Memoria

Ci sono parole che attendono
che io le ascolti
addormentate
nella memoria del mondo

Annunci

2 Risposte

  1. MEMORIA

    Non sprecare
    gli attimi immobili
    che più generazioni
    hanno mutato.

    Essa è lì,
    sasso nella roccia,
    e, come tale,
    eterna.

    Io morirò,
    ma fino all’ultimo minuto
    l’immagine di una spiaggia
    inseguirà
    i miei sogni lontani
    e gli spruzzi salmastri
    investiranno ancora
    il mio petto ansimante.

    Poi, il tramonto
    allagherà gli spazi
    che dall’Etna
    vanno ai Peloritani,
    ed il silenzio
    si confonderà
    con gli sciacqui dell’onda
    che lieve sfiora
    la spiaggia pietrosa
    dei miei lidi lontani.

    Santoro Salvatore Armando
    (Aosta 3.1.1993 – h. 18,52)

    Poesia pubblicata nella raccolta antologica “Quand’ero Piccolo” Edito dalla Keltia Editrice – Aosta 1993

  2. …Forse è necessario raggiungere quell’isola che compare nell’infinito al sorgere della luna: se quelle parole giacciono lì, le ascolterai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...