da Tutto su mia madre

La vera autenticità non sta nell’essere come si è, ma nel riuscire a somigliare il più possibile al sogno che si ha di se stessi

Almodovar

Annunci

13 Risposte

  1. “Acqua dalla luna” di Claudio Baglioni

    Volevo essere un grande mago
    incantare le ragazze ed i serpenti
    mangiare fuoco come un giovane drago
    dar meraviglie agli occhi dei presenti
    avvitarne il collo e toglierne il respiro
    Un tuffatore in alto un trovatore perso
    far sulla corda salti da capogiro
    passare muri e tenebre attraverso
    come un cammello entrare nella cruna
    librarmi equilibrista squilibrato
    uno che sa stralunare la luna
    polsi di pietra e cuore alato
    e stupire tutti quelli
    che non sanno la fortuna
    che non hanno mai una festa
    i tristi e i picchiatelli
    io lasciavo a casa un figlio
    gli occhi dietro la finestra
    un saluto nel berretto
    e non usci’ un coniglio
    accorrete pubblico
    gente grandi e piccoli
    al suo numero magico
    vedrete
    mille e più incantesimi
    piano non spingetevi
    costa pochi centesimi
    volevo diventare un pifferaio
    stregare il mondo ed ogni sua creatura
    crescere spighe di grano a gennaio
    sfidar la morte senza aver paura
    e mettere la testa in bocche di leoni
    un domatore vinto un cantastorie muto
    far apparire colombi e visioni
    l’uomo invisibile l’uomo forzuto
    lanciar coltelli e sguardi come gelo
    saper andare in punta delle dita
    uno che si getta a vuoto nel telo
    del lungo inverno della vita
    e portare sopra un carro
    elemosine di cielo
    tra silenzi d’ospedale
    e strappi di catarro
    io restavo zitto a fianco
    quando mamma stava male
    e sembrava Pulcinella
    dentro il pigiama bianco
    accorrete pubblico
    gente grandi e piccoli
    al suo numero magico
    vedrete Cucaio
    in mille e più incantesimi
    piano non spingetevi
    costa pochi centesimi
    se sapessi un di
    innamorarmi di quelli che
    non ama nessuno
    se potessi portarli li’
    dove il vento dorme
    se crescesse acqua dalla luna

    Si ringrazia http://www.angolotesti.it/C/testi_canzoni_police_874../testo_canzone_acqua_dalla_luna_28184.html

  2. ma non c’è il rischio di rimanere illusi?

    Notte

  3. Un giorno tutti saremo felici.
    Le lacrime, chi le ricorderà?
    I bimbi scoveranno
    nei vecchi libri
    la parola “piangere”
    e alla maestra in coro chiederanno:
    “Signora, che vuol dire?
    Non si riesce a capire”.
    Sarà la maestra,
    una bianca vecchia
    con gli occhiali d’oro,
    e dirà loro:
    Così e così.
    I bimbi lì per lì
    non capiranno.
    A casa, ci scommetto,
    con una cipolla a fette
    proveranno e riproveranno
    a piangere per dispetto
    e ci faranno un sacco di risate…
    E un giorno tutti in fila,
    andranno a visitare
    il Museo delle lacrime:
    io li vedo, leggeri e felici,
    i fiori che ritrovano le radici.
    Il Museo non sarà tanto triste:
    non bisogna spaventare i bambini.
    E poi, le lacrime di ieri
    non faranno più male:
    è diventato dolce il loro sale.
    …E la vecchia maestra narrerà:
    “Le lacrime di una mamma senza pane…
    le lacrime di un vecchio senza fuoco…
    le lacrime di un operaio senza lavoro…
    le lacrime di un negro frustato
    perché aveva la pelle scura…”
    “E lui non disse nulla?”
    “Ebbe paura?”
    “Pianse una sola volta ma giurò:
    una seconda volta
    non piangerò”.
    I bimbi di domani
    rivedranno le lacrime
    dei bimbi di ieri:
    del bimbo scalzo,
    del bimbo affamato,
    del bimbo indifeso,
    del bimbo offeso, colpito, umiliato…
    Infine la maestra narrerà:
    “Un giorno queste lacrime
    diventarono un fiume travolgente,
    lavarono la terra
    da continente a continente,
    si abbatterono come una cascata:
    così, così la gioia fu conquistata”.

    Rodari

    Rodari non è per i bambini
    ma per noi adulti
    e ci ricorda
    le cose fondamentali della vita!!!

  4. UN GIORNO TUTTI SAREMO FELICI.
    LE LACRIME, CHI LE RICORDERÀ?

    questo è quanto mai è più che vero!!
    in questa vita
    ciò del tutto possibile
    anzi certo!!!

    Chi mai ricorderà le lacrime,
    quando si è felici?!

    In questa vita è
    possibilissimo…

    la gioia
    fa sempre un pò di pulizia,

    SPAZZA VIA LA TRISTEZZA
    così lontano
    che nessuno di noi
    in questa vita

    si ricorderà
    più che cosa sia!!!!

    la tristezza?
    che cos è ?

    non ricordo…

    un caro saluto a gabriele e atutti!!!!

  5. Una giornata Radiosa, mio caro Gabriele. Baci baci… 🙂

  6. Ciao, Luigi. Ho ricevuto il libro. Grazie, mi è piaciuto molto. Baci.

  7. Il post che ho messo qui
    in realtà andava in la bellezza per L.Caliò

  8. Mi fa tanto piacere tu abbia gradito, credimi Gabriele. Per me è davvero fondamentale il tuo consenso. Ti stringo forte al mio cuore…

  9. I sogni sono fatti di tanta fatica.
    Forse, se cerchiamo di prendere delle scorciatoie,
    perdiamo di vista la ragione
    per cui abbiamo cominciato a sognare
    e alla fine scopriamo
    che il sogno non ci appartiene più.
    Se ascoltiamo la saggezza del cuore
    il tempo infallibile ci farà incontrare il
    nostro destino.
    Ricorda:
    “Quando stai per rinunciare,
    quando senti che la vita è stata
    troppo dura con te,
    ricordati chi sei.
    Ricorda il tuo sogno”.

    Sergio Bambarén da “Il delfino”

  10. IO, sono te.
    Tu,sei me.
    Noi,siamo l’universo!
    —————————–
    Agnelli di noia
    brucano negli intervalli
    dell’attesa.
    Uno stucchevole paesaggio,
    per truccare questo mio tempo
    di carta straccia.
    ————————–20-9-2012 gina tota

  11. Aforismi di gina tota
    Bisogna difendersi da se stessi,dalla propria caparbieta’ per uscire vittoriosi in qualsiasi situazione.contro i nemici di sempre.
    ———————-
    gina tota

  12. Finche’ la verita’ verra’ a galla,molte bugie diranno la verita’.
    ————————
    Nella rassegnazione,la sonfitta.Nella speranza…La vittoria!
    ————gina tota

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...