La vita

La vita è un’opportunità, coglila.

La vita è bellezza, ammirala.

La vita è beatitudine, assaporala.

La vita è un sogno, fanne una realtà.

La vita è una sfida, affrontala.

La vita è un dovere, compilo.

La vita è un gioco, giocalo.

La vita è preziosa, abbine cura.

La vita è una ricchezza, conservala.

La vita è amore, godine.

La vita è un mistero, scoprilo.

La vita è promessa, adempila.

La vita è tristezza, superala.

La vita è un inno, cantalo.

La vita è una lotta,  accettala.

La vita è un’avventura, rischiala.

La vita è felicità, meritala.

La vita è la vita, difendila.

Madre Teresa

Pubblicità

2 Risposte

  1. Dio o Cesare? (2009)

    Non è forse stato detto: “Date a Cesare
    quel che è di Cesare, date a Iddio
    quel che è di Dio”? Un tempo, solo
    servendolo, l’augusto, si potevano
    cambiar le cose pubbliche. Oggi amare
    Dio nel prossimo non è proprio far ciò
    che si vuole secondo carisma, essendoci
    l’eccentricità di tutta una poesia avvitata
    su se stessa. Ma insisterei: che il Vangelo
    degli umili sia un germe di amorevolezza
    per le Sue creature, che esso divida
    grano da loglio, vera carità da ipocrisia,
    per lo meno facendosi dei buoni filantropi!
    Spesso giovani ingrati si abbandonano
    alla strada della noia e del peccato
    contro l’amore per bruciarsi nell’attimo,
    nell’istante più assordante. Essi uccidono
    un tenero fanciullo di nome Tarcisio
    per sollazzo, per una sigaretta. Lingeria
    fa vetrina e passerella nella televisione,
    col suo canone di candore-spazzatura.
    Chi di loro mai piangerebbe sulle mani
    di pace di una ossuta Madre Teresa
    di Calcutta? Questa è mia madre!
    E la sua veste di neve primaticcia
    è ricamata da celeste splendor.
    Ricordate: Dio salva nella croce,
    lo Spirito consola i guerrieri della luce.
    Non abbiate paura di aver coraggio.
    Nonostante tutto la vita è bella:
    è sudore, sì, ma comunque un bel dono
    degno d’essere apprezzato, da condividersi.
    Il mio sembrerà inutile, anche ridicolo
    predicozzo, ma è un cozzo curvo di rostro
    e di alacri, dannate pagaiate contro
    il fiume rosso di bandiere di stracci.

  2. Il mio grazie per questo predicozzo, Francesco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...