Quando i tuoi occhi incontrano la mia solitudine

Quando i tuoi occhi incontrano la mia solitudine
il silenzio diventa frutto
e il sonno tempesta
si socchiudono porte proibite
e l’acqua impara a soffrire.

Quando la mia solitudine incontra i tuoi occhi
il desiderio sale e si spande
a volte marea insolente
onda che corre senza fine
nettare che cola goccia a goccia
nettare più ardente che un tormento
inizio che non si compie mai.

Quando i tuoi occhi e la mia solitudine si incontrano
mi arrendo nuda come la pioggia
e nuda come un seno sognato
tenera come la vite che matura il sole
molteplice mi arrendo
finché nasca l’albero del tuo amore

Tanto alto e ribelle
Tanto alto e tanto mio
Freccia che ritorna all’arco
Palma azzurra piantata nelle mie nuvole
Cielo crescente che niente fermerà.

Joumana Haddad

2 Risposte

  1. Dioniso va incontro al suo specchio: la madre (o la donna da cui rinascerà) gli va incontro…

    Il canale e il codice preferenziale attraverso il quale è possibile stabilire un contatto con l’adulto, che è stato un bambino non amato, è qualunque Forma d’Arte: uno schermo dietro il quale permettergli di sentirsi al sicuro da uno “sguardo diretto”. Ad un adulto che è stato un bambino non amato è consigliabile dare del “lui” o del “lei”, giammai del “tu” mentre si cerca di cedergli un po’ del proprio “Io”: lo avvertirebbe come prevaricazione!…

  2. Parole che sembra essere ambrosia poetica ma in realtà sono parole di una mente febbricitante che sconfina del delirio.
    Per entrare parzialmente nei dettagli gli occhi sono l’espressione dell’anima, quindi l’A. vorrebbe dire che quando la tua anima entra nella mia e trova solitudine e il silenzio…..
    Intanto cominciamo col dire che il vero silenzio di un’anima è completamento e non solitudine. Si è soli quando si aspetta qualcuno che non viene (desideri, amori, etc). Un’anima completamente libera (Buddhica) è un’anima paga, completa, soddisfatta di ogni cosa e di ogni luogo. E’ un’anima che non ha bisogno di nulla e di nessuno, ancor meno di un’anima che possa portar turbamento (anche se un Buddha non sarebbe in alcun modo turbato di nulla).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...