Il Dio che scegliamo

Quando scegliamo il nostro dio,
scegliamo un modo di vedere l’universo.
Ci sono tante divinità.
Scegliamo la nostra.
Il dio che adoriamo
è il dio che ci meritiamo.

Joseph Campbell

Vivere con onore

Per vivere con onore bisogna struggersi, turbarsi, battersi, sbagliare, ricominciare da capo e buttare via tutto, e di nuovo ricominciare e lottare e perdere eternamente. La calma è una vigliaccheria dell’anima.

(L. N. Tolstoj)

LO SGUARDO INOSPITALE DEL CIELO

Ancòra la sorte
solitudine e morte
senza me
consorte

sotto lo sguardo inospitale
del cielo

Come morire

Vorrei morire
dolcemente dormire
Amare consolazioni le mie illusioni
che cercano disperatamente di diventar passioni
Io mi sono perso
senza danzare nell’Universo

Vorrei dormire
lentamente morire
con il mio corpo incosciente nel letto
Possa l’amarezza abbandonarmi presto
qui dove sono adesso
Devo nascondermi da tutte le cose esteriori
non piegarmi alle tentazioni peggiori
Al confine della notte
si fa luce
l’inverno
Eterno inganno

Il profumo della sera

Non so se amare
questo profumo sottile della sera
che accompagna un’infelicità oscura
e nella distanza da me
scivolo
nell’ebbrezza degli abbracci mai avuti
fra i ricordi di-visi
in quei sorrisi dal sapore di baci illusi
riposa sempre meno
quest’anima
mia

Fin qui

Fin qui
ho portato
quotidiane morti
fantasmi e baci

Fin qui
sono stato
vigliacco
nella fuga

Fin qui
ho accatastato
le parole
e invertito l’ordine

Fin qui
nascosto
alla memoria
tutte le volte
che un sogno
mi raggiunge

sono stato
me stesso
senza saperlo

Amore

Hai colorato i miei pensieri e i miei sogni,

con gli ultimi riflessi della tua gloria, Amore,

trasfigurando la mia vita

per la prossima bellezza della morte.

Rabindranath Tagore