Si combatte

«Il mito greco insegna che si combatte sempre contro una parte di sé, quella che si è superata, un antico se stesso.
Si combatte soprattutto per non essere qualcosa, per liberarsi. Chi non ha grandi ripugnanze, non combatte».

Cesare Pavese

Una Risposta

  1. Per esempio:

    “Pallade il dio dell’Olimpo, non giunge a placare del tutto,
    pur se con molte parole e con animo accorto lo prega.
    Ora temprato d’acciaio ti do questo nuovo responso:
    quando tutto sia preso nel giro dei monti cecropi
    e delle gole profonde del gran Citerone divino,
    Zeus, che vede lontano, ad Atena concede che intatto
    resti il muro di legno, salvezza per te, per i figli.
    Non aspettare a piè fermo le truppe equestri né i fanti
    dal continente avanzanti copiosi, ma volgi le spalle,
    cedi: ché tempo verrà per opporti di fronte, più tardi.
    Ucciderai, Salamina divina, figlioli di mamma,
    quando il frumento ch’è sacro a Demetra si spande o si coglie.”
    (Epigramma greco, Anonimo)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...