Conoscere

Noi non conosciamo le persone quando vengono da noi;
dobbiamo andare noi da loro per sapere quel che sono.
Johann Wolfgang von Goethe

4 Risposte

  1. …..Ma se le persone……vengono da noi…e le conosciamo già, dico,….ma che bisogno c’è ….di muoversi ulteriormente
    …………….verso di loro…………le conosciamo ???
    Sempre…….stà fatica…….; ) ; ) ; ) ; ) !!!
    Ma …se devo far tutto sto “casotto”….per conoscere
    ciò che conosco già…………………………
    Ma …mi muovo …SI !!!……………….
    Ma verso …casa…..il mare….la spiaggia….e…e ..e sedie comode
    davanti un computer……si …si…..si va a casa……al sud
    serve un posto caldo………e ..Amichevole………(anche se tutta
    l’Italia è incantevole)

    (..mio personale …pensiero di viaggio ; )….verso casa…..Mia ! ; )


    ………..

  2. Si, Alessandra, non e’ un paradosso. Credo s’intenda, almeno io la vedo c0si, che le conosciamo fino in fondo quando ci rivolgiamo ad esse chiedendo loro consolazione, conforto, aiuto. In questo caso siamo noi a chiedere qualcosa e loro sono libere di darcelo o meno. tuttavia il loro partecipare o meno alle nostre richieste ci fa conoscere quello che sono veramente.

  3. Possiamo stare anni accanto a una persona e non conoscerla, fin quando un fuori programma ce la presenta, in tutto il suo essere, in quel momento, spesso, la giacca ci sasca dalle braccia.

  4. Oh, conoscere, si certo… ma si conosceranno… se, Si conosceranno… !!! certo che bisogna andare verso di loro, “Ripeto ed è importante non portare con se la propria bilancia, o meglio, non solo quella, poiché spesso crediamo di andare verso di loro, usando sempre quella bilancia tarata solo per pesare Noi stessi!! Anche se, conoscere, rimane sempre è solo una definizione, un impressione, poiché il conoscere sta sempre più nel non conoscere, “)non ha nulla ha che fare con il so di non sapere Socratico)” né mai avere se non per quell’esteriorità, esternalità…. definendo il tutto sempre con i piccoli mezzi, buono, cattivo, sano, malato, Divino Demonio. Quindi ripeto solo non conoscendo, per quella via che dice “ahimè” troppo spesso, Conosco!!! M al di la, di ciò, ripeto certo che… e Ben venga, chi verso di me viene o tenta, cosi il contrario… un andarsi incontro, non certo nel senso Romantico di ciò!!! sono io che vado verso il Sole, o, la caverna buia? O è il sole che viene verso di me, cosi come la caverna.. mi attraversa? O ancora, entrambi le cose??? 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...