Cuore da bambino

«Ma avere un cuore da bambino non è una vergogna. È un onore. Un uomo deve comportarsi da uomo. Deve sempre combattere, preferibilmente e saggiamente, con le probabilità a suo favore, ma in caso di necessità deve combattere anche contro qualunque probabilità e senza preoccuparsi dell’esito. Deve seguire i propri usi e le proprie leggi tribali, e quando non può, deve accettare la punizione prevista da queste leggi. Ma non gli si deve dire come un rimprovero che ha conservato un cuore da bambino, un’onestà da bambino, una freschezza e una nobiltà da bambino».

Ernest Hemingway, “Verso all’alba”.

Una Risposta

  1. Negli occhi dei bambini, lo sguardo di Dio
    Gianni Fanzolato

    Dio ha donato i suoi occhi all’uomo,
    perché potessimo vedere l’anima dentro:
    finestre trasparenti spalancate all’infinito,
    specchio terso e lucente dell’interiorità.

    Glo occhi che conservano la freschezza delle origini
    riflettono luce, irradiano lampi di gioia, riflettono Dio.
    Ecco perché gli occhi non invecchiano mai.

    E’ bello riposare in uno sguardo di fanciullo:
    parlano con quegli occhi magici ed incantati.
    Sono un libro aperto i loro occhioni di madreperla:
    ti parlano con la vivacità del lampo e il crepitio delle faville
    di un mondo fantastico, di stupore, di giochi inventati.

    Gridano con l’esuberanza dei colori dell’iride
    che la vita è un arcobaleno di delizie, uno scrigno di tesori.
    Sono i loro occhi che ci regalano voli di gabbiani e aquiloni,
    e tramonti dipinti da variopinti colori
    e danze di rondini e di farfalle che ricamano il cielo a festa.

    La loro trasparenza travalica spazio e tempo e sei nella pace:
    nel loro sguardo profondo si disegna il mondo beato della quiete.
    Sono quegli sprazzi di innocente furbizia nelle pupille
    a togliere il malumore e a far ritornare il sereno nell’anima.

    Gli occhi di chi è bambino nel cuore e nella mente
    spalancano i cieli, sciolgono le nubi cariche di presagi,
    fanno vibrare un caldo sole che ti avvolge ed accarezza,
    e ti contagiano di quella pace che cerchi in ogni dove.

    Sì, nella lucentezza degli occhi bambini ed incantati
    scorgi come d’incanto gli stessi occhi di Dio che ti vuole bene.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...