Preferiamo…

Preferiamo ignorarla, la verità. Per non soffrire. Per non guarire. Perché altrimenti diventeremmo quello che abbiamo paura di essere: completamente vivi.
(Fai bei sogni, M. Gramellini)

9 Risposte

  1. L’ha ribloggato su SPIRANIMAe ha commentato:
    Verità !!!

  2. Completamente viva e radiosa (magari con un puntino di buio 😉 )

    Tiziano Terzani

  3. ed invece noi preferiamo nascondere la faccia sotto la sabbia perchè abbiamo dimenticato il gusto di vivere..fino a quando ?? giò

  4. Non so se è proprio preferire di ignorare, ignorare e basta o avere paura della verità o se invece la verità ci abita e la conosciamo, in fondo, ma non siamo ancora in grado di guardarla e sopportarla.
    Molti vivono molto meglio senza verità che non vogliono.

  5. Vegliate , in virtu’ della verita’ nel luogo in cui la vista e’ ampia.

    Rig Veda 1,21

  6. Ma anche perchè la verità potrebbe renderci completamente soli: a chi importa di sapere la verità se non è possibile condividerla, se la verità è un processo graduale, interiore, possibile, per abituarsi alla luce?

  7. Massimo Gramellini, grande giornalista e grande scrittore, ha perfettamente ragione, la guarigione dell’ uomo passa attraverso la sofferenza e il dolore.

    L’ uomo rifiuta la strada della libertà, la strada del del cielo, come dice nel libro, perchè ha paura d’ essere, VIVO.

    TANTI UOMINI AMANO, PIU’ LA MORTE CHE LA VITA. CHI VINCE LA MORTE, CHE SARFEBBE LA PAURA, IL DOLORE, LA SOFFERENZ, LA CRISI, ECC. (perchè la morte ha tanti aspetti, non è solo quello, di andare sotto terra. Lì finisce la morte.)

    RITROVIAMO IL SEGRETO DELLA VITA.

    Ciao, grande Gramellini.

    Beatrice, Buona Pasqua, quest’ anno ti mando una colomba e un torrone, ahahaha. Sei una grande ! Sei come la folgore… .

  8. Guardare la verità è come guardarsi allo specchio dell’anima. Non la guardiamo per non soffrire – perché si soffre proprio in quanto la s’ignora- ma per non abbandonare i piaceri e desideri che sono alla base della vita come la concepiamo, sofferenza compresa.
    Perciò guardare la verità crea paura non per dover essere qualcosa di diverso, ma per quello che si è.

  9. Pensando al libro…
    Se la “verità” non gli fosse stata negata da bambino il processo di “guarigione” sarebbe stato guardare la realtà con accettazione più che svelare presunte verità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...