte soltanto pigrizia o impotenza della volontà.

    François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

  13. È assurdo dividere le persone in buone e cattive. Le persone si dividono in simpatiche e noiose.

    Oscar Wilde, Il ventaglio di lady Windermere, 1892

  14. Bene e male, peccato e innocenza, attraversano il mondo tenendosi per mano. Chiudere gli occhi di fronte a metà della vita per vivere in tranquillità è come accecarsi per camminare con maggior sicurezza in una landa disseminata di burroni e precipizi.

    Oscar Wilde

  15. La morale migliore in questo mondo dove i più pazzi sono i più savi di tutti, è ancora di dimenticare l’ora.

    La musica prima di tutto, | e per questo preferisci l’impari | più vago e solubile nell’aria | senza nulla in sé che pesi e posi.

    Povera gente! L’Arte non è sbriciolare la propria anima; è di marmo o no, la Venere di Milo?

    Paul Verlaine

  16. …e quindi…la troppa bontà…la troppa dolcezza
    la si paga a caro prezzo
    e non è certo ….un Bosco….il posto adeguato
    dove potersi permettere tale lusso………ed è un peccato !!!!

    A me qui…….hanno insegnato…..a difendermi
    a parar colpi….ora ….che sembravano “gentili e buoni”
    altri “violenti e astuti” altri “sottintesi”

    quindi….sarebbe il caso ….di grazia……
    anche di finirla….con il parlare di Bontà
    quando con astuzia….sisottintende………altro…..

    Preferico……da sempre…..la verità di una cattiveria ONESTA
    all’assurdità della bontà ad ogni costo voluta
    come fosse un ostia………che ti si appiccica al palato
    che invece di ingoiare…………..tende a soffocare.

    La bontà…la vera..bontà
    ha un luogo SACRO
    e comprende TUTTO

    ma nei Boschi……difficilmente la si trova…………….
    bisogna scavare a mani nude nella Terra
    e sporcarsi ………………………………………..
    affinchè………..il Cristallo….torni alla Luce !!!!

  17. …e ..a nessuno serve….un insegnamento non desiderato…o portato al limite……..nessun coach…che educhi……perchè :

    NOLI FORAS IRE
    IN TE IPSUM REDI
    IN INTERIORE HOMINE
    HABITAT VERITAS

    Sant’ Agostino

    “Non andare fuori rientra in te stesso…è nel profondo dell’uomo che risiede la verità”

  18. Sì, Valeria, chi ama non giudica…chi ama sostiene, condivide, offre speranza…perchè l’amore è anche cura e compassione…
    un bacione

  19. …………..quanta dolcezza……..quanta gentilezza
    quanta…………….onesta’ !!!!!??????!!!!!!!!!

    ……la CONSAPEVOLEZZA ????? MAI ????

    .ah.vero…….dimenticavo………è sotto terra,
    ma ho appena messo lo smalto
    e non mi va di scavare

    tanto non serve………(la MIA…la porto nel MIO ZAINO
    donata dal Mondo e dai mille Viaggi )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...