Il dono

IL DONO

Io parlo dal profondo della notte
dal profondo dell’oscurità
e dal profondo della notte io parlo

Se verrai a mia casa, amico
portami una luce ed una finestra
da cui io potrò osservare
la folla felice nel vicolo.

Forugh Farrokhzad

21 Risposte

  1. Nel vento le sillabe del cuore
    soffiano
    verso
    un altro lido

    verso il mare
    e ancora
    più distante
    sull imensa distesa
    del mare

    e soffiano
    da cuore
    in cuore
    per riempire
    nell animo
    ogni persona,
    per far sorridere
    di cuore ogni persona

    soffiano
    soffiano
    immensamente
    per tutta la notte
    e poi giungono
    dentro ognuno
    di noi

    e non soffiano più

    cantano
    la musica
    del cielo
    musica dell Eterno
    dolci note
    si fermano
    a contatto con il nostro cuore.

    by Mel

    Con un ringraziamento particolare a Gabriele e Michele anche per le mail.

  2. video se si vuole da usare da sottofondo musicale mentre si legge la poesia

  3. ***********************

    Per volare sulle note
    del cuore
    e ancora più in alto
    dove

    i cuori sorridono alle anime

    nel cielo
    infinito
    dove
    si assapora
    l aria
    della vita
    si
    gusta
    la voglia del vivere
    come quando da bimbi
    alla prima
    neve
    si apriva la bocca
    e si cercava di mangiare
    quell aria fresca
    fredda
    e quella,
    rinfrescante
    e frizzantina
    scendeva
    giù per i polmoni
    ma
    su verso
    il cuore
    dove si gusta
    la felicità
    del vivere
    il presente.

    by Mel

    titolo poesia:

    sapore di novità

  4. Il dono più grande è avere una persona che nel dolore, nel buio e nel tepore di ogni tramonto con il suo affetto e i suoi occhi guidi i nostri passi donandoci quella luce di cui in quel frangente siamo sprovvisti…ci tenga stretti nella sua mano fino a che, tornato il sereno, insieme si possa scivolare allegramente su quel meraviglioso arcobaleno che spunto all’orizzonte…

  5. N come notte e come … Psiche, che chiede all’amico Eros due “occhi” con i quali potersi guardare… “dentro”: la felicità che è dentro può essere comunicata all’esterno. E’ il senso della vista, gli occhi ne sono la funzione. Se il senso e la sua funzione fossero in contrasto, penso, quello non sarebbe un amico che possa fare da “ponte” tra l’interno e l’esterno… E la realtà circostante non sarebbe un riflesso di quella a cui Psiche dà Forma, bensì un’illusione. Penso.

  6. …Altra parola che mi viene in mente è “Prosoke”, il dono che ognuno deve richiedere a se stesso per restare sempre in armonia con l’Anima Mundi.

  7. Ti rispondo qui, Bea, perchè è un dono quella risonanza di intenti che fa vibrare le nostre anime all’unisono, e sì: perchè c’è bisogno di tanto coraggio per affidarsi all’altro con tutte le proprie fragilità.

    (In questi giorni sto seguendo un filo… E’ davvero così grande lo specchio di Anima, se mi riporta sempre a me: è serendipità, oltre il prevedibile!)
    Bacetti

  8. 🙂

  9. Avev anche scritt altri due post ma non sono stati pubblicat riprov a a riscrivl ora

  10. **************************************
    ******************************************

  11. PER TUTTI
    questo lo aggiung ora:

    da cancellare nel video la frase finale:
    Perchè io non posso?

    Bye

    😉

  12. …mi hai fatto venire in mente, Valeria,….

    per tutti coloro che credono nella Serendipità….

    Bacini

  13. Andare avanti, è capire, incuranti, di quanto s’incontra o meglio non s’incontra….??! andare avanti,… ma ecco che mi viene da aggiungere un punto interrogativo, quindi eccolo..?…. vi sono più larghe vedute in un piccolo borgo, spesso che in larghi e lunghi girotondi, poiché quel che è deve, dovrà pur manifestarsi, altrimenti… cosa di cosa… o come contiamo i passi…. in avanti.? La muta deve avvenire, certo non c’è né fretta, né tempi…. prestabiliti!!! Cosi, nulla deve meravigliare, pur chi.. non s’accorge, ed è convinto che… Nulla deve affrettare, perché come detto, i tempi sono infiniti, oppure, come scritto da qualche parte, e come io credo Possibile, c’è chi rimarrà in quell’umido, in quella pozza, sia per scelta o altro??? Mi piace, pensare che, fu solo e sempre una scelta D’Amore…. li chiamo semplicemente; “di quegli Angeli primordiali che eravamo, che suono era la nostra natura….., Prima di… voltarsi e…. e Li…… !!!! Ecco la scelta e l’Inizio di quell’amore che ancora oggi conosciamo, ecco da dove Deriva, fummo Angeli… poi guardammo…altrove, decidendo cosi di Uscire fuori da quell’Armonia…, Ma sempre, in una Scelta D’Amore….!!! Cosi….. si spezzarono le Ali…,!! ma… ma……. Qual BELLEZZA scegliere oltre… Oltre, se pur per un attimo oltre il DIVINO, scegliere non per sfida, per Amore, un Amore cheeeeeee….. Irritò gli Dei, o quell’armonia, o come altro ognuno, vuol definirla, chiamarla….!!! NON è la prima volta che, esprimo questo che, è un sentimento, quindi un sentire forte Mio, e….e … Niente… FINE. 😉 !!! Buona Serata a tutti…. Buona serata a lei Professore La Porta,!!

  14. Buina serata Giuseppe!! 🙂

  15. l oltre,
    anche quando
    l oltre sembra non esserci

    e poi…

    ….

    c’è!!!
    SEMPRE C’È!!!

    ******************************************
    ******************************************

    Alla notte il sussurro
    della mamma
    si fa sentire
    fino al più piccolo crepuscolo
    e fiorisce
    nella notte
    il divino
    che è dentro

    fiorisce
    in tutta la sua grazia
    e beltà
    si apre
    come abbraccio
    verso
    la più indicibile scintilla del cuore
    che dormiva sopita fra le tue stesse braccia
    come un neonato fra le tue braccia
    dormiva tranquillo fra le tue braccia

    ma poi un canto
    d amore
    ha svegliato
    il più piccolo sussurro in
    Ombra
    ed è nato

    è nato
    Amore
    nella piena luce
    dell’ Essere.

    by Mel

    titolo: prendersi cura….

    ps: quale oltre?
    proprio quello lì,
    che non credevi potesse esserci,
    che non fosse fatto per te,
    quell oltre che invece
    oltre ogni ragione
    è quell oltre
    proprio quello più adatto a te
    dove sei a proprio agio
    e felice…

  16. Che Amore abbia in sè tanto potere
    da rendere una minucola goccia d acqua un mare

    Che Amore possa
    “arginare il mare con un altrettanto piccolo scoglio”

    e che “non finisce mica il cielo”…

    ma proprio lo stesso cielo
    si apre come un immensità
    del cuore
    dentro noi

    Che amore possa….

    è proprio un gran Mistero..
    Il più Grande e Bel Mistero
    di tutto l universo

    l unico ed indicibile, per quanto detto e palese
    mistero del vivere
    che non è dato svelare
    se non vivendolo
    e amando..lo..

    Che sia vero che in Amore risieda ogni risposta
    e che tutto risieda in esso?!

    Ma poi io che ne so?
    sono una semplice persona,
    ma, guardando un cielo stellato
    da brividi per la sua bellezza,
    se mi faccio domande infinitamente più
    grande di me…

    Rimango semplicemente affascinata
    da questo Grande Mistero
    e so solo
    che amo questo Grande Mistero
    amo questa vita
    questo so,
    ciò che sento
    con ogni fibra del mio essere

    il resto non so…

    Ma in un cielo stellato e bello come questo,
    così limpido da vedere tutte le costellazioni,
    il cuore un pò palpita..

    Mi viene in mente quando da piccolina osservavo sul terrazzo con mio papà
    quel cielo stellato senza fare niente altro
    guardare e basta insieme in silenzio
    e guardando quel cielo
    mi sembrava
    che tutte le verità
    si svelassero dinnanzi a me
    e nel mio petto
    e il mio cuore palpitava…

    …a volte senza un reale motivo guardo col naso
    all in sù e lo stesso stupore
    di quando ero bambina
    riesce a soprprendere pure me perchè non me lo aspetto
    mai un
    effetto così Grande
    eppure accade…

  17. Poi mi viene in mente per caso una frase da qualche parte avevo letto e riguardando la frase che mi era venuta in mente nel libro, poi guarda non ci credo:

    “E pura energia che vive in sé e per sé, non mediata, non condizionata. Esiste nell’essere universale e si nutre della propia pace. Serena, brilla con altre essenze simili: questo è il vero cielo stellato.”
    ***************

    Mi ricordavo una frase del cielo stellato che aveva a che fare con Giordano Bruno, non ricordavo che il libro fosse,
    il libro di Gabriele su di lui.
    E prima di andare a prendere il libro per verificare bene la frase e accorgermi di che libro si trattasse,
    stavo guardando l’ etimologia di Mistero.

    Fra le diverse derivazioni mi aveva colpito, quella di:
    serrare i labbri, in cui dice di confrontare anche con la stessa radice di Muto.

    Nel libro due frasi dopo quelle che ho trascritto c’è scritto:

    “Bellarmino è muto.”

    Fantastico il caso!!!

  18. ….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...