Colpa e senso di colpa

Colpa e senso di colpa sono argomenti inesauribili. Come psicologo delimito la mia indagine ad un preciso tipo di senso di colpa.
Quello di chi non si stima e che consiste nella cosciente o inconscia accusa a se stessi di essere sbagliati, di non valere abbastanza, di essere inadeguati alla vita. Si tratta di un senso di colpa che fa soffrire in misura maggiore o minore moltissime persone e che, quando è forte e permanente, costituisce uno dei nuclei determinanti di molte nevrosi.
Questo senso di colpa ha un’origine precisa, le colpevolizzazioni, anche involontarie, dei genitori. Questi, infatti, detengono, mediante l’uso delle colpevolizzazioni, il potere inconscio e multiforme di far nascere e crescere nel figlio il dubbio e talvolta la certezza di essere inadatto, per propria colpa, ad affrontare con successo le situazioni della vita.

Lucio Della Seta* Le origini del senso di colpa

Annunci

2 Risposte

  1. Io ho questo senso di colpa, anche se sono colta e saggia, questo senso di colpa permane. Più leggo, più capisco le cose della vita e più diventa grande. Come si fa ad eliminarlo?
    Anche i più colti filosofi del passato avevano preso coscienza del “Dubbio” e anch’essi avevano grossi problemi e sensi di colpa, ma per noi comuni mortali che viviamo una normale e mediocre vita come tanti altri, le cose non dovrebbero essere diverse.
    Non è che accadono queste cose per portarci alle cosiddette esperienze della vita?

  2. Bisognerebbe entrare in punta di piedi in ogni Tempio, così come è costume entrare nel cuore dell’uomo ed uscirsene ballando…
    Il senso di colpa dovrebbe essere quel principio che sta all’origine di una sana autocritica, che non autodistrugge, ma aiuta ad affrontare consapevolmente i propri errori ed a migliorarsi.
    Il senso di colpa non dovrebbe essere confuso con il terrorismo psicologico, con la violenza che mira ad annientare l’Altro da sé che non si accetta.
    Il senso di colpa è un Totem, è quel maestro interiore e contemporaneamente il fine che si persegue attraverso un mezzo non poco appannato: la coscienza.
    Il senso di colpa è rivoluzionario, come lo è stato l’abbandono a se stesso del bambino davanti ai dubbi della vita. Più che il senso di colpa, distrugge il sentirsi soli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...