Fa sempre “bene”, rileggerla….

Amor, ch’a nullo amato amar perdona,
Mi prese del costui piacer sì forte,
Che, come vedi, ancor non m’abbandona

Dante Alighieri, Divina Commedia

9 Risposte

  1. ….si…sempre bene….rileggerla : )
    abbastanza lunga……
    la Divina Commedia…
    come ….lettura………
    magari da rileggere
    un qualcosa di “avvicinabile”
    più ai miei gusti………..se devo rileggere
    scelgo……….magari….

    “Del Dandysmo e di George Brummel” di Barbeyd’Aurevilly
    o dello stesso autore.”Le diaboliche”……..Bellissimi entrambi
    …………………anche se Dante……..mica ho detto che……….
    mi piace…..mi piace……………. : ) : ) : )).

  2. ….no dico….un bel posto..l’Inferno
    per descrivere…..un Amore
    alla fine i due…………………
    mica se la passano bene………..HHAhha ahaahh !!!

    Comunque gusti………………. ; )!!!
    erameglio un …..pic nic..su un prato : ) : ) : )
    con calma
    e senza fiamme e demoni…………………… : ) !

  3. Chiedere perdono perche’ si ama lo reputo un gran gesto di umilta’: nessuno dovrebbe chiedere scusa perche’ sta amando visto che l’amore e’ il sentimento piu’ nobile che sia stato creato. Chi viene amato deve solo ritenersi un essere fortunato, anche qualora non ricambi. Solo che l’amore e’ un po’ sbadato e a volte si innamora della persona sbagliata.

  4. L’amore non deve mai implorare perdono, quand’anche si crei una situazione come quella che coinvolge i tre famosi personaggi danteschi. Francesca non ha colpa se trova l’amore in Paolo e non in Gianciotto Malatesta suo marito. Non si comanda al cuore, ad esso si puo’ scegliere solo se obbedire o disobbedire.

  5. anche se non è nel contesto…io ho voglia di ascoltare questa
    Musica….. : )e non è certo una risposta a @Diamante
    che ho letto volentieri…. : ) : )………….volevo sentire
    solo li Suono di casa mia…………………… : ) : ) : )
    e della …………….mia compagnia…………………!!!

    e poi…………mi dedico questa !!!…..oggi mi vizio un pò ; )

  6. e sempre …casa…………………: ) : )…MIa !!!

  7. “amor nil posset amori denegare” ….
    .. “actus appetitus sensitivi passiones dicuntur non autem actus voluntatis”..
    ciononostante penso che “amor est magis cognitivus quam cognitio” sia appropriato al vero amore, quello espresso nel “Paradiso”

  8. “L’amore una tenera cosa? ma è uno screanzato villano strepitoso puntuto come spine.

    (Romeo e Giulietta, William Shakespeare)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...