Forse invecchio…

Forse invecchio, se ho fatto un lungo viaggio
sempre seduto, se nulla ho veduto
fuor che la pioggia, se uno stanco raggio
di vita silenziosa … (gli operai
pigliavano e lasciavano il mio treno,
portavano da un borgo a un dolce lago
il loro sonno coi loro utensili).
Quando giunsi nel letto anch’io gridai:
uomini siamo, più stanchi che vili.

Sandro Penna

2 Risposte

  1. Caro Sandro Penna non invecchi
    e sopratutto non invecchi in questa poesia,
    la dignità con cui uno vive e con cui uno parla del proprio vivere a testa alta e con semplicità
    fa fiorire rose
    nel tuo giardino,
    rose simili
    anzi rosa simile
    a quella con cui il piccolo
    principe si prende cura
    con semplicità e tenacia
    fa germogliare, crescere e tener più viva
    che mai
    quell unica rosa
    che tanto le sta a cuore,
    si prende cura con dolcezza
    e affetto di quella rosa,
    come della sua vita.

    La stessa cosa che fai tu della tua vita
    narrando questa poesia.

    Sandro Penna non invecchi
    e cresci
    e la cosa più straordinaria
    è che mentre fiorisci
    non te ne accorgi

    e mentre fiorisci
    non invecchi!

  2. la mia vita non invecchierà fin quando continuerò ad indignarmi di fronte all’ingiustizia ..fin quando continuerò a ribellarmi all’abitudine di sopravvivere fin quando riuscirò a sorridere al cospetto di una piccola rosa blu..fin quando il cuore parlerà al mio cervello..io assaporerò ancora ed ancora le briciole della giovinezza!!giò

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...