Nelle mie braccia

Nelle mie braccia tutta nuda
la città la sera e tu
il tuo chiarore l’odore dei tuoi capelli
si riflettono sul mio viso.
Di chi è questo cuore che batte
più forte delle voci e dell’ansito?
è tuo è della città è della notte
o forse è il mio cuore che batte forte?
Dove finisce la notte
dove comincia la città?
dove finisce la città dove cominci tu?
dove comincio e finisco io stesso?

Nazim Hikmet

3 Risposte

  1. è stupenda….

  2. Il Luogo, il Tempo e l’Amore: bastano queste tre “dimensioni” per fare Alterità, ad identificare gli estremi dell’amato e di chi ama: è Fusione Totale onirica: e basta guardare uno per riconoscere l’altro.

  3. Mi fa venire in mente che dieci anni fa, scrissi per la mia compagna:

    Dicembre

    La stanza profuma di arance,
    sparsi qua’ e la’
    i nostri vestiti e tu
    sopra di me giochi
    con le mani e i capelli.
    Luce, luce dagli occhi, la pelle di latte.
    Dai vetri tendati
    traspaiono nuvole
    gonfie e bizzarre
    vaganti sopra la terra
    che aspetta la neve.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...