Destino

Meglio astenersi dal governare il destino degli altri, dal momento che è già difficile ed incerto nel pilotare il proprio”.

Primo Levi

12 Risposte

  1. Per chi non ha una coscienza risvegliata non può governare nè il proprio destino, nè ancor meno quello altrui. Sarebbe come se un cieco guidasse altri ciechi. Ma purtroppo il mondo va proprio in questo senso.

  2. Un buon giorno a Gabriele e a tutti anche oggi
    un nuovo sole è nato
    e risplende su ognuno…

  3. ho sbagliato video non è quello sopra ma questo:

  4. anche quello sopra è sbagliato,
    questo è quello giusto:

  5. ok il video che volev metter su youtube è in un modo ma quando copioincollo viene sto disastro cambio video e ne metto uno simile a quello che volev mettere:

  6. Buongiorno Melusina 🙂

  7. Quello che dice nel video Aldo al minuto
    1:58
    è quello che a volte penso
    di tutti i computer, internet
    e la tecnologia del mondo,
    sopratutto quando
    si impallanano!!!

  8. ops..
    era impallano!

  9. voler incidere sulle vite altrui tende ad essere atto di violenza estrema se non dettato dall’eterna compassione che deve essere ispirazione di ogni nostro gesto.

  10. Il destino è come una strada, una strada che come finalità prima o poi ci deve portare a Roma (AMOR) , ci offre tanti mezzi, tanti modi e tante prospettive o campi di probabilità/possibilità cristallizzabili che sono già state previsti, analizzati e contemplati con molta minuta, preventiva attenda sincroniche alternative. La libera scelta o libero arbitrio, sta solo nelle scelte o nelle diversificate appropriate/inappropriate vie che il nostro intento/istinto ci porta ad affrontare, ma sempre la via maestra, anche se assai tortuosa per la mente è la via del cuore. Un cuore che sa già dove andare anche se la mente si rifiuta di seguire.. Per similitudine , si è come una goccia d’acqua cristallina di un fiume che dalla sua fonte, passando e increspandosi per la foresta dei suoi mille braccia di impinguante raccolta acqua; sa dove alla fine deve portare. La stessa goccia di divina cristallina diamantina luce che può essere ri-accesa per ogni salvifico tortuoso sentiero di ogni impetuoso infrangersi nel muro o nella roccia del nostro stesso fiume interiore. Siamo una piccolissima goccia, ma siamo anche il già tessuto fiume dei nostri desideri, così come siamo anche un mare unitario una volta che abbiamo raggiunto la nostra meta.

    Conosci te stesso e solo dopo aver riscoperto e veramente aver amato te stesso potrai veramente amare tutto il prossimo, perché nei casi opposti il proprio trascinato o trascinante destino è solo una illusione, un indotto ingannevole necessario inganno tessuto dagli Arconti ancora dominatori del destino degli inconsapevoli

  11. il destino?ma in fondo che cos’è il destino? siamo tutti delle marionette in mano a pochi burattinai,che cmq ci “obbligano” a determinati percorsi..ecco mentre loro si divertono a dirigere la nostra vita noi ci illudiamo di esserne gli artefici !!giò

  12. Cara La-Juan (che in cinese vuol dire “venuta da lontano”) …
    “Io considero il mondo per quello che è: un palcoscenico dove ognuno deve recitare la sua parte. (Shakespeare! Ne Il mercante di Venezia)”.

    Un abbraccio spiritoso, Luo-La-Juanin (cioè la tua “vicina”)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...